728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Curiosità sulla mia voce

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Curiosità sulla mia voce

    Salve a tutti mi chiamo Mario, ho 30 anni e da poco è nata la passione per il canto tanto che mi sono iscritto ad una scuola di canto(non ho mai cantato in vita mia prima d ora).
    sono quasi due mesi che sto prendendo lezioni
    la mia insegnante dice che sono un baritono
    Ai vocalizzi faccio Sol1(se ricordo bene)-si3
    per il momento ....
    la mia nota più acuta per il momento e il si3 ovvero sarebbe b4 in America correggetemi se sto dicendo sciocchezze
    vorrei capire il si3 quanto è acuto ??
    cioe che tipo di canzoni potrei arrivare a cantare ?
    Grazie a tutti per le risposte

  • #2
    Ciao Mario, benvenuto tra noi

    Chiedo il supporto dei nostri amici "del mestiere"

    Sara Facciolo Oblomov Biagio Bonfrisco JadeSinger
    Regolamento Musicoff Forum - Come funziona il Forum - Tutta la verità su Musicoff

    Gli altri canali della community
    YouTubeFacebookInstagramTwitter

    Commenta


    • #3
      Ciaissimo, finalmente un nuovo! Benvenuto.
      Sulla carta potresti cantare una grande percentuale di canzoni della Radio, da Imagine Dragons a U2 (in the name of love ha molti Si3), fino ai classici, House of Rising Sun (molti La3), anche il cantante di Ska-p tiene tessiture molto acute, ma gli esempi proseguirebbero, Stevie Wonder, Toto, Sam Cooke, James Brown, soprattutto se arrivi almeno al Do#4 in un buon falsetto anche se ancora non riuscissi a connetterlo alla cosiddetta voce piena.
      Il punto è però più se riesci a cantarci, che non se riesca ad arrivarci e il tipo di emissione per una frase articolata è lievemente diverso da quello usato per poche note sostenute.
      E' possibilissimo sia un baritono, anche se in termini di tessitura classica sei sopra in acuto mentre in basso dovresti raggiungere il Fa1, tuttavia molto dipende da indizi timbrici e da dove hai il passaggio classico, cioè il punto dove senti di dover urlare sempre di più se non "giri" e alleggerisci, che dovrebbe essere per te intorno al Re - Mib3.
      A presto.

      Commenta


      • #4
        Ah.... non credevo di arrivare così alto comunque grazie per le risposte
        la mia insegnate dice che gli acuti che faccio nei vocalizzi nelle canzoni sono più difficili da fare ...
        non so quanto sia vera questa cosa
        poi in altra domanda come faccio a capire in una canzone il cantante si che note canta ?

        Commenta


        • #5
          Dipende molto, può essere che alcuni acuti brevissimi appena toccati possano richiedere meno tecnica dei vocalizzi. Dipende anche dal tipo di vocalizzi, alcuni servono proprio per la scioltezza e l'agilità, altri per il sostegno.
          Per capire che note canta il cantante ci sono molti riferimenti, pianola, piano, chitarra se bene accordata. Anche in relazione al giro di accordi tipico e la chiave in cui si canta, come Si minore, La minore, maggiore, etc. Poi ci sono strumenti che captano la nota e la visualizzano in display, in lettere o in pentagramma, dipende, come i "pocket tone" e ora persino app per cellulare/smartphone .

          Ma dimmi dei passaggi e di cosa ti suggerisce per arrivare a note così alte e atipiche per le voci basse, se ti va. Io ci ho messo un po' e sono autodidatta praticamente. Ti ha parlato del "misto"? Ci sono scuole di pensiero diverse, come arrivare "tirando su" maggiormente, anche se a mio parere si tratta di sfumature, penso che anche tali cantanti alleggeriscono dopo il passaggio, altrimenti bercerebbero, ma di meno in proporzione, al "costo" di fare magari un po' più di fatica o di richiedere maggiore focalizzazione e tonicità continua del sostegno diaframmatico.
          Confrontare esperienze e prospettive può contribuire oltre a rendere più efficaci i suggerimenti anche ad integrare prospettive e percorsi diversi per integrarli ed eventualmente farli miei.

          Commenta


          • #6
            Citazione da Genellix89 Visualizza il messaggio
            Salve a tutti mi chiamo Mario, ho 30 anni e da poco è nata la passione per il canto tanto che mi sono iscritto ad una scuola di canto(non ho mai cantato in vita mia prima d ora).
            sono quasi due mesi che sto prendendo lezioni
            la mia insegnante dice che sono un baritono
            Ai vocalizzi faccio Sol1(se ricordo bene)-si3
            per il momento ....
            la mia nota più acuta per il momento e il si3 ovvero sarebbe b4 in America correggetemi se sto dicendo sciocchezze
            vorrei capire il si3 quanto è acuto ??
            cioe che tipo di canzoni potrei arrivare a cantare ?
            Grazie a tutti per le risposte
            Ciao Mario benvenuto!
            Grazie 5corde per il tag
            Concordo con quello che ha detto Oblomov , diciamo che hai nelle corde una buona fetta di brani "radiofonici", il tuo B4 è già una bella nota. Io faccio parte di quella scuola di pensiero dove è il brano che si adatta alla voce e non il contrario, in quanto il nostro è uno strumento "limitato". Poi logicamente vanno fatte tutte le valutazioni del caso.

            Per quanto riguarda
            "la mia insegnate dice che gli acuti che faccio nei vocalizzi nelle canzoni sono più difficili da fare ..."
            posso dirti che è vero. In un brano entrano in gioco molti altri fattori, come gli attacchi, le dinamiche e gli insiemi di lettere. Un vocalizzo rimane molto più "asettico". ​​​​​​​

            Prediligi musica italiana o straniera?
            Biagio Bonfrisco - Facebook

            Commenta


            • #7
              Potrebbe aiutare fare vocalizzi nelle varie vocali, talvolta sulla stessa nota?
              Nelle note acute credo che dobbiamo fare attenzione a ricreare le varie vocali a partire da un tono vocale di base "stretto" e focalizzato, basato sul twang. Talvolta per sovracutoni, mi piace utilizzare il coperto lirico, la Uu, che a sua volta si restringe in Euu tuttavia. Ma la A aiuta a dare un taglio più "soul" e aggressivo. Talvolta distorsioni, ma senza fare affidamento ad esse per colmare una lacuna.
              Però sì, l'approccio di adattare il brano è interessante, perchè permette di sfruttare le caratteristiche più spontanee della propria voce e delle rispettiva zone acute, basse e centrali relative. Adattare il tono è invece più sperimentale e sfrutta maggiormente modulazioni ed equilibri più fini, "estremi" e insoliti della propria voce. As esempio Caleb Hyles, Pellek, Jeff Scott Soto, Moreno del Signore, Marcelito Pomoy, Nick Pitera. Anche alcune donne che interpretano personaggi baritonali come Javert nel loro tono (fino a Si1) https://www.youtube.com/watch?v=4X5xwLwGu0w da 8:49 era qui, ma scopro adesso che il video è stato eliminato, peccato! :(. Se vi fidate . Era molto brava, anche in tonalità di mezzo soprano, quasi soprano.
              Nella musica lirica un baritono e un basso, rimangono tuttavia su posizioni più centro acuta, generalmente, un soprano si abitua invece a posizioni più acute - sovracute, anche relativamente al proprio range più alto, in quanto si serve di molte più transizioni di registro, e sfrutta una porzione molto più ampia del registro leggero, rispetto ai primi, che tradizionalmente non lo usano se non poco e nulla. I tenori lo utilizzano, ma solo per le ultime due note acute. Si parla di tendenze, perchè anche in lirica ci sono molte variazioni legate allo stile ed alle vocalità.

              Commenta


              • #8
                Citazione da Oblomov Visualizza il messaggio
                Dipende molto, può essere che alcuni acuti brevissimi appena toccati possano richiedere meno tecnica dei vocalizzi. Dipende anche dal tipo di vocalizzi, alcuni servono proprio per la scioltezza e l'agilità, altri per il sostegno.
                Per capire che note canta il cantante ci sono molti riferimenti, pianola, piano, chitarra se bene accordata. Anche in relazione al giro di accordi tipico e la chiave in cui si canta, come Si minore, La minore, maggiore, etc. Poi ci sono strumenti che captano la nota e la visualizzano in display, in lettere o in pentagramma, dipende, come i "pocket tone" e ora persino app per cellulare/smartphone .

                Ma dimmi dei passaggi e di cosa ti suggerisce per arrivare a note così alte e atipiche per le voci basse, se ti va. Io ci ho messo un po' e sono autodidatta praticamente. Ti ha parlato del "misto"? Ci sono scuole di pensiero diverse, come arrivare "tirando su" maggiormente, anche se a mio parere si tratta di sfumature, penso che anche tali cantanti alleggeriscono dopo il passaggio, altrimenti bercerebbero, ma di meno in proporzione, al "costo" di fare magari un po' più di fatica o di richiedere maggiore focalizzazione e tonicità continua del sostegno diaframmatico.
                Confrontare esperienze e prospettive può contribuire oltre a rendere più efficaci i suggerimenti anche ad integrare prospettive e percorsi diversi per integrarli ed eventualmente farli miei.
                Per ora non mi ha parlato di registri
                praticamente quando arrivai così in alto
                (si3)mi disse immagina di stare nell Arena di Verona è che ti devi far sentire da tutti e devi far valere i soldi che hanno speso i spettatori ...
                come consiglio mi disse solamente immagina di essere un cantante lirico e butta fuori tutta la voce che hai ....
                cioe alla fine non mi diede nessun consiglio tecnico ... credo che è stata lei brava a farmi arrivare così in alto nei vocalizzi ... dicendo LA

                Commenta


                • #9
                  Citazione da Biagio Bonfrisco Visualizza il messaggio

                  Ciao Mario benvenuto!
                  Grazie 5corde per il tag
                  Concordo con quello che ha detto Oblomov , diciamo che hai nelle corde una buona fetta di brani "radiofonici", il tuo B4 è già una bella nota. Io faccio parte di quella scuola di pensiero dove è il brano che si adatta alla voce e non il contrario, in quanto il nostro è uno strumento "limitato". Poi logicamente vanno fatte tutte le valutazioni del caso.

                  Per quanto riguarda
                  "la mia insegnate dice che gli acuti che faccio nei vocalizzi nelle canzoni sono più difficili da fare ..."
                  posso dirti che è vero. In un brano entrano in gioco molti altri fattori, come gli attacchi, le dinamiche e gli insiemi di lettere. Un vocalizzo rimane molto più "asettico".

                  Prediligi musica italiana o straniera?
                  Per ora solo musica italiana

                  Commenta


                  • #10
                    https://youtu.be/WovUGbBlzqA
                    mi sapete dire che acuti prende questo cantante qui ?
                    grazie

                    Commenta


                    • #11
                      Citazione da Oblomov Visualizza il messaggio
                      Potrebbe aiutare fare vocalizzi nelle varie vocali, talvolta sulla stessa nota?
                      Nelle note acute credo che dobbiamo fare attenzione a ricreare le varie vocali a partire da un tono vocale di base "stretto" e focalizzato, basato sul twang. Talvolta per sovracutoni, mi piace utilizzare il coperto lirico, la Uu, che a sua volta si restringe in Euu tuttavia. Ma la A aiuta a dare un taglio più "soul" e aggressivo. Talvolta distorsioni, ma senza fare affidamento ad esse per colmare una lacuna.
                      Però sì, l'approccio di adattare il brano è interessante, perchè permette di sfruttare le caratteristiche più spontanee della propria voce e delle rispettiva zone acute, basse e centrali relative. Adattare il tono è invece più sperimentale e sfrutta maggiormente modulazioni ed equilibri più fini, "estremi" e insoliti della propria voce. As esempio Caleb Hyles, Pellek, Jeff Scott Soto, Moreno del Signore, Marcelito Pomoy, Nick Pitera. Anche alcune donne che interpretano personaggi baritonali come Javert nel loro tono (fino a Si1) https://www.youtube.com/watch?v=4X5xwLwGu0w da 8:49 era qui, ma scopro adesso che il video è stato eliminato, peccato! :(. Se vi fidate . Era molto brava, anche in tonalità di mezzo soprano, quasi soprano.
                      Nella musica lirica un baritono e un basso, rimangono tuttavia su posizioni più centro acuta, generalmente, un soprano si abitua invece a posizioni più acute - sovracute, anche relativamente al proprio range più alto, in quanto si serve di molte più transizioni di registro, e sfrutta una porzione molto più ampia del registro leggero, rispetto ai primi, che tradizionalmente non lo usano se non poco e nulla. I tenori lo utilizzano, ma solo per le ultime due note acute. Si parla di tendenze, perchè anche in lirica ci sono molte variazioni legate allo stile ed alle vocalità.
                      Comunque vedi che sei molto molto esperto
                      io purtroppo ci capisco poco perché è da poco che mi sono affacciato al canto

                      Commenta


                      • #12
                        Citazione da Genellix89 Visualizza il messaggio
                        io purtroppo ci capisco poco perché è da poco che mi sono affacciato al canto
                        Siamo su un forum di musicisti e appassionati anche per questo: migliorare e crescere insieme
                        Regolamento Musicoff Forum - Come funziona il Forum - Tutta la verità su Musicoff

                        Gli altri canali della community
                        YouTubeFacebookInstagramTwitter

                        Commenta


                        • #13
                          Citazione da Genellix89 Visualizza il messaggio
                          https://youtu.be/WovUGbBlzqA
                          mi sapete dire che acuti prende questo cantante qui ?
                          grazie
                          Ultimo? Penso Sol#3, qui. Su 2:49 circa intendi?

                          Commenta


                          • #14
                            Citazione da Oblomov Visualizza il messaggio

                            Ultimo? Penso Sol#3, qui. Su 2:49 circa intendi?
                            Sisi intendevo proprio quello parte ....
                            grazie mille

                            Commenta

                            240x200 Colonna destra - Post

                            Comprimi

                            240x90 - Colonna Destra

                            Comprimi

                            240x480 - Colonna Destra Post

                            Comprimi

                            240x48

                            Comprimi

                            240x90

                            Comprimi

                            240x340

                            Comprimi

                            Footer 728x90

                            Comprimi
                            Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
                            X