728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Chitarra elettrica: tecnica e velocità

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Chitarra elettrica: tecnica e velocità

    Cari colleghi (o quasi),
    ho cominciato da un annetto abbondante ad esercitarmi e a studiare seriamente e costantemente dopo molti anni di inattività sulla mia elettrica Ibanez pro line giapponese annata 1986.
    Da eterno autodidatta non avevo mai studiato la plettrata alternata che invece adesso sto affrontando seguendo il video corso Chop Builder di F. Gambale (se qualcuno è interessato si trova su YouTube).
    È da 2-3 mesi che ci lavoro ma mi sono arenato già da un mesetto agli example 6 - 7 - 8 - 9 del round 2: in pratica a metronomo di circa 120 bpm gli esercizi vedono 4 note diverse per bpm e un cambio di corda ogni 2.
    Riesco ad eseguirlo discretamente a 2/3 della velocità (80bpm) ma già a 90 vado in stress e a 100 mi viene impreciso.
    Sto cercando di capire perché non vedo miglioramenti significativi.
    Sicuramente non mi sono di aiuto l'età (48) e la stanchezza post-lavorativa ma non voglio darmi per vinto, l'ho già fatto in passato e non voglio più fare questo errore...so che ce la posso fare...in questo anno ho visto che in generale ho avuto dei miglioramenti importanti ed è per questo che ho molta fiducia.
    Ultimamente mi sono reso conto che non è molto corretta l'impostazione della mano sinistra.
    Forse la soluzione migliore è proprio quella di concentrarsi sulla esecuzione corretta con la impostazione corretta delle due mani dimenticando la velocità...anzi senza l'uso del metronomo. Solo dopo aver preso padronanza della esecuzione corretta con la giusta impostazione introdurre il metronomo da incrementare gradualmente. Cosa mi consigliate?
    Poi un altra curiosità, ma quanto tempo occorre mediamente per acquisire una tecnica e quindi una velocità dignitosa?
    Un saluto e un grazie a tutti.

  • #2
    Ciao,
    il supporto dei nostri amici contributor in materia può essere senz'altro utile, oltre a quello di tutti gli altri utenti

    Paolo Anessi Davide Seravalle Sebastiano Esposito Vincenzo Grieco
    Regolamento Musicoff Forum - Come funziona il Forum - Tutta la verità su Musicoff

    Gli altri canali della community
    YouTubeFacebookInstagramTwitter

    Commenta


    • #3
      Citazione da Michele Del Medico Visualizza il messaggio
      Cari colleghi (o quasi),
      ho cominciato da un annetto abbondante ad esercitarmi e a studiare seriamente e costantemente dopo molti anni di inattività sulla mia elettrica Ibanez pro line giapponese annata 1986.
      Da eterno autodidatta non avevo mai studiato la plettrata alternata che invece adesso sto affrontando seguendo il video corso Chop Builder di F. Gambale (se qualcuno è interessato si trova su YouTube).
      È da 2-3 mesi che ci lavoro ma mi sono arenato già da un mesetto agli example 6 - 7 - 8 - 9 del round 2: in pratica a metronomo di circa 120 bpm gli esercizi vedono 4 note diverse per bpm e un cambio di corda ogni 2.
      Riesco ad eseguirlo discretamente a 2/3 della velocità (80bpm) ma già a 90 vado in stress e a 100 mi viene impreciso.
      Sto cercando di capire perché non vedo miglioramenti significativi.
      Sicuramente non mi sono di aiuto l'età (48) e la stanchezza post-lavorativa ma non voglio darmi per vinto, l'ho già fatto in passato e non voglio più fare questo errore...so che ce la posso fare...in questo anno ho visto che in generale ho avuto dei miglioramenti importanti ed è per questo che ho molta fiducia.
      Ultimamente mi sono reso conto che non è molto corretta l'impostazione della mano sinistra.
      Forse la soluzione migliore è proprio quella di concentrarsi sulla esecuzione corretta con la impostazione corretta delle due mani dimenticando la velocità...anzi senza l'uso del metronomo. Solo dopo aver preso padronanza della esecuzione corretta con la giusta impostazione introdurre il metronomo da incrementare gradualmente. Cosa mi consigliate?
      Poi un altra curiosità, ma quanto tempo occorre mediamente per acquisire una tecnica e quindi una velocità dignitosa?
      Un saluto e un grazie a tutti.
      Ciao Michele!

      Se sei sicuro di avere una corretta postura ed eseguire i movimenti in maniera corretta (per aiutarti di più dovrei guardare un tuo video) il consiglio più efficace che ti posso dare è quello di lavorare "a sfinimento" eseguendo ogni esercizio PERFETTAMENTE dieci volte DI FILA e riazzerando il conteggio delle ripetizioni ogni volta che fai anche solo un minimo errore. Questo partendo dalla velocità più bassa che ti permette una serena e corretta esecuzione e alzandoti di 5 bpm ogni volta che riesci ad eseguire le dieci ripetizioni perfette di fila.

      E' comunque indispensabile che tu impari a cantare (l'intonazione corretta non è così importante) l'esercizio, usando il piede come metronomo, e che tu impari a cantartelo più velocemente di quanto sei attualmente in grado di suonarlo: se non si riesce a immaginarlo come si può pensare di realizzarlo?
      Dopo di che usa il canto per spronarti (con E senza il metronomo) a superare i tuoi limiti ignorando, durante queste sperimentazioni, l'esecuzione perfetta e lasciandoti andare all'istinto.

      Spero di esserti stato d'aiuto!
      Davide Serravalle - La Chitarra Rock per Tutti

      Commenta


      • #4
        Grazie ...ho visto solo ora il messaggio perché avevo dei problemi ad accedere al forum... proverò come hai detto

        Commenta

        240x200 Colonna destra - Post

        Comprimi

        240x90 - Colonna Destra

        Comprimi

        240x480 - Colonna Destra Post

        Comprimi

        240x48

        Comprimi

        240x90

        Comprimi

        240x340

        Comprimi

        Footer 728x90

        Comprimi
        Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
        X