728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Consiglio tastiera Midi per scrittura & accompagnamento

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Consiglio tastiera Midi per scrittura & accompagnamento

    Ciao cari appassionati vorrei chiedere gentilmente un opinione a voi esperti di tastiere su un mio prossimo acquisto.

    Suono l'ukulele e ultimamente mi sto divertendo con Guitar Pro a creare degli arrangiamenti per il mio strumento.
    Posso usare mouse e tastiera da computer certo, ma ho pensato di acquistare una tastiera Midi per rendere più piacevole e intuitivo l'atto di scrivere la musica ed anche per schematizzare alcune nozioni di teoria (ho studiato musica e pianoforte diversi anni fa).
    Questo sarebbe quindi il motivo primario, tuttavia, non disprezzerei neanche (secondario) poter creare dei semplicissimi accompagnamenti per l'ukulele, dato che di per se è uno strumento con una piccola gamma dinamica (due ottave circa, una tastiera da 25 tasti), niente di complesso o professionale, pensavo giusto qualche accordo e al massimo scandire il tempo con delle percussioni.
    Dunque ho selezionato delle tastiere che vi elenco con la mia considerazione:

    M-Audio Keystation Mini 32 MK3: Sarebbe molto piccola e comoda da piazzare davanti al computer, inoltre anche la scelta più economica. Sono perplesso tuttavia sulla qualità della tastiera e sui tasti forse troppo piccoli per le mie mani abituate al piano (oppure è una cosa a cui si fa l'abitudine?).

    Alesis V25: Di questa tastiera mi piacciono i tasti a dimensione full, credo che mi troverei bene, tuttavia molte funzionalità della pulsantiera mi sembrano un eccesso rispetto all'uso che dovrei farne, anche le dimensione iniziano (ovviamente) a diventare più importanti e ho dubbi sulla qualità.

    Yamaha PSS-A50: Questa è la scelta a cui sono più orientato, conoscendo la Yamaha so che la tastiera dovrebbe essere quantomeno passabile, dovrebbe avere la funziona Midi per collegarla al pc, e potrei usarla anche senza la connessione al pc per accompagnamenti al volo. I tasti sono tuttavia 1,8mm e non so se siano troppo piccoli, ed anche le dimensioni sarebbe come piazzare davanti al pc una tastiera vera e propria.
    Il suono integrato si sentirà discretamente oppure simile alle tastierine giocattolo che non si capisce neanche che strumento stia suonando?

    Nektar Impact GX49 & Alesis V49: Inserisco queste due ultime assieme perché valutare una tastiera a 49 tasti credo sia un po eccessivo e andrebbe oltre le mie necessità, tuttavia mi permetterebbe di coprire tutte le ottave che solitamente suono al piano, permettendomi di avere un vero e proprio strumento in più, versatile anche per altri utilizzi oltre quello di scrittura e accompagnamento.

    Dunque mi piacerebbe avere una vostra opinione, certo so già che il mio budget è limitato, ma anche le mie pretese lo sono, non cerco uno strumento per musica professionale o per registrare esecuzioni, quello a cui punto che svolga la sua funzione, che sia piacevole da utilizzare, che non abbia problemi di immissione degli input, che sia affidabile ecco, non un fermacarte in più sulla scrivania.
    Ovviamente sono ben accette anche altre alternative.

    Grazie mille!



  • #2
    Io la PSS-a50 ce l'ho: proprio bella, i tasti sono quelli della Reface, dinamica decente, molto leggeri, tutta midi. E' anche buona come modulo sonoro dato che e' multitimbrica!
    Per altro ha un discreto sequencer per registrarsi delle basi di qualche bar da mandare in loop per esercitarsi a suonarci sopra, anche un arpeggiatore con dei pattern interessanti per farti le progressioni di accordi. Anche la traccia ritmica su misura si puo' registrare (pero' non e' incrementale, non si puo' sovraincidere, devi fartela tutta in una tirata).

    Per me molto comoda e' anche l'AKAI APC key 25 per fare le basi, i tasti sono PESSIMI. E' ottima con una master con dei buon trasporter per pilotare un DAW come le NI M32, oddio a quel punto prenderei l'APC mini senza i tasti musicali pero', per quanto averceli vien comodo quando sei tipo solo col portatile con l'APC key sopra e suoni la chitarra.

    Commenta


    • #3
      Citazione da Andrew89 Visualizza il messaggio
      M-Audio Keystation Mini 32 MK3: Sarebbe molto piccola e comoda da piazzare davanti al computer, inoltre anche la scelta più economica. Sono perplesso tuttavia sulla qualità della tastiera e sui tasti forse troppo piccoli per le mie mani abituate al piano (oppure è una cosa a cui si fa l'abitudine?).
      Io partirei da qui.
      Se vieni dal piano, se sei abituato a un certo tipo di risposta dal tasto e sopratutto ad una certa larghezza, probabilmente passare ai tasti mini sarà come passare da una Mercedes a una Fiat 126.
      Le tue dita faranno fatica ad adattarsi, potresti avere difficoltà pure a prendere un accordo perchè il dito finisce sul tasto accanto o perché ne premi due contemporaneamente.
      E non è una cosa che dico soltanto io. Che i tasti mini non siano adatti a ogni tipo di mano è cosa risaputa, basta leggere una qualsiasi recensione di tastiera o synth dotata di questi tasti.

      Sabato ho avuto modo di provare le Yamaha Reface CS e DX, oltre la citata PSS A50, suoni splendidi in relazione al costo e alle dimensioni degli altoparlanti, ma tastiera insuonabile per me per via dei tasti mini.
      Poi ho messo le mani sulla Yamaha MODX6, tutt'altra musica!! E non tanto per i suoni da mandibola abbassata che aveva (te credo...5.7GB di forme d'onda e suoni campionati oltre alla sintesi FM sembrava di essere il capitano Kirk sul ponte di comando della Enterprise...) ma per il tipo di tasto e la dimensione.
      Ma pure con una ben più modesta Yamaha MX49 (con cui condivide la tastiera) o un Roland V Combo...là ci potevi suonare in scioltezza.

      A me sembra che ti stai ponendo limiti che non hanno ragione di essere, come se quasi ti vergognassi a comprare questa tastiera. La vuoi piccola che più piccola non si può (2 ottave) e per di più con i tasti mini...sia mai ha i tasti standard.
      Perché offrire alle tue mani un simile supplizio? Perché non una tastiera con tasti standard da 3 o 4 ottave?

      https://www.arturia.com/products/hyb...lab49/overview
      https://nektartech.com/impact-lx49-61-plus/

      Tanto la terrai a casa, quindi il fatto che sia così piccola da entrare dentro uno zaino non è un vantaggio.
      Questi aggeggini minuscoli di cui è pieno il mercato sono pensati più che altro per chi fa jam in situazioni live e ha la necessità di avere un oggetto piccolo e portatile per gestire pads, avviare loops e inserire note dentro un arpeggiatore. Li vedo spesso nei discopub tra le mani del DJ che accompagnano il brano suonando le percussioni sui pads.
      Ma chi scrive musica al pc, per l'uso in studio, chi crea progetti, non trae alcun vantaggio da un cosino microscopico di 500grammi che sta nel palmo di una mano. Anzi, è un limite, sia per l'estensione delle ottave sia per il tipo di tasto.

      Faresti meglio a fare una prova in negozio prima possibile, così da renderti subito conto di cosa si intende per tasti mini, perché vederli in foto non è come toccarli con mano, e anche del tipo di risposta del tasto, perché un semi-pesato e un synth action sono molto diversi tra loro.
      Le prime due cose che dovresti chiarire sono queste due, per iniziare a restringere il cerchio. Al resto si penserà successivamente...
      Vendo Boss RT-20 rotary/leslie, HBE Germania 3Q treble booster, Visual Sound Route66 compressor-overdrive, Fulltone FatBoost FB-3, AMT Tweed Sound, Joyo American Sound, Two Notes Torpedo CAB, Zoom G3X, Zoom GFX5. Info tramite messaggi privati

      Commenta


      • #4
        Mannaggia VSmolsky arrivi un po tardi, perché in questo momento la tastierina Yamaha è in fase di spedizione, se avessi letto un po prima avrei riprogrammato i mie calcoli e ci avrei pensato ancora un po su!
        Innanzitutto ci tengo a ringraziare andream per il prezioso consiglio, hai confermato alcune mie perplessità sulla qualità di questo prodotto e mi hai dato la spinta decisiva all'acquisto.
        Farò di certo sapere, nel caso non mi trovassi proprio posso sempre effettuare il reso!
        VSmolsky
        Citazione da VSmolsky Visualizza il messaggio
        Se vieni dal piano, se sei abituato a un certo tipo di risposta dal tasto e sopratutto ad una certa larghezza, probabilmente passare ai tasti mini sarà come passare da una Mercedes a una Fiat 126.
        Le tue dita faranno fatica ad adattarsi, potresti avere difficoltà pure a prendere un accordo perchè il dito finisce sul tasto accanto o perché ne premi due contemporaneamente.
        E non è una cosa che dico soltanto io. Che i tasti mini non siano adatti a ogni tipo di mano è cosa risaputa, basta leggere una qualsiasi recensione di tastiera o synth dotata di questi tasti.
        Ecco si su questo ho davvero molti dubbi, ed anzi, aggiungo una cosa che mi insospettisce ancor di più: abituarmi poi ai tasti mini e far fatica a ritornare su quelli del pianoforte
        Perché quindi sui tasti mini ho pensato di passarci su?
        Sto pensando all'acquisto non per fare "musica sul serio" il mio strumento è l'ukulele, il mondo delle tastiera e del Midi per me è completamente nuovo.
        Mi spiego meglio, io quando iniziai a studiare pianoforte avevo una splendida Yamaha psr e443, ma non sono mai riuscito a sfruttarla completamente, perché a me bastava il semplice suono del pianoforte ed il resto non l'ho mai studiato e ne approfondito....e quindi è stata venduta sull'usato come nuova
        Comunque, quello che voglio dire, che non ho intenzione di dilettarmi sulla tastiera, ma vorrei fare semplici accordi o linee melodiche, stravaccarmi sul letto e provare varie forme di accordi per capire quale funziona e quale no sul mio arrangiamento (non ho nozioni di composizione), immettere le note in Midi sul foglio pentagrammato, il resto -appunto crearmi delle basi- sarebbe un non plus ultra che comunque come ben dici mi aprirebbe una strada su un terreno per me ancora ignoto ma che sarebbe perfettamente complementare al mio strumento e tirerebbe fuori ciò che ho appreso sul pianoforte, strumento che ho un po accantonato.
        Citazione da VSmolsky Visualizza il messaggio
        Sabato ho avuto modo di provare le Yamaha Reface CS e DX, oltre la citata PSS A50, suoni splendidi in relazione al costo e alle dimensioni degli altoparlanti, ma tastiera insuonabile per me per via dei tasti mini.
        Poi ho messo le mani sulla Yamaha MODX6, tutt'altra musica!! E non tanto per i suoni da mandibola abbassata che aveva (te credo...5.7GB di forme d'onda e suoni campionati oltre alla sintesi FM ​sembrava di essere il capitano Kirk sul ponte di comando della Enterprise...) ma per il tipo di tasto e la dimensione.
        Ma pure con una ben più modesta Yamaha MX49 (con cui condivide la tastiera) o un Roland V Combo...là ci potevi suonare in scioltezza.
        Eh se non ha un bel tocco uno strumento da mille euro....
        Guardando le dimensioni considera anche che la mia situazione è questa:
        Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   kNcNUs8.jpg 
Visite: 42 
Dimensione: 94.2 KB 
ID: 2176750
        Potrei utilizzare il pianoforte digitale in midi ma è tutt'altro che comodo, dovrei posizionare il computer in bilico sopra il piano ed avrei problemi per raggiungere il mouse, ci ho provato ma è un agonia.
        Dunque una tastiera larga al massimo 20cm dovrebbe calzare a pennello al posto della tastiera del computer, la yamaha inoltre essendo lunga 50cm mi lascerebbe libero anche il mouse.

        Comunque con questo non voglio di certo tirare acqua al mio mulino, perché hai fatto un ottima indagine psicologica: effettivamente prendo le cose sempre in modo superficiale e spesso non le porto a termine, ed il mio basso budget è dovuto di certo alla mia incertezza su questo nuovo progetto e al non sapere se mi prenderà o no (vedasi la fine della yamaha Psr e430, seppur acquistata per un altro intento).
        In qualsiasi caso, laddove mi troverò proprio male con questa tastiera midi, o avvertirò la necessità in futuro, seguirò di certo il tuo consiglio su una tastiera più generosa e di qualità.
        Il fatto che l'audio integrato da te provato risulta buono mi rincuora molto

        Citazione da VSmolsky Visualizza il messaggio
        Faresti meglio a fare una prova in negozio prima possibile, così da renderti subito conto di cosa si intende per tasti mini, perché vederli in foto non è come toccarli con mano, e anche del tipo di risposta del tasto, perché un semi-pesato e un synth action sono molto diversi tra loro.
        Quello anche ho pensato, pensavo di trovare qualcosa da MediaWord, infatti sono andato ma ho trovato solo la yamaha PSR-F51, che ha tasti full, il suono mi ha colpito positivamente tuttavia.
        Avrei dovuto andare in un negozio specializzato, la prossima volta mi farò più furbo.




        Commenta


        • #5
          Se ti serve per comporre basi e fare teoria i tasti mini e 2 o 3 ottave vanno benissimo, mica devi suonarci Mozart.

          Non farti venire delle paranoie, io suono il piano fin da bimbo e avro' 4-5 tastiere mini che girano per casa, sono comode per fare appunto quello che descrivi: mettere insieme singole parti. Mica puoi stare con la 49 tasti attaccato al computer, la cosa piu' comodo in quel caso e' un 2 ottave mini da tenere accanto alla tastiera del PC.

          Io suono il violino: hai un'idea della misura dei "tasti" a confronto di un basso e una chitarra? Eppure uomini maschi adulti lo suonano da sempre...

          La tastiera provala, usala per qualche giorno, non farti condizionare da qualcuno che dice che e' il diavolo per preconcetti o ergonomia sua. La gente le usa le tastiere mini, c'e' gente che usa direttamente i pad come si un launchpad per poter mettere direttamente ritmica, linea melodica e accordi dentro un DAW - looper.

          Commenta


          • #6
            Citazione da andream Visualizza il messaggio
            e' un 2 ottave mini da tenere accanto alla tastiera del PC.
            Ma la yamaha PSSA50 svolge anche la funzione da tastiera muta ho capito bene? Cioè esattamente come quelle midi?
            Mi sembra un buon compromesso, certo è più grandicella di quelle mini ma ha anche qualcosa in più.

            Commenta


            • #7
              Si', https://europe.yamaha.com/files/down...0_en_mr_a0.pdf
              Ha anche la funzione Local per disabilitare i suoni nativi quando piloti VST esterni.
              In entrata di default lavora su 4 canali multitimbrici, ma dovrebbe poter lavorare su tutti e 16 e piglia modulazione, pitch, sustain anche se non li ha fisicamente. Ha no il sustain ce l'ha, e' il portamento.

              La cosa non e' da sottovalutare perche' se tu ad es. hai un portatile - computer lofi che non ce la fa a far girare dei VST pesi oppure non ti vuoi mettere a smanettare per farlo funzionare a bassa latenza con quella puoi lavorare unicamente in MIDI pilotando i suoi suoni. In pratica anche una raspberry pi o un pc di 15 anni fa ce la puo' fare.

              Commenta


              • #8
                Grazie per l'info
                Tra l'altro l'ultimo raspberry è decisamente potente, non pensavo fosse possibile, si potrebbe pensare a qualche progettino interessante!

                Commenta


                • #9
                  E proprio quello a cui pensavo io, piu' che altro perche' e' una menata far girare certi VST su linux, sopratutto su ARM.

                  Comunque e' una tastierina da 80 euro, non sara' la cura per il coronavirus ma e' comoda da sballottare nello zaino ep sul divano e ha 3 ottave

                  Commenta


                  • #10
                    Citazione da Andrew89 Visualizza il messaggio
                    Mannaggia VSmolsky arrivi un po tardi, perché in questo momento la tastierina Yamaha è in fase di spedizione, se avessi letto un po prima avrei riprogrammato i mie calcoli e ci avrei pensato ancora un po su!
                    .....
                    .....
                    .....

                    Ecco si su questo ho davvero molti dubbi, ed anzi, aggiungo una cosa che mi insospettisce ancor di più: abituarmi poi ai tasti mini e far fatica a ritornare su quelli del pianoforte
                    Perché quindi sui tasti mini ho pensato di passarci su?
                    Sto pensando all'acquisto non per fare "musica sul serio" il mio strumento è l'ukulele, il mondo delle tastiera e del Midi per me è completamente nuovo.
                    Mi spiego meglio, io quando iniziai a studiare pianoforte avevo una splendida Yamaha psr e443, ma non sono mai riuscito a sfruttarla completamente, perché a me bastava il semplice suono del pianoforte ed il resto non l'ho mai studiato e ne approfondito....e quindi è stata venduta sull'usato come nuova
                    Comunque, quello che voglio dire, che non ho intenzione di dilettarmi sulla tastiera, ma vorrei fare semplici accordi o linee melodiche, stravaccarmi sul letto e provare varie forme di accordi per capire quale funziona e quale no sul mio arrangiamento (non ho nozioni di composizione), immettere le note in Midi sul foglio pentagrammato, il resto -appunto crearmi delle basi- sarebbe un non plus ultra che comunque come ben dici mi aprirebbe una strada su un terreno per me ancora ignoto ma che sarebbe perfettamente complementare al mio strumento e tirerebbe fuori ciò che ho appreso sul pianoforte, strumento che ho un po accantonato.
                    La mia parola non è Vangelo. Ti ho solo mostrato una possibilità, una evenienza. Magari ti piace e te la tieni...Ti invitavo solo a riflettere un attimo, a fare un giro in negozio per toccare con mano e renderti conto di cosa si parla, ma ormai è andata. Amen!

                    Se l'hai acquistata da un negozio, alle brutte alle brutte fai il reso come l'ho fatto io il mese scorso.
                    Avevo preso una Novation Mininova, provata, odiata e reimpacchettata nel giro di un pomeriggio. Poi mi sono documentato su questa tipologia di sintetizzatori (Mininova, MicroKorg, Minilogue) e ho scoperto di non essere l'unico abitante del pianeta Terra a non tollerare i tasti mini. Sui forum americani è pieno di gente che li ama, ma è altrettanto pieno di gente che li odia.
                    Fortuna che il mio era un usato da negozio, quindi non ho perso un centesimo, però è stata una esperienza estremamente formativa. Ho capito una volta per sempre che quel tipo di tasto non fa per me, cosa riconfermata con maggior forza dopo aver toccato con mano A50 e Reface CS e DX.
                    Però, ripeto, è una cosa molto soggettiva. Magari a te va da Dio e te la tieni, chi può dirlo...
                    I suoni comunque erano piuttosto chiari considerata la dimensione degli speakers e il feel dei tasti realistico. Credo fossero semi-pesati.
                    Vendo Boss RT-20 rotary/leslie, HBE Germania 3Q treble booster, Visual Sound Route66 compressor-overdrive, Fulltone FatBoost FB-3, AMT Tweed Sound, Joyo American Sound, Two Notes Torpedo CAB, Zoom G3X, Zoom GFX5. Info tramite messaggi privati

                    Commenta


                    • #11
                      @VSmolsky: compra una tastiera mini DECENTE e usala per un paio di settimane, c'e' anche gente che scrive che la Les Paul e' insunabile perche' e 2cm piu' corta dello standard quando c'e' altra gente che suona le parlour e i mandolini...

                      Sul web trovavi anche parei di gente che diceva che la minova e' un ottimo strumento adatto ai principianti ;)

                      Commenta


                      • #12
                        Citazione da andream Visualizza il messaggio
                        Comunque e' una tastierina da 80 euro, non sara' la cura per il coronavirus ma e' comoda da sballottare nello zaino ep sul divano e ha 3 ottave
                        Si certo, non ho aspettative esagerate, penso comunque tra le alternative sia la più versatile, se finisce che non la uso in un modo, posso sempre usarla nell'altro.
                        Vi terrò aggiornati quando arriva allora !
                        Intanto vi ringrazio entrambi per i consigli

                        Commenta


                        • #13
                          Citazione da VSmolsky Visualizza il messaggio
                          Però, ripeto, è una cosa molto soggettiva. Magari a te va da Dio e te la tieni, chi può dirlo...
                          Si esatto, penso che tu non sia l'unico a non trovarti bene.
                          Questa scelta soggettiva credo sia dettata in parte anche dalla necessità, certo io non mi sognerei di utilizzare una tastiera mini per esecuzioni importanti in pubblico, e forse neanche meno importanti a meno che ci prendo proprio la mano e mi trovo da dio come dici.
                          Vedremo...! Io spero di trovarmi bene poi non si sa

                          Commenta


                          • #14
                            Buon divertimento.

                            C'e' una prima "fase" in cui pensi a comporre le basi, ma poi c'e' la fase successiva in cui le basi le hai gia' fatte e stai a suonarci sopra. A quel punto viene comodo un attrezzo come un Launchpad - APC, che ha di buono che si trova a pochissimo usato e rende l'apprendimento di un DAW tipo ableton molto piu' facile e divertente.

                            Ma yep, una cosa alla volta ;)

                            Commenta


                            • #15
                              Citazione da andream Visualizza il messaggio
                              @VSmolsky: compra una tastiera mini DECENTE e usala per un paio di settimane, c'e' anche gente che scrive che la Les Paul e' insunabile perche' e 2cm piu' corta dello standard quando c'e' altra gente che suona le parlour e i mandolini...

                              Sul web trovavi anche parei di gente che diceva che la minova e' un ottimo strumento adatto ai principianti ;)
                              Credo invece che prenderò una tastiera GRANDE decente...o la sorella maggiore della Minilogue, oppure una workstation Yamaha. Magari non la MODX6 che costa un rene, ma una MX61 o la precedente MOXF6. Anche il Roland V Combo non mi è dispiaciuto affatto, anche se più basato sui suoni da organo.
                              Perchè imprecare su una tastiera lillipuziana da 100-150€, quando a una cifra tutto sommato ragionevole posso avere una cosa dove mi trovo più a mio agio e con una libreria di suoni x1000 volte più ampia e di alta qualità?

                              Anche un vecchio Korg Radias che è un interessantissimo ibrido sintesi/ sampling (PCM) e oggi va via a niente.
                              L'idea che ho io di tastiera, è qualcosa di molto vicino a quel che si sente in questo video. Suonare in tempo reale con una linea di accompagnamento fatta da me con la mano sx o magari dall'arpeggiatore. Non mettermi a costruire pezzetto a pezzetto una base o un brano intero.

                              Vendo Boss RT-20 rotary/leslie, HBE Germania 3Q treble booster, Visual Sound Route66 compressor-overdrive, Fulltone FatBoost FB-3, AMT Tweed Sound, Joyo American Sound, Two Notes Torpedo CAB, Zoom G3X, Zoom GFX5. Info tramite messaggi privati

                              Commenta

                              240x200 Colonna destra - Post

                              Comprimi

                              240x90 - Colonna Destra

                              Comprimi

                              240x480 - Colonna Destra Post

                              Comprimi

                              240x48

                              Comprimi

                              240x90

                              Comprimi

                              240x340

                              Comprimi

                              Footer 728x90

                              Comprimi
                              Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
                              X