728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Le foto delle nostre armi

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • alexandrogatto
    ha iniziato la discussione Le foto delle nostre armi

    Le foto delle nostre armi

    Ok..dopo che abbiamo mostrato a tutti le nostre foto..
    mettiamo su 1 bel topic con tutte le foto della nostra strumentazione..chitarre,bassi,amplificatori,effet ti,microfoni ..ecc..
    io ho gia la foto nell'altro topic..con la mia Cort G200,chitarrina per iniziatre,ma ormai me la porto dietro da 1 sacco di tempo..
    spero di non chiedervi troppo..
    sbizzarritevi

  • Fugu
    ha risposto
    Citazione da VSmolsky Visualizza il messaggio
    Ok, chiusa la parentesi Stratocaster CustomShop Masterbuilt, torniamo a parlare di oggetti che non sono "sogni, ma solide realtà" (citaz.)
    Il mio primo impatto col FR è avvenuto grazie a una chitarra nuova che, stando a quanto riporta il retro, è stata settata di fabbrica (Set up to Play). Forse sono stato favorito anche da questo, avessi preso una polverosa chitarra anno 1981 che non viene suonata da 15 anni, probabilmente la cosa sarebbe stata molto più traumatica
    1. mai capitato di spezzare corde in vita mia su nessuna delle mie chitarre, o perchè sono stato particolarmente fortunato o perchè non sono uno zappatore nemmeno quando faccio palm-muting
    2. concordo, il cambio di accordatura è una noia, e proprio per questo io ho aggirato il problema con il Digitech Drop che lavora B-E-N-I-S-S-I-M-O. Attualmente la tengo accordata in D# e col pedalino scendo facilmente fino a C, ottenendo un suono molto naturale (il Digitech Drop, che condivide la stessa tecnologia di tracking del Whammy, lavora in modo divino fino a -3, -5 semitoni)
    3. mai capitato di finire con la manina sui fine tuners, anche perchè da sempre io tendo a plettrare in corrispondenza del pickup al manico, quindi ben distante dal ponte
    4. è tutto da dimostrare. Si dice anche che certi ponti Fender economici realizzati con leghe metalliche di scarsa qualità "mangino suono" (credo per un problema di peso ridotto, di massa del blocco metallico che entra in vibrazione con la corda e la smorza) ma un FR originale....?!
    5. lo scenario che dipingi secondo me è plausibile su una chitarra con 20-30 anni sulle spalle che è stata usata, abusata, maltrattata. Su una chitarra tenuta sempre con la medesima accordatura, che viene suonata, ripulita e risposta nel suo fodero in un luogo asciutto (come faccio io), non credo che il ponte arrivi a ossidarsi e disintegrarsi. Insomma, torniamo a quanto detto prima: se il primo impatto col FR avviene grazie a una chitarra nuova e settata di fabbrica, le bestemmie che tirerai saranno molto minori rispetto al caso in cui il FR ti viene presentato sopra ad un cimelio storico.
    1.Beato te .... anche a me comunque è capitato poche volte di spezzare corde mentre suono, ed in ogni caso non mi ha comportato enormi problemi se non per l'appunto il tempo della sostituzione/settaggio; Capisci però il diverso peso che può avere per una persona che sta facendo magari una serata in qualche locale.
    2. Ci può stare, nel senso è un escamotage che può semplificare la vita anche se si ha una chitarra con ponte fisso, ma che ha comunque un suo scotto (il costo del pedale, ad esempio)
    3. Assolutamente d'accordo, nel senso quella è una mia impressione che potrebbe non essere condivisa da altri chitarristi.
    4. Anche qui assolutamente d'accordo, non è un dato certo e ci sono eventualmente vari accorgimenti per migliorare la situazione, quali sostituzione del blocco inerziale e delle sellette in altro materiale tipo titanio (carissime!); Ma anche qui (messo sempre che ci sia questa perdita di suono) altri soldi/sbattimenti per "mettersi in paro" con la prestazione sonora di un ponte fisso di egual qualità (ripeto ancora, non sto affermando che il ponte fisso abbia di sicuro una trasmissione sonora migliore di un Floyd; Essendo però una teoria abbastanza diffusa e condivisa mi sento quantomeno di tenerla in considerazione).
    5. Certo, è un qualcosa che si manifesta davvero in tanto tempo di utilizzo, ma va per forza calcolata e prescinde anche dal modo di tenere lo strumento; Per quanto io possa essere accorto e averne cura, non posso annullare la normale ed ordinaria usura a cui questa tipologia di ponte sono sottoposti per loro natura (anni di azionamento della leva consumeranno le lame, la frizione che le stesse esercitano insieme alla pressione delle molle e delle corde sui perni porta al loro naturale intaccamento).

    Insomma quello che voglio dire è che non sono contro al Floyd a prescindere, però avendolo avuto in passato, avendolo tutt'ora e paragonandolo al ponte fisso che ho sulle altre mie chitarre....sono abbastanza certo che se dovessi per forza scegliere una ed una sola chitarra, non prenderei quella con il Floyd nemmeno sotto tortura

    Lascia un commento:


  • VSmolsky
    ha risposto
    Ok, chiusa la parentesi Stratocaster CustomShop Masterbuilt, torniamo a parlare di oggetti che non sono "sogni, ma solide realtà" (citaz.)


    Citazione da Fugu Visualizza il messaggio
    Eh il Floyd è un arma a doppio taglio, io adesso ho (l'ennessima) chitarra che lo monta, oltretutto non recessed quindi in teoria di ancor più semplice gestione, e comunque prima di farlo funzionare a dovere ho dovuto perderci non poco tempo.

    Io credo che la maggior parte del gioco lo faccia il primo impatto; Se si ha la fortuna di comprare/ricevere/rubare una chitarra con Floyd perfettamente settata e funzionante sin da subito, sarà una goduria e conserverai probabilmente quell' esperienza positiva che ti porterà facilmente a considerare tale ponte come un "pro" di uno strumento.

    Diversamente, se la chitarra appena presa, che magari è il tuo primo acquisto, ha un setup pessimo (come avviene nella maggior parte dei casi) sarà un incubo; Perennemente scordata, insuonabile, ponte inclinato.... avrai sempre in mente quel ricordo negativo che difficilmente ti porterà a riacquistare una chitarra con un ponte del genere, o a ritenerlo un aggeggio utile.

    Per quanto mi riguarda, anche se perfettamente settato e funzionante, il Floyd ha sempre intrinsecamente delle seccature:

    - Se mentre suoni spezzi una corda ti è praticamente impossibile continuare a suonare (nel caso del Floyd recessed).
    - Non puoi cambiare accordatura o semplicemente scalatura delle corde senza rifare il setup.
    - Ergonomicamente parlando non è proprio comodissimo mentre si suona (penso al caso in cui si facciano delle belle ritimiche serrate in palm muting, a me capita spesso di finire sui fine tuners).
    - Si dice che (e qui è un pò un macello perchè si entra in aspetti soggettivi che spesso si fanno passare per oggettivi) "mangi" suono.
    - È soggetto ad usura, con il tempo inizierà a dare qualche problemino alle lame, ai perni sui quali quest'ultime basculano, viteria varia che si ossiderà/spanerà.... sino a doverlo prima o poi sostituire o intervenire in maniera un pò più seria; Ovvio che parliamo di anni di utilizzo, che variano in base al modello del ponte e alla sua qualità, però è da tenere in considerazione.

    In virtù di queste brevi e spicce considerazioni, a mio avviso una chitarra con il Floyd è da scegliere solo se si ha già una chitarra con ponte fisso
    Il mio primo impatto col FR è avvenuto grazie a una chitarra nuova che, stando a quanto riporta il retro, è stata settata di fabbrica (Set up to Play). Forse sono stato favorito anche da questo, avessi preso una polverosa chitarra anno 1981 che non viene suonata da 15 anni, probabilmente la cosa sarebbe stata molto più traumatica

    1. mai capitato di spezzare corde in vita mia su nessuna delle mie chitarre, o perchè sono stato particolarmente fortunato o perchè non sono uno zappatore nemmeno quando faccio palm-muting
    2. concordo, il cambio di accordatura è una noia, e proprio per questo io ho aggirato il problema con il Digitech Drop che lavora B-E-N-I-S-S-I-M-O. Attualmente la tengo accordata in D# e col pedalino scendo facilmente fino a C, ottenendo un suono molto naturale (il Digitech Drop, che condivide la stessa tecnologia di tracking del Whammy, lavora in modo divino fino a -3, -5 semitoni)
    3. mai capitato di finire con la manina sui fine tuners, anche perchè da sempre io tendo a plettrare in corrispondenza del pickup al manico, quindi ben distante dal ponte
    4. è tutto da dimostrare. Si dice anche che certi ponti Fender economici realizzati con leghe metalliche di scarsa qualità "mangino suono" (credo per un problema di peso ridotto, di massa del blocco metallico che entra in vibrazione con la corda e la smorza) ma un FR originale....?!
    5. lo scenario che dipingi secondo me è plausibile su una chitarra con 20-30 anni sulle spalle che è stata usata, abusata, maltrattata. Su una chitarra tenuta sempre con la medesima accordatura, che viene suonata, ripulita e risposta nel suo fodero in un luogo asciutto (come faccio io), non credo che il ponte arrivi a ossidarsi e disintegrarsi. Insomma, torniamo a quanto detto prima: se il primo impatto col FR avviene grazie a una chitarra nuova e settata di fabbrica, le bestemmie che tirerai saranno molto minori rispetto al caso in cui il FR ti viene presentato sopra ad un cimelio storico.

    Lascia un commento:


  • VSmolsky
    ha risposto
    Citazione da Zorro65 Visualizza il messaggio
    Già a guardare i legni,la qualità delle venature e gli accostamenti,sembrerebbe una chitarra da almeno 1800 euro.
    Quasi...

    https://reverb.com/item/5748431-fend...ame-maple-neck

    Ti è sfuggita la placchetta col logo Custom Shop

    Lascia un commento:


  • Zorro65
    ha risposto
    Citazione da VSmolsky Visualizza il messaggio

    Ma volete mettere l'eleganza e l'armonia di una classica Strato costruita con materiali di qualità AAA?

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   gja1t7yeckouxrxyfhfk.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 109.9 KB 
ID: 2167013

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   dbhg5bhvvyxoouddfnfe.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 95.8 KB 
ID: 2167014

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   uqtxzepaund8ihtjaryl.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 100.3 KB 
ID: 2167015

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   nboc1hmbnj80hal3lq0t.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 81.8 KB 
ID: 2167016

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   k4zxp58xczkm3psdssji.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 80.8 KB 
ID: 2167017
    Già a guardare i legni,la qualità delle venature e gli accostamenti,sembrerebbe una chitarra da almeno 1800 euro.

    Lascia un commento:


  • Fugu
    ha risposto
    Citazione da madhoney Visualizza il messaggio

    Mi sa che la vendo
    Il floyd mi ha già rotto le balle
    Non demordere, è una chitarrina divertente da avere, e una volta settata per bene (dando per scontato ovviamente che lo strumento non abbia problemi) da soddisfazioni

    Citazione da VSmolsky Visualizza il messaggio

    Ma volete mettere l'eleganza e l'armonia di una classica Strato costruita con materiali di qualità AAA?
    La strato, soprattutto nelle sue incarnazioni più classiche, è sempre bellissima; Proprio ieri guardavo questo video qui https://www.youtube.com/watch?v=yTgq6UurRhg

    Bellissima

    Citazione da VSmolsky Visualizza il messaggio

    Ma perchè questa avversione per il FR? Che ha che non va?

    Mi ricordo che, appena sbarcato qui (accidenti, sono passati 10 anni da allora...quanto sono vecchio ), tutti a sconsigliarmi il FR: è una rogna, è difficile da gestire, blablablabla, baubaubau.
    Ce l'ho ormai da 3 anni sulla Schecter e non mi ha mai dato problemi. Certo non ho mai cambiato le corde, ma un cambio corde si fa una tantum, mica ogni giorno.
    Meglio certi ponti economici allora, che fanno perdere l'accordatura ogni due e tre?
    Eh il Floyd è un arma a doppio taglio, io adesso ho (l'ennessima) chitarra che lo monta, oltretutto non recessed quindi in teoria di ancor più semplice gestione, e comunque prima di farlo funzionare a dovere ho dovuto perderci non poco tempo.

    Io credo che la maggior parte del gioco lo faccia il primo impatto; Se si ha la fortuna di comprare/ricevere/rubare una chitarra con Floyd perfettamente settata e funzionante sin da subito, sarà una goduria e conserverai probabilmente quell' esperienza positiva che ti porterà facilmente a considerare tale ponte come un "pro" di uno strumento.

    Diversamente, se la chitarra appena presa, che magari è il tuo primo acquisto, ha un setup pessimo (come avviene nella maggior parte dei casi) sarà un incubo; Perennemente scordata, insuonabile, ponte inclinato.... avrai sempre in mente quel ricordo negativo che difficilmente ti porterà a riacquistare una chitarra con un ponte del genere, o a ritenerlo un aggeggio utile.

    Per quanto mi riguarda, anche se perfettamente settato e funzionante, il Floyd ha sempre intrinsecamente delle seccature:

    - Se mentre suoni spezzi una corda ti è praticamente impossibile continuare a suonare (nel caso del Floyd recessed).
    - Non puoi cambiare accordatura o semplicemente scalatura delle corde senza rifare il setup.
    - Ergonomicamente parlando non è proprio comodissimo mentre si suona (penso al caso in cui si facciano delle belle ritimiche serrate in palm muting, a me capita spesso di finire sui fine tuners).
    - Si dice che (e qui è un pò un macello perchè si entra in aspetti soggettivi che spesso si fanno passare per oggettivi) "mangi" suono.
    - È soggetto ad usura, con il tempo inizierà a dare qualche problemino alle lame, ai perni sui quali quest'ultime basculano, viteria varia che si ossiderà/spanerà.... sino a doverlo prima o poi sostituire o intervenire in maniera un pò più seria; Ovvio che parliamo di anni di utilizzo, che variano in base al modello del ponte e alla sua qualità, però è da tenere in considerazione.

    In virtù di queste brevi e spicce considerazioni, a mio avviso una chitarra con il Floyd è da scegliere solo se si ha già una chitarra con ponte fisso

    Lascia un commento:


  • Andy_Azz
    ha risposto
    Citazione da VSmolsky Visualizza il messaggio

    Ma volete mettere l'eleganza e l'armonia di una classica Strato costruita con materiali di qualità AAA?

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   gja1t7yeckouxrxyfhfk.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 109.9 KB 
ID: 2167013

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   dbhg5bhvvyxoouddfnfe.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 95.8 KB 
ID: 2167014

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   uqtxzepaund8ihtjaryl.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 100.3 KB 
ID: 2167015

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   nboc1hmbnj80hal3lq0t.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 81.8 KB 
ID: 2167016

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   k4zxp58xczkm3psdssji.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 80.8 KB 
ID: 2167017
    quel manico !!!! super SBAV ! ! !

    Lascia un commento:


  • VSmolsky
    ha risposto
    Ok, ma non hai spiegato perchè il FR ti ha stufato

    Lascia un commento:


  • madhoney
    ha risposto
    Nessuno ha parlato di ponti economici
    Certo che se fai un dive-bomb ogni dieci secondi meglio che ti prendi un floyd
    Dipende tutto da cosa ci devi fare..

    Lascia un commento:


  • VSmolsky
    ha risposto
    Citazione da madhoney Visualizza il messaggio

    Mi sa che la vendo
    Il floyd mi ha già rotto le balle
    Ma perchè questa avversione per il FR? Che ha che non va?

    Mi ricordo che, appena sbarcato qui (accidenti, sono passati 10 anni da allora...quanto sono vecchio ), tutti a sconsigliarmi il FR: è una rogna, è difficile da gestire, blablablabla, baubaubau.
    Ce l'ho ormai da 3 anni sulla Schecter e non mi ha mai dato problemi. Certo non ho mai cambiato le corde, ma un cambio corde si fa una tantum, mica ogni giorno.
    Meglio certi ponti economici allora, che fanno perdere l'accordatura ogni due e tre?

    Lascia un commento:


  • VSmolsky
    ha risposto
    Citazione da Fugu Visualizza il messaggio

    ***** fighissima, adoro le superstrat anni 80
    Ma volete mettere l'eleganza e l'armonia di una classica Strato costruita con materiali di qualità AAA?

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   gja1t7yeckouxrxyfhfk.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 109.9 KB 
ID: 2167013

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   dbhg5bhvvyxoouddfnfe.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 95.8 KB 
ID: 2167014

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   uqtxzepaund8ihtjaryl.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 100.3 KB 
ID: 2167015

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   nboc1hmbnj80hal3lq0t.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 81.8 KB 
ID: 2167016

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   k4zxp58xczkm3psdssji.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 80.8 KB 
ID: 2167017

    Lascia un commento:


  • 5corde
    ha risposto
    Citazione da madhoney Visualizza il messaggio
    Io l'avevo presa apposta col floyd per poi capire che per quello che faccio io mi basta il tremolo normale
    A volte certi "vicoli ciechi" sono inevitabili, a questo punto meglio aver capito rapidamente che non fa per te piuttosto che averci perso tanto tempo

    Lascia un commento:


  • madhoney
    ha risposto
    Io l'avevo presa apposta col floyd per poi capire che per quello che faccio io mi basta il tremolo normale

    Lascia un commento:


  • 5corde
    ha risposto
    Citazione da madhoney Visualizza il messaggio
    Il floyd mi ha già rotto le balle
    Tanto mi piace come concetto, quanto mi scoccio ad averlo tra le scatole
    Mi sa che per me è una di quelle cose "belle se le usano gli altri"

    Lascia un commento:


  • madhoney
    ha risposto
    Citazione da Fugu Visualizza il messaggio

    ***** fighissima, adoro le superstrat anni 80
    Mi sa che la vendo
    Il floyd mi ha già rotto le balle

    Lascia un commento:

240x200 Colonna destra - Post

Comprimi

240x90 - Colonna Destra

Comprimi

240x480 - Colonna Destra Post

Comprimi

240x48

Comprimi

240x90

Comprimi

240x340

Comprimi

Footer 728x90

Comprimi
Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
X