728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Overdrive

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Federico Marini
    ha risposto
    Lo Zendrive è un'ottimo pedale, prendendolo vai sul sicuro (infatti è sulla mia lista ).
    Io comunque un'occhiata a qualcosa tipo PowerBoost la darei, il mio clone se spinto diventa molto cattivo e abbassando il pot volume della chitarra diventa un OD molto leggero, quindi avresti un range di gain molto vasto, potresti passare da una ritmica ad un solo molto facilmente.

    Lascia un commento:


  • _cosimo_
    ha risposto
    Citazione da Federico Marini Visualizza il messaggio
    Ciao, ho letto rapidamente la discussione e forse potrei darti qualche mio parere.
    Da un pò di tempo costruisco cloni di pedali che mi interessano, in modo da non dover vendere organi per pagare i vari effetti ed ho realizzato un JHS AT (non il plus) ed il pedale è eccezionale, davvero cattivo anche giocando con lo switch che dovrebbe aumentare o diminuire i watt, non credo sia adatto per le ritmiche ma più per soli.
    Ho realizzato anche un Jan Ray ed è un buon pedale, forse potrebbe fare al caso tuo, ma dovresti prendere un clone o un DIY, perché il prezzo è alto.
    Il Dover Drive invece ho l'originale Hermida, e lo uso praticamente sia come Boost che come OD puro, molto caldo e versatile, a parer mio, e credo che con più o meno 150€ lo si trovi usato, io lo pagai 130 spedito su Ebay, ma non avendo due canali, dovresti averne due in pedaliera se vuoi ritmiche e soli senza dover smanettare con il pedale.
    Io ti consiglierei anche un PowerBoost (altro pedale che ho realizzato) o un suo clone (ce ne sono tanti), settato nel modo giusto potrai avere un OD low gain fino a quasi un Fuzz giocando solamente con la manopola del volume della chitarra.
    Spero di esserti stato almeno un minimo utile.
    Ciao!
    Saresti ancora più utile se mi costruissi un clone del Dover Drive, me lo inviassi cosí da provarlo per poi pagartelo poche decine di euro se e solo se mi fosse piaciuto
    A parte gli scherzi, è un pedale che mi è sempre piaciuto dalle demo online, ma non potendolo provare si esclude da solo.
    Su averne due o uno: logicamente averne due o comunque avere anche un boost fa comodo, per quello ero orientato inizialmente sui pedali doppi.
    Però come sound mi è piaciuto un sacco, quindi mi sa che lo prendo lo stesso lo Zen, avendolo provato col mio ampli so che risponde bene sia sul pulito che boostando il canale Lead

    Poi comunque finché non vendo il Clean boost posso tenerlo in pedaliera e magari usarlo solo sul canale Lead, dove fra l'altro rende decisamente meglio.
    Citazione da VSmolsky Visualizza il messaggio

    Lo Zendrive è un originale coperto da un'aura mistica, e quindi se lo fanno pagare bene. 190-200€ usato. Con la versione 2 si entra in un universo parallelo, quello dei 400-500€, a cui hanno accesso pochi eletti.
    Il Dover Drive invece è un onesto clone ispirato a un originale (il Tube Driver).
    E' tutta lì la differenza. Anche il Tube Driver se lo fanno ben pagare, ma perchè è l'originale appunto.


    Comunque, come hai ben detto, sono due robe totalmente diverse e avrei seriamente difficoltà a paragonare o trovare un vincitore tra due pedali così diversi: arrabbiato e marshalloso il Dover Driver, educato e medioso lo Zendrive (come tutti i Dumble-pedals).
    Diciamo che son due pedali che meriterebbero entrambi un posto in pedaliera, specie se non fai metal a nastro con accordature droppate e sei orientato su suoni classici.
    Come sound mi piace un timbro ritmico moderno e devo dire che che su questo mi sento coperto dal canale Lead del mio ampli, non è un Mesa o affini ma se ben tirato riesco a fare robe belle pesanti anche con la Strato (con HB).
    Come sound solistico preferisco qualcosa di meno moderno, mi piace avere gain sotto le mani ma un timbro un po' più dolce non mi dispiace ed anche qui ho visto che col Drive (o Ratio) a ore 1-2 ambedue i pedali in ballottaggio mi danno soddisfazione, un filo di compressione e si vola.

    Più tardi o domani mi guardo il video sui pedali doppi, ma ti avverto che la scelta è quasi fatta

    Lascia un commento:


  • VSmolsky
    ha risposto
    Cosimo, visto che all'inizio parlavi di pedali 2 in 1, ecco a te.
    Se non fai caso al parrucchino di Joshua, è un video godibile e che dà spunti interessanti.
    Il FoxCatcher e il Broadcast ad esempio non sono malaccio...

    Lascia un commento:


  • VSmolsky
    ha risposto
    Citazione da _cosimo_ Visualizza il messaggio
    Molto bello anche il Dover Drive, mio vecchio pallino. Pasta diversa, lo so, però mi piace assai. Qualcuno sa come mai, rispetto allo Zendrive, praticamente la metà da usato?
    Lo Zendrive è un originale coperto da un'aura mistica, e quindi se lo fanno pagare bene. 190-200€ usato. Con la versione 2 si entra in un universo parallelo, quello dei 400-500€, a cui hanno accesso pochi eletti.
    Il Dover Drive invece è un onesto clone ispirato a un originale (il Tube Driver).
    E' tutta lì la differenza. Anche il Tube Driver se lo fanno ben pagare, ma perchè è l'originale appunto.


    Comunque, come hai ben detto, sono due robe totalmente diverse e avrei seriamente difficoltà a paragonare o trovare un vincitore tra due pedali così diversi: arrabbiato e marshalloso il Dover Driver, educato e medioso lo Zendrive (come tutti i Dumble-pedals).
    Diciamo che son due pedali che meriterebbero entrambi un posto in pedaliera, specie se non fai metal a nastro con accordature droppate e sei orientato su suoni classici.

    Lascia un commento:


  • Federico Marini
    ha risposto
    Ciao, ho letto rapidamente la discussione e forse potrei darti qualche mio parere.
    Da un pò di tempo costruisco cloni di pedali che mi interessano, in modo da non dover vendere organi per pagare i vari effetti ed ho realizzato un JHS AT (non il plus) ed il pedale è eccezionale, davvero cattivo anche giocando con lo switch che dovrebbe aumentare o diminuire i watt, non credo sia adatto per le ritmiche ma più per soli.
    Ho realizzato anche un Jan Ray ed è un buon pedale, forse potrebbe fare al caso tuo, ma dovresti prendere un clone o un DIY, perché il prezzo è alto.
    Il Dover Drive invece ho l'originale Hermida, e lo uso praticamente sia come Boost che come OD puro, molto caldo e versatile, a parer mio, e credo che con più o meno 150€ lo si trovi usato, io lo pagai 130 spedito su Ebay, ma non avendo due canali, dovresti averne due in pedaliera se vuoi ritmiche e soli senza dover smanettare con il pedale.
    Io ti consiglierei anche un PowerBoost (altro pedale che ho realizzato) o un suo clone (ce ne sono tanti), settato nel modo giusto potrai avere un OD low gain fino a quasi un Fuzz giocando solamente con la manopola del volume della chitarra.
    Spero di esserti stato almeno un minimo utile.

    Lascia un commento:


  • _cosimo_
    ha risposto
    Citazione da VSmolsky Visualizza il messaggio
    Andando a toccare con mano ti sei tolto un po' di dubbi.
    In genere, il colore blu dei pedali è associato al blues e a suoni molto scarichi, mentre il rosso e il giallo a qualcosa di più incacchiato e brutale.
    Il JHS AT+ lo sapevo che era meraviglioso e mi piacerebbe averlo, ma visto che i miei futuri orizzonti musicali avranno probabilmente la forma di un tostapane, è inutile mettermi in casa un distorsore buticc!

    Se ti piacciono lo Zendrive e il The Dude, puoi valutare il Caline Pure Sky, 30€ spediz gratuita da Amazon. Te lo suoni, e male che vada fai il reso gratuito entro 30 giorni e poi ti vai a prendere il tuo pedale preferito al negozietto.
    Tra l'altro la politica dei resi è cambiata, non devi più andare alla posta a spedire: arriva SDA a casa tua per il ritiro.
    In fondo, Zendrive, The Dude, Jan Ray, Timmy, Pure Sky e compagnia cantante, sono tutti della stessa pasta perchè cercano di emulare le testate Dumble.



    Anche questo è molto bello a sentirlo e lo stavo valutando prima del Pure Sky, ma è difficile da trovare in Italia.




    Comunque sui suoni Zendrive/Dumble potremmo interpellare (o meglio, evocare ) l'Oscuro Signore Sauron perchè mi pare abbia avuto qualcosa...se non ricordo male il Timmy e qualche altro pedale.
    Con tutto il rispetto non mi interessano i pedali da 30€, possono suonare bene quanto vogliono su YouTube ma dal vivo qualche compromesso te lo fanno sentire sicuramente e a questo giro non ho voglia di compromessi
    Vedendo dei confronti tra Zendrive e The Dude si conferma quello che ho sentito alla prova pratica, il secondo è estremamente simile ma con un po’ più di gain e rotondità a parità di settaggi, inoltre funziona meglio da clean boost per via della circuitazione del parametro Ratio (che sarebbe il Gain sullo Zendrive ma funziona diversamente): fino a ore 12 il circuito si comporta prevalentemente da boost di volume, dopo ore 12 si comporta da gain boost vero e proprio. Da quello che ho capito infatti, questo knob gestisce il rapporto, quindi la Ratio, tra quanto alzare il volume e quanto il gain, con il primo che prevale fino a metà corsa e il secondo da metà corsa in poi.

    Qui la prova A/B (più o meno, non usa proprio gli stessi settaggi)



    Molto bello anche il Dover Drive, mio vecchio pallino. Pasta diversa, lo so, però mi piace assai. Qualcuno sa come mai, rispetto allo Zendrive, praticamente la metà da usato?

    Lascia un commento:


  • VSmolsky
    ha risposto
    Andando a toccare con mano ti sei tolto un po' di dubbi.
    In genere, il colore blu dei pedali è associato al blues e a suoni molto scarichi, mentre il rosso e il giallo a qualcosa di più incacchiato e brutale.
    Il JHS AT+ lo sapevo che era meraviglioso e mi piacerebbe averlo, ma visto che i miei futuri orizzonti musicali avranno probabilmente la forma di un tostapane, è inutile mettermi in casa un distorsore buticc!

    Se ti piacciono lo Zendrive e il The Dude, puoi valutare il Caline Pure Sky, 30€ spediz gratuita da Amazon. Te lo suoni, e male che vada fai il reso gratuito entro 30 giorni e poi ti vai a prendere il tuo pedale preferito al negozietto.
    Tra l'altro la politica dei resi è cambiata, non devi più andare alla posta a spedire: arriva SDA a casa tua per il ritiro.
    In fondo, Zendrive, The Dude, Jan Ray, Timmy, Pure Sky e compagnia cantante, sono tutti della stessa pasta perchè cercano di emulare le testate Dumble.



    Anche questo è molto bello a sentirlo e lo stavo valutando prima del Pure Sky, ma è difficile da trovare in Italia.




    Comunque sui suoni Zendrive/Dumble potremmo interpellare (o meglio, evocare ) l'Oscuro Signore Sauron perchè mi pare abbia avuto qualcosa...se non ricordo male il Timmy e qualche altro pedale.

    Lascia un commento:


  • _cosimo_
    ha risposto
    Ciao ragazzi, vi aggiorno perché oggi sono stato a provare di persona il pedalame: ho provato il Blue Note, il The Archer, il AT+, lo Zendrive e il The Dude. Uno per uno:
    • Blue Note: bel pedale ma non è quello che cerco, troppo trasparente, veramente clean boost nudo e crudo, bello ma non fa per me.
    • The Archer: già provato, non mi era piaciuto allora, oggi l’ho apprezzato ma non ha quel carattere che cerco, timbro molto vintage e vetroso che mal si sposa col resto del Rig, passiamo oltre.
    • JHS AT+: tanta roba, pedale veramente incazzato nero. Più distorsore che overdrive, difficilissimo usarlo come drive leggero, spinge già da subito e tenendo il gain basso suona male, impasta il suono e riempie di bassi, il suo meglio lo dà da metà gain in avanti. 3 modalità con 3 diverse equalizzazioni, basse molto pronunciate nella prima e nella terza, più gestibili nella seconda.
      Pedale ottimo secondo me soprattutto nei soli, non ascolto molto Andy Timmons ma non si fa fatica ad uscire dal mix con tutta questa potenza
    • Zendrive: vi dico la verità, quando l’ho attaccato ho goduto come un fachiro Veramente un suono bellissimo, estremamente vicino a quello che cerco, bluesy ma versatile, con il giusto gain, spinge senza essere slabbrato, molto dinamico, segue bene la mano e il pot della chitarra. E più si alza il gain più si sgodazza, tanta roba.
    • The Dude: essendo della stessa pasta si sgodazza anche qui, veramente tanta, tanta, tanta roba.
    Conclusioni: avrete capito che la sfida si gioca tra Zendrive e The Dude, gli altri li ho esclusi, i primi due perché non mi facevano impazzire, l’AT+ perché è un’altra cosa rispetto a quello che cerco io, anche se è un bel pedale.
    Martedì o Mercoledì ritorno in negozio e provo accuratamente solo questi due, accanto, che vinca il migliore
    Per adesso le differenze che ho trovato tra i due sono che lo Zendrive mi è sembrato più selvaggio, più ribelle tra i controlli: il parametro Voice non l’ho ancora capito per bene, poi mi sembra che abbia complessivamente un filo meno di gain (comunque più che sufficiente). Il The Dude mi è sembrato più ordinato, più perfettino nei suoni, ottimo anche a gain più bassi (dove lo Zendrive forse lascia qualcosa), forse compatibile col fatto di essere un pedale più moderno. Ottima anche la sezione di equalizzazione, con Tone e Depth che spostano molto la bilancia timbrica.
    Vi aggiorno quando avverrà lo sgowdown

    Lascia un commento:


  • _cosimo_
    ha risposto
    Citazione da zoso85 Visualizza il messaggio

    Diciamo che il 90% degli OD hanno all'incirca queste caratteristiche.

    Comunque dipende molto anche dal tuo ampli e dalla tua chitarra, perchè il suono che senti nei video alla fine passa da strumenti diversi dai tuoi e potresti non avere lo stesso tibro che senti. Io alla fine ho scelto l'OCD della Fulltone e mi sto trovando molto bene (attenzione perchè ci sono tante versioni e suonano tutte diverse). E' molto versatile perchè alzando il gain si può arrivare a fare cose tipo Guns n Roses mentre tenendo un gain moderato ci puoi fare classic rock e roba più bluesy. La caratteristica particolare dell'OCD è che è piuttosto scavato rispetto ad altri OD e questo te lo fa amare o odiare (dipende appunto da cosa stai cercando).

    Se hai occasione cerca di provare diversi pedali usando la tua strumentazione, altrimenti compra/vendi finchè non trovi quello che ti piace.
    Capisco quello che dici, ed è per questo che prossimamente andrò a provare i pedali che mi sono piaciuti maggiormente e che ho la possibilità di provare con la mia chitarra e la mia testata

    Comunque io non cerco un pedale per farci roba bluesy, cerco un pedale che suoni bluesy per farci i nostri pezzi, che sono inediti. Per questo ho scartato pedali come il Sunset, il Riot e altri, che mi suonano diversi come pasta pur essendo oggettivamente ottimi prodotti.
    Poi magari sotto le mani cambio idea, non so, per ora ho solo Youtube come metodo di vautazione

    Lascia un commento:


  • zoso85
    ha risposto
    Citazione da _cosimo_ Visualizza il messaggio
    Mettendo insieme le mie reazioni a queste video recensioni (guardate molto a mente libera devo dire, anche perché non ne conoscevo mezzo di questi pedali ) risulta come quello che io sto cercando sia un overdrive cremoso, low-medium gain, di stampo vagamente bluesy, che mi dia un bellissimo crunch con tali caratteristiche e riesca contemporaneamente a darmi un filo in più di gain nei lead tones insieme al canale Lead del mio ampli.
    Forse ho capito cosa voglio
    Diciamo che il 90% degli OD hanno all'incirca queste caratteristiche.

    Comunque dipende molto anche dal tuo ampli e dalla tua chitarra, perchè il suono che senti nei video alla fine passa da strumenti diversi dai tuoi e potresti non avere lo stesso tibro che senti. Io alla fine ho scelto l'OCD della Fulltone e mi sto trovando molto bene (attenzione perchè ci sono tante versioni e suonano tutte diverse). E' molto versatile perchè alzando il gain si può arrivare a fare cose tipo Guns n Roses mentre tenendo un gain moderato ci puoi fare classic rock e roba più bluesy. La caratteristica particolare dell'OCD è che è piuttosto scavato rispetto ad altri OD e questo te lo fa amare o odiare (dipende appunto da cosa stai cercando).

    Se hai occasione cerca di provare diversi pedali usando la tua strumentazione, altrimenti compra/vendi finchè non trovi quello che ti piace.

    Lascia un commento:


  • VSmolsky
    ha risposto
    Se mi parli di Hermida Zendrive, che sarebbero i suoni Fuchs/Dumble, entrano in pista tutta una serie di pedali ispirati a quei suoni lì, come il Jetter Red Shift (difficile da trovare, ma dal prezzo abbordabilissimo), il Vertex Ultra Phonix che dai sample sembra una bomba, fino ad arrivare all'Ethos Overdrive con cui si sconfina nel campo dell'esoterismo.
    Io, che sono uno che ama sperimentare ma senza lanciarsi da subito in investimento folli, mi sono portato a casa il Caline Pure Sky (30€ da Amazon) che sarebbe il clone del Vemuram Jan Ray, e per quelli che sono i miei gusti, suona da paura.


    Ma quale sarebbe l'adorato negozietto?
    Ti consiglio ogni tanto di dare un'occhiata all'usato di Lucky Music, che a volte regala offerte appetitose.

    Lascia un commento:


  • _cosimo_
    ha risposto
    Dunque, mi sono sentito un po’ di demo e recensioni e devo dire che i pedali che mi hanno colpito maggiormente sono stati il King Of Tone (quindi ovviamente anche il Prince Of Tone), il Blue Note, il Riverside e il AT Plus. Inoltre mi sono dato un’ascoltata anche al Klon Centaur, con sommo godimento anche se a suo tempo provai il The Archer della J rockett e non mi piacque (ma ora come ora lo riproverei).

    Mettendo insieme le mie reazioni a queste video recensioni (guardate molto a mente libera devo dire, anche perché non ne conoscevo mezzo di questi pedali ) risulta come quello che io sto cercando sia un overdrive cremoso, low-medium gain, di stampo vagamente bluesy, che mi dia un bellissimo crunch con tali caratteristiche e riesca contemporaneamente a darmi un filo in più di gain nei lead tones insieme al canale Lead del mio ampli.
    Forse ho capito cosa voglio

    Detto questo, il Prince Of Tone pare irraggiungibile, figuriamoci il King: lista d’attesa alla Analogman, mesi per non dire anni per averlo, prezzi proibitivi online.
    Il Blue Note è uscito nella versione ridotta, senza toggle switch e francamente avrei preferito ce l’avesse dato che non ho problemi di dimensioni (scritto così suona male ), si trova comunque bene online.
    Il Riverside mi lascia ancora un po’ perplesso, mi piace ma non quanto gli altri ed il canale High Gain non lo userei comunque; il AT Plus mi stuzzica, ha un timbro che cerco ed il fascino di quel Dark Blues e pare più gestibile dello Strymon, potrebbe essere un buon compromesso. Sarebbero comunque da provare questi pedali, a trovarli

    Aggiornamento: il negozio di fiducia ha, almeno nel catalogo online, Il Blue Note (Tour edition), il AT Plus e anche un inaspettato terzo incomodo, il buon Hermida Zendrive, che mi stuzzica alquanto anche se è forse più medioso del Blue Note, ma siamo in pieno territorio Bluesy.
    Interessante anche lo Shiba Drive della Suhr, avendo anche quello posso dargli una suonata e valutarlo, è sicuramente più moderno e forse per questo più adatto sia al crunch che a saturare un Lead, vediamo un po’.

    Se avete altro da consigliare posso dare un ascolto, però se non c’è nel catalogo del mio adorato negozietto difficilmente lo considero (a meno che non possa provarlo di persona in altra sede ovviamente).

    Lascia un commento:


  • _cosimo_
    ha risposto
    Non me le sono neanche andate ancora a sentire le demo del Tube Driver, magari sbaglio nomi di alcuni suoni famosi o magari sbaglio a voler pretendere da un canale mal riuscito quello che non può darmi, fatto sta che qualcosa per quei suoni lí mi ci vuole
    Francamente non ho idee cosí chiare in testa, credo che andrò al negozietto di fiducia col mio ampli e mi farò guidare dalla prova sul campo indipendentemente dal nome del pedale, che comunque voglio che sia di livello, anche a costo di spenderci un po'.

    Lascia un commento:


  • VSmolsky
    ha risposto
    Ma il Tube Driver è un pedale, udite udite, di derivazione Marshall. Si ispira in parte alla JTM45, per cui con un canale crunch di derivazione Marshall classica non dovresti avere difficoltà a trovare un suono simile.
    E dico simile, perchè come il Tube Driver suona solo il Tube Driver.

    I problemi col TD, che sono quelli che mi han sempre tenuto lontano da questo pedale, sono 2:
    - alimentazione a 220V
    - rumorosità di fondo ineliminabile, a meno di moddare il pedale

    Se ti va bene un aggeggio che si alimenta direttamente alla presa a muro e che presenta un certo rumore di fondo, vai e colpisci.
    Puoi anche cambiare valvola per addolcirlo: una 12AYA7 o 12AU7 al posto della 12AX7 ti darà più headroom e clean più morbidi.
    Oppure puoi rivolgerti al mercato dei cloni, e lì c'è tanto da dire, ma prima devi avere chiaro in testa che tipo di suono overdrive vuoi.

    Se la richiesta è un overdrive Johnson/Gilmour-style, la risposta è univoca: Tube Driver.
    Se invece la richiesta è un generico overdrive per rimpiazzare uno dei 3 canali della testata, si apre un mondo e rientrano in carreggiata tutti i pedali elencati sopra (Strymon, JHS, Bogner, Analogman KOT e POT) e altri mille (Timmy, BB Preamp, OCD, e chi pù ne ha più ne metta).

    Lascia un commento:


  • _cosimo_
    ha risposto
    Citazione da VSmolsky Visualizza il messaggio
    Se mi nomini Eric Johnson, il primo OD che mi viene in mente è il Tube Driver. Con 280€ lo trovi facilmente, ma potresti anche pensare a uno dei mille cloni (Buffalo, Vick Audio, Lovepedal, ecc...) con cui spendi molto meno rispetto all'originale. Se cerchi a tutti i costi il doppio canale non va bene, a meno di tenerne due in pedalboard, uno settato come booster e uno come lead (ma la spesa non è indifferente)

    Ultimamente sento dire un gran bene del JHS AT+, un Angry Charlie Andy Timmons signature con un paio di mod davvero efficaci.
    Oppure Bogner Ecstasy Blue, ma è un OD un po' particolare e ti deve piacere la reintepretazione che Reinhold Bogner ha dato al concetto di overdrive. Di fatto è il canale Blue della Bogner Ecstasy in formato pedale.

    Uno che mi piace molto è l'EHX Hot Wax, che unisce il Crayon e l'Hot Tubes in unico pedale, e mi pare di capire che il doppio canale sia un prerequisito fondamentale per te.
    Sempre come doppio canale, hai valutato qualcosa di Strymon, tipo Sunset o Riverside?



    Il doppio canale non è tassativo nella misura in cui un singolo pedale riesce a darmi un bel tono sporco e caldo partendo da un pulito e riesce a darmi una spinta nei soli, contemporaneamente.
    Conta che nei soli uso anche un comp settato basso nella compressione e più alto sul volume, mi dà una rotondità maggiore e un po' di Db in più.
    Il Tubedriver riesce a fare entrambe le cose?

    Per il resto, rimanendo in Italia, ho adocchiato anche il Maccheroni Bros di Tefi, dual drive di cui un canale sembra abbastanza american, non vorrei dire Dumble per non bestemmiare ma il mio riferimento è più o meno quello

    Quest'esigenza nasce dal fatto di avere un ampli a tre canali ma il cui canale crunch proprio non mi piace, non sono riuscito a tirarci fuori un crunchettino decente, quel suono poco oltre il pulito con cui costruisco fraseggi ispirati (malamente) ad alcuni di quegli artisti che ho citato prima
    È un timbro troppo marshalloso, che in quei suoni che cerco non mi ci piace.
    Invece il timbro Marshall mi piace molto nei suoni lead, ci costruisco rimtiche anche metallone in maniera soddisfacente e nei soli la pasta mi piace, ci attacco il comp e un drive, che vorrei che mi desse quella spinta di gain in più.
    Anche sui soli mi piacerebbe una rotondità in più, qualcosa stile appunto Johnson/Gilmour, un drive che possa farmi per entrambe le cose che cerco?

    Lascia un commento:

240x200 Colonna destra - Post

Comprimi

240x90 - Colonna Destra

Comprimi

240x480 - Colonna Destra Post

Comprimi

240x48

Comprimi

240x90

Comprimi

240x340

Comprimi

Footer 728x90

Comprimi
Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
X