728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il basso a 6 corde: parliamone.

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • 5corde
    ha iniziato la discussione Il basso a 6 corde: parliamone.

    Il basso a 6 corde: parliamone.

    Nel nostro Forum mi pare che manchi una discussione generale sull'uso e sulla funzione/utilità del basso a 6 corde. Proviamo a farne un buon confronto di idee ed esperienze. 8)

    Parto col dire che personalmente non ho mai messo mano su un sei corde: questo è dovuto dalla mia scarsa frequentazione di negozi, non certo dal poco interesse nei confronti di questo strumento. Una lacuna, in un certo senso, che spero di colmare quanto prima. Il mio apprezzamento per adesso, come ben sapete, è rivolto verso i TRB prima serie (il "Faso" e il signature di Patitucci), ma da anni ho in mente anche un progetto di liuteria riguardante un sei corde fretless dal carattere elettro-acustico.
    Il 6 corde: un lusso? Forse. Una necessità? Non proprio. Anzitutto partirei dalla quinta corda, il cosidetto Low B. Nel mio stile la quinta corda è non dico fondamentale ma quasi, soprattutto se si parla di musica originale nella quale sono padrone delle linee che suono. Questo poi non significa che trovo limitante suonare un quattro corde, semplicemente mi piacciono molto le possibilità aggiuntive date dal Si Basso, sia in termini di estensione che di diteggiature; sono capace di suonare alcuni pezzi soltanto sui primi cinque tasti di quarta e quinta corda, tanto mi piacciono quelle frequenze.
    E la prima corda? Qui il discorso a mio parere cambia molto. Col Do si comincia a viaggiare su registri molto meno da bassisti, che in determinati contesti trovo decisamente inutili ai fini dell'accompagnamento: non suonerei mai sulla prima corda all'interno di un groove consistente, e credo che il discorso sia valido per tutti i miei colleghi. La questione cambia andando su generi più leggeri: ad esempio apprezzerei molto la possibilità di spaziare (soprattutto in verticale) nell'ambito di un walking jazzistico, o magari addirittura l'uso di bicordi (se non tricordi) in presenza di determinate figure ritmiche (non so perchè mi viene in mente la musica latino-americana). Se poi entriamo in un contesto solistico ecco che a mio parere il Do diventa molto utile per questioni espressive, soprattutto se parliamo di bassi fretless: ci sono ambiti musicali dove il basso elettrico può esprimersi in assoli e parti melodiche anche complesse, e trovo che in quel caso poter salire di frequenze sia un'arma in più.
    In definitiva, trovo che sia un tipo di basso da possedere in base all'utilizzo che se ne fa: da questo dipende la differenza tra necessità e lusso. E ovviamente ciò non toglie che si possa benissimo suonare qualunque cosa con un semplice 4 corde, a patto che (e questo vale per ogni strumento, indipendentemente dalla quantità di corde, tasti e così via) ci sia dietro un bassista capace.

    Cosa ne pensano i MusicOffili? Spero che si possa avviare una discussione proficua ed interessante.




  • 5corde
    ha risposto
    Citazione da Nebkeperura Visualizza il messaggio
    Non mi lascia caricare l'URL
    Il tag VIDEO purtroppo non riconosce le url "youtu.be", ho convertito e incorporato

    Citazione da Nebkeperura Visualizza il messaggio
    altro buon bassista a 6 corde….
    Buono è un eufemismo

    Lascia un commento:


  • Nebkeperura
    ha risposto
    altro buon bassista a 6 corde….



    Non mi lascia caricare l'URL

    Lascia un commento:


  • 5corde
    ha risposto
    Uh, l'avevo adocchiato tempo fa ma per adesso sembra che la GAS da fanned si sia assopita, immagino che sarebbe una gran figata per la quinta corda ma per fortuna al momento non sto ricevendo solletichi fastidiosi in tal senso

    Lascia un commento:


  • Paoligno
    ha risposto
    Ahah, battutaccia . In realtà adesso come adesso è indispensabile su un sacco di generi. Son in gas con il nuovo Ibanez fanned fret (quello col top.in radica). Leggo solo commenti positivi. Poi è un fanned leggero, non esagerato (e poi un truss rod solo e barre di rinforzo, che è 1000 volte meglio)

    Lascia un commento:


  • 5corde
    ha risposto
    Citazione da Paoligno Visualizza il messaggio
    Alla fne mi considero un 5cordista + low B (che uso pochissimo, ma è un ottimo appoggia dito).
    Hai privato di senso e romanticismo la mia vita spesa a venerare il Si basso

    Lascia un commento:


  • Paoligno
    ha risposto
    Dico la mia da seicordista. Io ho suonaro per una vita il 5 corde "light" ovvero E-A-D-G-C (Wood&tronics n.2 e un paio di BTB). Il problema che riscontravo era quello della botta di basse frequenze soprattutto su cose poppeggianti (ma soprattutto su cose latin e brasile); un giorno un mio amico toscano mi disse: "ma xchè non ti prendi un 6?" Son caduto come una pera matura, io non ci avevo mai pensato a sta cosa (del resto era necessario poichè amante anche delle scalature sottili con un amore incompreso con "la" 6corde che comunque pratico). Alla fne mi considero un 5cordista + low B (che uso pochissimo, ma è un ottimo appoggia dito).

    Lascia un commento:


  • 5corde
    ha risposto
    Citazione da Nebkeperura Visualizza il messaggio
    -...appunto io non credo di esserne all'altezza…….purtroppo
    Beh, beato chi nasce imparato
    Si può fare tutto, avendo il necessario incastro di tempo+risorse+pazienza

    Lascia un commento:


  • Nebkeperura
    ha risposto
    -...appunto io non credo di esserne all'altezza…….purtroppo

    Lascia un commento:


  • 5corde
    ha risposto
    Citazione da Nebkeperura Visualizza il messaggio
    Inoltre, penso che slappare su corde sia molto più difficile anche se non ho mai provato
    Personalmente in questo senso trovo difficoltà, al di là della "banale" corda in più, nello stringersi dell'intercorda già sul 5, quindi immagino che col 6 sarebbe ancora più complesso. Si fa, ma c'è da lavorarci bene

    Lascia un commento:


  • Nebkeperura
    ha risposto
    Personalmente non ho problemi a comporre su ottave diverse poi quando passo lo spartito al chitarrista ci si organizza. Inoltre, penso che slappare su corde sia molto più difficile anche se non ho mai provato, a meno che tu non sia un big

    Lascia un commento:


  • 5corde
    ha risposto
    Citazione da Warmuser Visualizza il messaggio
    personalmente sento la necessità di due corde in più, ogni tanto. Tutto va a dipesa delle esigenze cmq.
    E qui siamo d'accordissimo, io stesso sono da anni irrimediabilmente cinquecordista (pur faticando non raramente a trovare una nicchia adeguata a sonorità così profonde) e, come puoi notare da questo topic, vengo costantemente stuzzicato dalle possibilità ulteriori del 6 corde, ma appunto relativamente a determinati ambiti espressivi e non in assoluto

    Lascia un commento:


  • Warmuser
    ha risposto
    Citazione da 5corde Visualizza il messaggio

    Un "sempre" un pò opinabile, non trovi? Tradotto: quale necessità fa preferire sempre un bassista sei-cordato in studio? No, perchè diversamente in giro c'è taaaaanta gente che sta sbagliando di grosso
    Si è opinabile, ragione per cui ho un 4 corde e non un 6 corde, ciò nonostante personalmente sento la necessità di due corde in più, ogni tanto. Tutto va a dipesa delle esigenze cmq.

    Lascia un commento:


  • 5corde
    ha risposto
    Citazione da Warmuser Visualizza il messaggio
    nel caso componi è sempre comodo avere due corde in più.
    Un "sempre" un pò opinabile, non trovi? Tradotto: quale necessità fa preferire sempre un bassista sei-cordato in studio? No, perchè diversamente in giro c'è taaaaanta gente che sta sbagliando di grosso

    Lascia un commento:


  • Warmuser
    ha risposto
    Citazione da 5corde Visualizza il messaggio
    Sulla maggiore completezza si potrebbe però obiettare che il bassista tradizionale se la cava più che a sufficienza con un semplice 4 corde
    Diversa è la questione per chi vuole sperimentare un pò, come ho detto la quinta corda è un'estensione verso il basso che ho sempre apprezzato tantissimo e per come mi sono evoluto credo che anche la corda in più nel registro alto non starebbe lì a prendere la polvere
    Eh no, attenzione dipende da cosa fai, nel caso componi è sempre comodo avere due corde in più. Io mi trovo un po' stretto fra 4 corde poiché parto nel comporre i miei progetti dalla chitarra. Certo, si può aggirare il problema trovando le note un' ottava sotto o sopra in base alla note di riferimento, però non è la stessa cosa. Ogni corda suono in similmente diverso, anche se sono due note uguali suonano in modo dissonante fra loro. Non importa se la frequenza è la stessa, il tono viene conferito principalmente in base allo spessore della corda ed il tocco dell' arista.

    Lascia un commento:

240x200 Colonna destra - Post

Comprimi

240x90 - Colonna Destra

Comprimi

240x480 - Colonna Destra Post

Comprimi

240x48

Comprimi

240x90

Comprimi

240x340

Comprimi

Footer 728x90

Comprimi
Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
X