728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Ho i noduli alle corde vocali?

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Da Quanto tempo studi?
    Eri già brava prima di prendere lezioni oppure hai iniziato dall' inizio?
    Scusa per tutte le domande, diciamo che non ho avuto modo conversare con qualcuno che se ne intende più di me haha
    Poi avrei un altra domanda un po' strana. .
    Fai finta che adesso ti nomini una canzone tipo... "i belong to you" di anastacia, sapresti cantarla bene nonostante tu non l'abbia praticata?

    Commenta


    • #17
      Ho iniziato a studiare a 15 anni e adesso ne ho 30...i primi 7 anni con un'insegnante di canto che però mi aveva dato un'impostazione liricoide, infatti poi quando ho deciso di andare a studiare proprio in un' accademia seria, ho conosciuto lì Serena Ottaviani e la prima cosa che mi disse è stata: ma tu fino adesso hai studiato canto moderno o lirico? Ed io: moderno! E lei giustamente mi disse: hai un'impostazione troppo liricoide per aver studiato moderno.

      Praticamente con lei mi si è aperto un mondo e una conoscenza musicale alla quale non mi ero mai accostata. E fortunatamente ancora studio con lei e non la lascerò mai. Per togliere l'impostazione liricoide ci abbiamo messo almeno un anno ma abbiamo lavorato duramente.

      Io a 3 anni ho scoperto che amavo molto la musica e soprattutto cantare, infatti ho iniziato nel coro della chiesa e lì mi sono accorta di aver una buona base di mio, mi facevano sempre cantare come voce principale nelle strofe delle canzoni e così mi accorsi che ero veramente intonata e crescendo anche assieme all aiuto di mia madre a 15 anni iniziai i primi passi verso lo studio e la conoscenza del canto, della voce.

      I belong to you la conosco certamente.
      Bhe per il mio range vocale è perfetta. Se fosse stata una canzone che non conoscevo sicuramente l'avrei studiata a fondo per poi riproporla a terze parti se serviva. Lavorando a molti matrimoni mi capita spesso di dover affrontare brani mai sentiti o che conosco a malapena senza averli mai studiati, e per poter eseguire una buona performance, dietro c'è tanto studio... Poi se ho dei dubbi grandi come una casa, alzo il telefono e chiamo Serena Ottaviani e mi prenoto una lezione in più per chiarire i miei dubbi. Oramai lei è sempre il mio punto di riferimento sia per quanto riguarda l'impostazione vocale che anche per le performance, infatti con lei ho studiato anche Presenza scenica che è una delle materie fondamentali per una cantante, ma con lei ho anche imparato cosa significa essere professionale in questo lavoro

      Commenta


      • #18
        Citazione da JadeSinger Visualizza il messaggio
        infatti con lei ho studiato anche Presenza scenica che è una delle materie fondamentali per una cantante
        Mai sentita come materia di un percorso di studi musicale.
        Di che si tratta esattamente?

        Vendo Boss RT-20 rotary/leslie, HBE Germania 3Q treble booster, Visual Sound Route66 compressor-overdrive, Fulltone FatBoost FB-3, AMT Tweed Sound, Joyo American Sound, Two Notes Torpedo CAB, Zoom G3X, Zoom GFX5. Info tramite messaggi privati

        Commenta


        • #19
          Wow ma lo sai che anche io ho un impostazione abbastanza liricoide (ma solo nella terza ottava). Ma penso perché ho preso come spunto un cantante che per l'appunto canta cosi.
          Comunque complimenti per il percorso che hai fatto, a sentirsi sembra molto interessante. Avrei qualche altra domanda se non ti dispiace haha
          Probabilmente tu sei quasi una professionista, Quindi mi piacerebbe sapere se quando eri all'inizio ti capitava di avere giorni in cui mancavi spesso di intonazione oppure andavi fuori tempo, ed altri in cui eri impeccabile, ti capitava?
          Hai mai pensato di creare qualcosa di tuo?
          Ne saresti capace?
          ​​​​​​Sapresti dirmi quale sono quelle cose dove mi diresti "Senza un maestro di canto, non l'ho avrei mai imparato"?

          Commenta


          • #20
            Citazione da VSmolsky Visualizza il messaggio
            Mai sentita come materia di un percorso di studi musicale.
            Di che si tratta esattamente?
            È quella materia che ti aiuta a gestire le emozioni quando sei sul palco. Ti insegnano addirittura la camminata per arrivare sul palco, guardare in quarta parete, gestire l'insicurezza, presentarsi ad un provino, realizzare monologhi e recitarli, scoprire l'animale che è in te e prenderlo come spunto quando ti esibisci...è difficile da spiegare... Ma sono tutti esercizi che ti fanno crescere e ti fanno scoprire delle cose interiori che puoi utilizzare sul palco quando ti esibisci

            Commenta


            • #21
              Citazione da Typhale99 Visualizza il messaggio
              Wow ma lo sai che anche io ho un impostazione abbastanza liricoide (ma solo nella terza ottava). Ma penso perché ho preso come spunto un cantante che per l'appunto canta cosi.
              Comunque complimenti per il percorso che hai fatto, a sentirsi sembra molto interessante. Avrei qualche altra domanda se non ti dispiace haha
              Probabilmente tu sei quasi una professionista, Quindi mi piacerebbe sapere se quando eri all'inizio ti capitava di avere giorni in cui mancavi spesso di intonazione oppure andavi fuori tempo, ed altri in cui eri impeccabile, ti capitava?
              Hai mai pensato di creare qualcosa di tuo?
              Ne saresti capace?
              ​​​​​​Sapresti dirmi quale sono quelle cose dove mi diresti "Senza un maestro di canto, non l'ho avrei mai imparato"?
              Bhe ancora oggi mi capita di andare fuori tempo in alcune canzoni e le studio finché non riesco a prendere il ritmo giusto e ovviamente in questo ho sempre l 'aiuto della mia vocal coach. Ci sono serate che sono soddisfatta di quello che propongo e serate in cui magari non riesco a dare il massimo come vorrei.

              Crearmi qualcosa di mio, esempio degli inediti!? Bhe anni fa cantavo in una band punk rock e facevamo brani nostri... Non ero un'ottima scrittrice come non lo sono mai stata, perché purtroppo non ho potuto studiare per questo per delle mie impossibilità economiche, quindi per scrivere i brani ci aiutavamo l uno con l'altro. Poi per motivi interni al gruppo purtroppo ci siamo sciolti... Ho provato con altri elementi a rimetterlo su ma quando vedevo la poca partecipazione ho chiuso tutto e ho deciso di non riprendere più in mano la situazione. Poi con il tempo ho capito che preferivo cantare Sì, ma non diventare qualcuno come sognavo a 15 anni... Il mondo della musica è spietato oggi giorno e purtroppo molto falso e devi avere CARATTERE, un carattere molto forte... Io mi reputo una persona molto umile che però non ha un carattere così forte da poter stare in mezzo ad un mondo così come lo è diventato oggi nel campo musicale... Non amo molto gareggiare anche se ho fatto molti concorsi canori quando ero piccola, pur avendo quasi sempre dei buoni risultati ho capito crescendo che non era il mondo al quale volevo accostarmi se non al di fuori quindi continuarlo a fare professionalmente senza diventare famosa in televisione... Sembrerà strano ma le telecamere mi mettono un'ansia assurda come anche le interviste...
              ​​​​​​

              Senza un maestro di canto non l avrei mai imparato?.... Allora sicuramente a gestire la respirazione diaframmatica che ogni tanto ancora oggi mi capita un pochino di perderla.. Sicuramente a conoscere cose di me, anche qualità che non pensavo di avere... Ma più di tutte la cosa che ho imparato è ad essere professionale nel mio lavoro da cantante.
              Ci sono molte cantanti che lavorano in televisione, tra cui una che ho conosciuto, che era molto brava dal punto di vista canoro, ma per niente professionale in tutto il resto.
              ​​​

              Commenta


              • #22
                Citazione da JadeSinger Visualizza il messaggio
                È quella materia che ti aiuta a gestire le emozioni quando sei sul palco. Ti insegnano addirittura la camminata per arrivare sul palco, guardare in quarta parete, gestire l'insicurezza, presentarsi ad un provino, realizzare monologhi e recitarli, scoprire l'animale che è in te e prenderlo come spunto quando ti esibisci...è difficile da spiegare... Ma sono tutti esercizi che ti fanno crescere e ti fanno scoprire delle cose interiori che puoi utilizzare sul palco quando ti esibisci
                Quindi è qualcosa che ha più a che fare con le emozioni, il proprio IO interiore, il proprio body language, che non con la tecnica vocale in sé.

                Qualcosa di stampo più psicologico che tecnico.


                Anche tutto questo ha la sua importanza, perché puoi essere pure bravino/a e preparato/a, ma se al momento di esibirti davanti a un pubblico vai nel panico più totale perché ti vedi ancora come un imbranato alle prime armi, hai il terrore di sbagliare, di non essere all'altezza, di rifare gli stessi errori che facevi appena iniziato, e altri mille possibili tarli mentali, tanto da dimenticare le parole o le note, il disastro è assicurato.

                È un po' quel che succede a chi è anoressica: la bilancia segna 35 Kg eppure lei si vede sempre grassa, perché ha ancora installata nella sua mente l'immagine della vecchia lei, una lei che però oggi non esiste più.
                La testa a volte fa brutti scherzi e spesso la differenza tra un percorso musicale di successo e uno mediocre, la fa proprio l'approccio mentale.
                Vendo Boss RT-20 rotary/leslie, HBE Germania 3Q treble booster, Visual Sound Route66 compressor-overdrive, Fulltone FatBoost FB-3, AMT Tweed Sound, Joyo American Sound, Two Notes Torpedo CAB, Zoom G3X, Zoom GFX5. Info tramite messaggi privati

                Commenta


                • #23
                  Citazione da VSmolsky Visualizza il messaggio

                  Quindi è qualcosa che ha più a che fare con le emozioni, il proprio IO interiore, il proprio body language, che non con la tecnica vocale in sé.

                  Qualcosa di stampo più psicologico che tecnico.


                  Anche tutto questo ha la sua importanza, perché puoi essere pure bravino/a e preparato/a, ma se al momento di esibirti davanti a un pubblico vai nel panico più totale perché ti vedi ancora come un imbranato alle prime armi, hai il terrore di sbagliare, di non essere all'altezza, di rifare gli stessi errori che facevi appena iniziato, e altri mille possibili tarli mentali, tanto da dimenticare le parole o le note, il disastro è assicurato.
                  Si bravo hai afferrato il concetto! È proprio il movimento del corpo che parla per te sul palco e quindi bisogna lavorarci sopra anche da un punto di vista mentale ovviamente, perché è sempre la mente che blocca le nostre emozioni

                  Commenta


                  • #24
                    JadeSinger Ciao Jade in realtà avrei qualche altra domanda...In realta penso di avere ancora dei problemi con le corde vocali perchè quando canto la mia voce si spezza. Tuttavia riesco ad emettere le note alte senza quasi nessun problema. In realtà la mia domanda è...é pericolo usare il belting nelle zone do4-re4 per me che sono un baritono?
                    Oppure lo posso fare senza problemi, basta che non spingo troppo?
                    Penso che il problema mi sia venuto perchè stavo effettuando un belting (con la voce poco riscaldata tral'altro)
                    e la nota non era abbastanza sostenuta ed io ho spinto troppo.
                    Ho postato anche una registrazione di un belting di un do4 (nei commenti precedenti), magari da li ti puoi fare un idea.

                    Commenta


                    • #25
                      Citazione da Typhale99 Visualizza il messaggio
                      JadeSinger Ciao Jade in realtà avrei qualche altra domanda...In realta penso di avere ancora dei problemi con le corde vocali perchè quando canto la mia voce si spezza. Tuttavia riesco ad emettere le note alte senza quasi nessun problema. In realtà la mia domanda è...é pericolo usare il belting nelle zone do4-re4 per me che sono un baritono?
                      Oppure lo posso fare senza problemi, basta che non spingo troppo?
                      Penso che il problema mi sia venuto perchè stavo effettuando un belting (con la voce poco riscaldata tral'altro)
                      e la nota non era abbastanza sostenuta ed io ho spinto troppo.
                      Ho postato anche una registrazione di un belting di un do4 (nei commenti precedenti), magari da li ti puoi fare un idea.
                      Non essendo io un'insegnante preferirei dare la precedenza ad un'insegnante di canto da questo punto di vista

                      Commenta


                      • #26
                        Capisco grazie lo stesso

                        Commenta

                        240x200 Colonna destra - Post

                        Comprimi

                        240x90 - Colonna Destra

                        Comprimi

                        240x480 - Colonna Destra Post

                        Comprimi

                        240x48

                        Comprimi

                        240x90

                        Comprimi

                        240x340

                        Comprimi

                        Footer 728x90

                        Comprimi
                        Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
                        X