728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Consigli sulla Les Paul

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Consigli sulla Les Paul

    Ciao a tutti! allora, sarà la GAS, ma una Les Paul come si deve mi sta facendo gola.

    Premetto un paio di cose: innanzitutto, ho già una les paul, precisamente una Vintage AFD100. Copia della les paul di slash, molto bella e suona discretamente per i 400€ che ho speso, (460 se si considerano le autobloccanti), però... pesa ragazzi. So che le Les Paul originali pesano parecchio, ma so anche che ci sono quelle con le camere tonali che quei 500gr li toglie. La mia vintage viaggia sui 4kg e tenerla in spalla dopo un pò è doloroso.

    Ma non è tanto questo (alla fine sono ben messo fisicamente, si sopporta), quanto piuttosto che non la sento tanto les paul, ma piuttosto una copia (seppur fatta discretamente). le finiture non sono perfette, e manca quel non so che, quella profondità del top che una Les Paul fiammata deve avere ( o nel dubbio, nero e non si sbaglia).

    Seconda premessa: sarebbe già la mia terza chitarra, ho già una gibson sg standard e una fender strato HSS messicana.
    Di recente mi sono imbattuto in una epiphone les paul custom pro nera, leggera e con un bel manico fino, suono buono con pickup splittabili. Devo dire. mi ha fatto gola.
    Allo stesso tempo ho avvistato nell'usato una gibson les paul standard del 2008 a 1400€, prezzo ragionevole ma piuttosto importante per le mie tasche da universitario lavoratore, considerando che ho già una sg e una strato che mi fanno compagnia.
    Sintesi del dubbio: rientro la vintage per la epiphone? vendo la vintage per prendere la gibson? vendo la vintage e aspetto una gibson quando posso? Mi metto a piangere?
    Grazie dell'attenzione!

  • #2
    Federico Russo diciamo che le Les Paul viaggiano, mediamente dai 3 ai 4 kg. Custom a parte che vanno sopra ai 4. Al contrario di quanto si pensi, una Gibson fatta bene dovrebbe pesare meno di una fatta meno bene a parità di "weight relief", indice di una buona stagionatura dei legni. Però attenzione! Se pesasse "troppo" poco, invece, sarebbe sintomo di un legno con una bassa densità (=bassa qualità). Sul web, comunque, si legge facilmente che Les Paul degli anni '80/'90 arrivano tranquillamente a pesare 5 kg (nella mia esperienza ne ho suonate 2 di quegli anni e non mi sono risultate più pesanti di altre).

    Fra Epiphone e Vintage più o meno siamo li, conta che un marchio come Vintage si svaluta anche tanto quindi, secondo me, non ci ricavi molto. E direi anche che 1400€ per uno studente universitario sono un'enormità.

    Se proprio vuoi cambiare, ti consiglio questo: contando che la Custom Pro va in una fascia di prezzo di 500/600 euro, vendi la Vintage (secondo me un 200 euro te li fai) e cerchi una Burny, Tokai o Greco usata nella stessa fascia della Epiphone, potresti trovare anche Burny a meno. Questi 3 marchi sono i tipici "poca spesa, tanta resa". Ti linko alcuni esempi:

    https://www.mercatinomusicale.com/mm...id5622332.html
    https://www.mercatinomusicale.com/mm...id5687217.html

    Ovviamente mai comprare a scatola chiusa e, quando si provano strumenti Gibson-style, controllare sempre l'integrità della paletta.

    Commenta


    • #3
      Ciao TrallalleroLa (bel nome hahah), peccato che purtroppo alla fine ho deciso di prendere la Gibson. Sì, sono un sacco di soldi, però sono andato a provarla e ho notato delle cose molto interessanti: la prima è appunto il peso. Questa che ho "trovato" pesa il giusto, direi sui 3 chili, e venendo dalla vintage ho detto "ca**o, molto meglio!". L'ho suonata un'ora in piedi e non ho accusato nessun dolore/fastidio.

      Passando al manico, era molto fino, quasi come quello di una Fender. Utopia ma è così. L'accesso agli ultimi tasti era tutto sommato facile, ma è questione di pratica; il tipo montava delle 0.11 accordate un tono sotto, quindi abbastanza morbide. O comunque, credo che mettendo delle 0.9 e un pò di pratica ci si arrivi a fare bending discreti senza perdita di dinamica. a differenza della Vintage, che comunque agli ultimi tasti ci si arrivava, però il peso (ancora una volta) influisce anche sull'accesso dei tasti ultimi.
      Parlando del suono, nulla da dire: molto gibson, i burstbucker di serie non mi dispiacciono. Anche se però c'è da dire una cosa: il tipo aveva un kemper, quindi credo che anche una scopa avrebbe suonato bene. Le profilazioni di casa o scaricate hanno un loro bel peso.

      La chitarra vado a ritirarla domani (abita a 10 minuti da casa mia alla fine), quindi non l'ho ancora presa. però devo dire che mi sono trovato molto bene (nonostante le corde da cambiare e sistemare).
      certo, 1400€ mi fa ancora male il cuore lasciarli, però alla fine li rifaccio, anche perché non farò quasi sicuramente più altre spese sostanziose, con questa ho toccato il fondo hahah (anzi spero proprio di non averne più).

      Per quanto riguarda le Burny Tokai Greco ho sentito dire molte cose positive, il punto è che dalle mie parti/zone non c'è nessuno che le possieda, o ne possieda di belle e valide, e chi la possiede (una Burny versione custom nera da pordenone, e io sono di treviso), pesa 4,6 kg e manico grosso. no grazie.
      In sostanza, ho fatto LA spesa, più grande di sempre, però ho un'ottima qualità che difficilmente ho riscontrato in altre les paul provate (sempre gibson).
      La versione è del 2008, ma ancora non aveva le meccaniche grover e attacco jack Neutrick. Ancora casta insomma

      Commenta


      • #4
        Complimenti per l'acquisto, comunque!

        Citazione da Federico Russo Visualizza il messaggio
        Passando al manico, era molto fino, quasi come quello di una Fender.
        Io non so dove trovate questi manici sottili nelle Fender. Fra Squier e Fender ne ho avute 5 e tutte avevano il manico abbastanza cicciotto, soprattutto il profilo C con radius stretti fa sembrare il manico veramente una mazza da baseball.
        La Gibson, con il profilo slim taper D, unito a radius abbastanza aperti, si che fa manici "sottili" (probabilmente quello della tua, l'80% dei modelli ha quel manico).

        Comunque sono cose molto soggettive, io mi trovo meglio con i manici cicciotti.

        Commenta


        • #5
          Ti dirò, dipende. Quando provavo delle Fender ho trovato alcune col manico un po' cicciotto e altre col manico sottile.
          Data la mia mano non grande, col manico sottile mi trovo meglio, più agevole.
          Sia la fender che la nuova arrivata hanno un manico simile: fender sottile, gibson les paul stile '50 (o '60?) con manico sottile e tasti bassi, si va da dio a scivolare tra i tasti, veramente bene.
          La sg ha invece un manico non slim taper ma comunque si va bene.
          Ora ho tre chitarre con 3 suoni diversi che mi piacciono parecchio: una les paul con un suono gibsoniano profondo e squillante, la SG con un bel suono graffiante e aperto ma comunque dinamico, e una fender che ha i single coil al manico e metà che suona da fender (anche se probabilmente tra un po' farò degli upgrade perché suonano sgonfi) e un Seymour duncan JB rockettaro versatile e splittabile in un single coil aperto e squillante. Ho tutto hahaha sempre sperando di non avere strane manie future.

          Commenta


          • #6
            Citazione da Federico Russo Visualizza il messaggio
            Ti dirò, dipende. Quando provavo delle Fender ho trovato alcune col manico un po' cicciotto e altre col manico sottile.
            Data la mia mano non grande, col manico sottile mi trovo meglio, più agevole.
            Sia la fender che la nuova arrivata hanno un manico simile: fender sottile, gibson les paul stile '50 (o '60?) con manico sottile e tasti bassi, si va da dio a scivolare tra i tasti, veramente bene.
            La sg ha invece un manico non slim taper ma comunque si va bene.
            Ora ho tre chitarre con 3 suoni diversi che mi piacciono parecchio: una les paul con un suono gibsoniano profondo e squillante, la SG con un bel suono graffiante e aperto ma comunque dinamico, e una fender che ha i single coil al manico e metà che suona da fender (anche se probabilmente tra un po' farò degli upgrade perché suonano sgonfi) e un Seymour duncan JB rockettaro versatile e splittabile in un single coil aperto e squillante. Ho tutto hahaha sempre sperando di non avere strane manie future.
            Parliamo di strumenti assemblati?

            Commenta


            • #7
              Citazione da Gaetano90 Visualizza il messaggio

              Parliamo di strumenti assemblati?
              In che senso? sono chitarre comprate in negozio, sia la fender che la sg, la les paul l'ho acquistata usata ma sempre nello stesso negozio dove ho acquistato le altre due (ma in tempi e da persone diverse). Ho apportato delle modifiche ( a parte per la les paul) ma sono comunque originali

              Commenta

              240x200 Colonna destra - Post

              Comprimi

              240x90 - Colonna Destra

              Comprimi

              240x480 - Colonna Destra Post

              Comprimi

              240x48

              Comprimi

              240x90

              Comprimi

              240x340

              Comprimi

              Footer 728x90

              Comprimi
              Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
              X