728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Dubbi su insegnante di pianoforte

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Dubbi su insegnante di pianoforte

    Ciao a tutti, sono nuovo sul forum, vivo a Bologna. Pochi giorni fa ho contattato una mia vecchia amica laureata in pianoforte al conservatorio per chiederle se potesse darmi delle lezioni. Io canto amatorialmente e mi piacerebbe accompagnare la voce con gli accordi al piano. Lei mi ha dato la sua disponibilità. Ancora non ci siamo visti, ma mi domando come debba essere impostato il corso, mi spiego meglio: io sono uno studente di medicina, ancora non so fino a che punto e per quanto tempo potrò dedicarmi allo studio di uno strumento. Siccome inizierei le lezioni di piano tra pochi giorni, sfrutterei di più questa estate per imparare gli accordi e cantare. Il problema è che non so se valga la pena, soprattutto in ottica futura, associare a questo uno studio "classico", più serio, con teoria musicale, solfeggio ecc. ecc. (magari più in là), o optare completamente per qualcosa di più semplice e divertente anche a lungo termine, che magari mi darà risultati più velocemente, senza studiare pianoforte classico. Penso che comunque delle basi le dovrei imparare necessariamente. Voi che ne pensate? E per quanto riguarda l'insegnante, mi chiedevo, anche con gli studi classici si hanno delle competenze per insegnare piano moderno (per esempio improvvisazione)?
    Grazie in anticipo

  • #2
    Ciao, provo a risponderti
    Dunque, non sono un pianista ma suono la chitarra ed ho fatto 3 anni di lezioni private durante gli anni universitari, proprio di medicina, come te quindi so cosa vuol dire abbinare una passione come quella della musica con ritmi di studio serrati e un’attività che prende il 90% del tuo tempo e della tua mente.
    Molto brevemente mi concedo un consiglio “motivazionale”: fallo assolutamente, fregatene di quanto dovrai sbatterti per fare entrambe le cose, ne vale assolutamente la pena ed uscire dall’università di medicina con una passione portata a ottimi livelli è veramente gratificante e ti aiuta a non sentirti alienato quando lo studio ti impedirà qualsiasi altra cosa.

    Per quanto riguarda il corso secondo me ormai gli studi classici sono differenti dall’approccio moderno allo strumento, specie per chi ci si avvicina come amatore e non a 7-8 anni come potenziale professionista del settore (anche se...non si sa mai ), quindi secondo me la parte di solfeggio è giusto ridurla all’essenziale, mentre non sono d’accordo sulla considerazione che hai sulla teoria: è una parte fondamentale del percorso, che ti servirà per capire quello che ti gira intorno musicalmente, ti deve dare una qualità straordinaria del musicista che è la consapevolezza, una cosa che vale a tutti i livelli.
    Chiaramente non è l’unica parte che devi fare, la pratica è altrettanto importante, il repertorio, la tecnica, l’improvvisazione.
    Se questa tua amica esce da una scuola con una visione non troppo antiquata della musica non avrai problemi, poi un buon insegnante si adatta anche all’allievo
    Art Of Motion, musica in movimento.
    https://artofmotion.bandcamp.com/releases

    Commenta


    • #3
      Benvenuto bigbrother01
      Mi associo al saggio pensiero di Cosimo
      Regolamento Musicoff Forum - Come funziona il Forum - Tutta la verità su Musicoff

      Gli altri canali della community
      YouTubeFacebookInstagramTwitter

      Commenta


      • #4
        Mi associo a quanto detto da Cosimo. Poi dipende tanto da persona a persona... per esempio chi ha poco senso del ritmo deve da subito esercitarsi sulla divisione ritmica (imparare gli ottavi, quarti, sedicesimi, terzine ecc...) perchè, mentre persone più portate musicalmente non faranno fatica a suonare a orecchio, altri avranno bisogno di sapere tutta la teoria per venirne a capo.
        Regolamento Musicoff Forum - Come funziona il Forum - Tutta la verità su Musicoff

        Gli altri canali della community
        YouTubeFacebookInstagramTwitter

        Commenta


        • #5
          Citazione da bigbrother01 Visualizza il messaggio
          Ciao a tutti, sono nuovo sul forum, vivo a Bologna. Pochi giorni fa ho contattato una mia vecchia amica laureata in pianoforte al conservatorio per chiederle se potesse darmi delle lezioni. Io canto amatorialmente e mi piacerebbe accompagnare la voce con gli accordi al piano.... [CUT]

          Il problema è che non so se valga la pena, soprattutto in ottica futura, associare a questo uno studio "classico", più serio, con teoria musicale, solfeggio ecc. ecc. (magari più in là), o optare completamente per qualcosa di più semplice e divertente anche a lungo termine, che magari mi darà risultati più velocemente, senza studiare pianoforte classico. Penso che comunque delle basi le dovrei imparare necessariamente. Voi che ne pensate?
          Se vuoi studiare teoria e solfeggio fallo perche' ti piacciono le cose strutturate, patterns, combinazioni incrociate, esercizi di coordinamento, perche' vuoi suonare con precisione e avere controllo totale di quello che vuoi suonare.

          Se vuoi divertirti facendo delle basi per quello che canti ci sono dei giocattoli strepitosi che ti fanno la parte difficile (accordi e scale), ti permettono di "spezzettare" la performance in parti elementari di cui poi magari si occupano loro di metterli nelle giusta intonazioni, farti fare solo le giuste scale, correggere gli errori di tempi.

          Te ne faccio vedere un paio giusto per sensazione:
          - https://www.mercatinomusicale.com/an...TE+KONTROL+M32

          - https://www.mercatinomusicale.com/an...&kw=Apc+Key+25

          - https://www.mercatinomusicale.com/an...-audio+code+49

          Ti registri il ritmo, fai una linea di basso con la tonica degli accordi, metti giu' gli accordi con l'accordatore, puoi pure fare un po' di melodia impostando una scala fissa. Cioe' un po' di teoria bisogna che la capisci per saper cosa fare, ma non e' che devi fare mesi di scale per farti la base di With or without you che sono 4 accordi e una linea di basso costante in tutto il brano. Puoi suonarla con calma in do (con il transpose) facendo gli accordi con un tasto, ti fanno pure gli arpeggi. Poi quando vuoi studiarti gli accordi e passare un'retta a fare arpeggi e scale nessuno te lo impedisce...

          Demo @6:20 : https://www.youtube.com/watch?v=QJu0WrQuCNE
          Qui https://www.youtube.com/watch?v=2te_ThCO6ow ci fanno altro musica elettronica, ma te puoi farti le basi con 4 battute per l'intro, la strofa e il ritornello e poi arrangiarli.

          Se vuoi te la butto giu' e te la faccio sentire
          EDIT: done http://store.piffa.net/sounds/with%2...ithout%20u.mp3
          fatto con la APC Key25

          Commenta

          240x200 Colonna destra - Post

          Comprimi

          240x90 - Colonna Destra

          Comprimi

          240x480 - Colonna Destra Post

          Comprimi

          240x48

          Comprimi

          240x90

          Comprimi

          240x340

          Comprimi

          Footer 728x90

          Comprimi
          Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
          X