728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Attenuatore di potenza: quale prendere?

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Spike25
    ha iniziato la discussione Attenuatore di potenza: quale prendere?

    Attenuatore di potenza: quale prendere?

    Ciao a tutti, chi di voi usa l'attenuatore per il suo ampli? Volevo acquistarne uno ma non so davvero da che parte girarmi. Innanzitutto sono difficili da trovare (mercatino ed internet in generale ne tratta pochi. Ho visto l' SPL reducer, qualcuno lo conosce? Molti parlano bene e male dell'hot plate ma il fatto che abbia una sola impedenza per ogni modello mi lascia perplesso. Voi che mi consigliate??

  • franzy_96
    ha risposto
    Re: Attenuatore di potenza: quale prendere?

    Si be... poi dipende che ampli

    Lascia un commento:


  • MrBungle
    ha risposto
    Re: Attenuatore di potenza: quale prendere?

    Citazione da franzy_96
    Ragazzi io vi dico la mia esperienza... sono possessore di una testata Marshall JCM800 2203 e di un Ultimate Attenuator da un paio d'anni ormai. Questa coppia ampli-attenuatore la uso ovunque, pure a casa... quando lo racconto in giro in parecchi mi prendono per pazzo. Eppure posso garantirvi che in questi anni il mio ampli non si è rovinato e il tono dell'ampli non viene per niente così alterato come la gente dice.
    Mesi fa per sfizio presi un ampli da 1w valvolare (ideato proprio per sentire proprio il suono dell'ampli a valvole "saturo" a casa) un Marshall JMP1H quelli in produzione per il 50 anniversario della Marshall, e beh entrambi suonati in casa il confronto non regge.... il 2203 vince alla stragrande (per quanto il JMP1H possa suonare bene).
    Io non scrivo qui per dire che tutti dovrebbero prendere degli ampli con wattaggi altissimi e attenuarli anche perchè è una soluzione scomoda (doversi portare dietro ampli e attenuatore) e rischiosa però posso dire che come idea può benissimo funzionare!
    Sì, però, c****, l'attenuatore costa quanto un ampli!

    Lascia un commento:


  • franzy_96
    ha risposto
    Re: Attenuatore di potenza: quale prendere?

    Ciao


    GRAZIE !!!

    Lascia un commento:


  • Robocell
    ha risposto
    Re: Attenuatore di potenza: quale prendere?

    Ciao


    BRAVO !!!

    Lascia un commento:


  • franzy_96
    ha risposto
    Re: Attenuatore di potenza: quale prendere?

    Ragazzi io vi dico la mia esperienza... sono possessore di una testata Marshall JCM800 2203 e di un Ultimate Attenuator da un paio d'anni ormai. Questa coppia ampli-attenuatore la uso ovunque, pure a casa... quando lo racconto in giro in parecchi mi prendono per pazzo. Eppure posso garantirvi che in questi anni il mio ampli non si è rovinato e il tono dell'ampli non viene per niente così alterato come la gente dice.
    Mesi fa per sfizio presi un ampli da 1w valvolare (ideato proprio per sentire proprio il suono dell'ampli a valvole "saturo" a casa) un Marshall JMP1H quelli in produzione per il 50 anniversario della Marshall, e beh entrambi suonati in casa il confronto non regge.... il 2203 vince alla stragrande (per quanto il JMP1H possa suonare bene).
    Io non scrivo qui per dire che tutti dovrebbero prendere degli ampli con wattaggi altissimi e attenuarli anche perchè è una soluzione scomoda (doversi portare dietro ampli e attenuatore) e rischiosa però posso dire che come idea può benissimo funzionare!

    Lascia un commento:


  • Zorro65
    ha risposto
    Re: Attenuatore di potenza: quale prendere?

    Chi nota degrado nel timbro ha ragione, ma l'inconveniente accade per colpa (non è una colpa) dell'altoparlante
    Ho letto il topic dall'inizio perchè appunto mi interessa molto la questione,
    ma mi riferivo appunto alle differenze nel timbro (non necessariamente un degrado qualitativo,non ci sono correzioni che tengano),quindi...se questa 'mancanza' dell'altoparlante (pilotato da minor potenza),era colmabile da un semplice equalizzatore,da quello letto dovrebbero venire a mancare le frequenze medio-basse.
    Mi rendo conto però che aggiungendo circuiti e potenziometri,allora si che si degrada il suono,più che il timbro.
    Attendo comunque il disegno,grazie Robocell.

    Lascia un commento:


  • Robocell
    ha risposto
    Re: Attenuatore di potenza: quale prendere?

    Ciao

    Come ho già indicato, un attenuatore passivo costituito da sole resistenze (non serve altro) non è in grado di agire come filtro.
    Chi nota degrado nel timbro ha ragione, ma l'inconveniente accade per colpa (non è una colpa) dell'altoparlante.

    Preparo un disegnino e vi spiego il perchè entro oggi...

    Ciao

    Lascia un commento:


  • MrBungle
    ha risposto
    Re: Attenuatore di potenza: quale prendere?

    Questo costa circa 40 euro
    http://www.ehx.com/products/signal-pad

    Però mi sembra che DISTRUGGA il suono

    Lascia un commento:


  • Zorro65
    ha risposto
    Re:

    Però,mi piace quella chitarrina,non sono riuscito a notarlo,ma dev'essere in pezzo unico.Interessato comunque anche al topic,ho un valvolare da 50w e devo inventarmi qualcosa che attenui a poco prezzo.Ma aggiungendo un equalizzatote a tre bande,non si può sopperire alla modifica delle frequenze data dal carico resistivo?

    Inviato dal mio GT-I8260 utilizzando Tapatalk

    Lascia un commento:


  • SGtizi
    ha risposto
    Re: Attenuatore di potenza: quale prendere?

    beh più o meno il concetto è quello

    Lascia un commento:


  • Piero_93
    ha risposto
    Re: Attenuatore di potenza: quale prendere?

    Citazione da Robocell
    [...]
    Ecco vedi... non avevo capito niente Avevo unito più concetti pensando fossero "accomunabili" e invece non lo erano (tralasciando il fatto che non erano precisi ).
    Grazie per la spiegazione approfondita

    Lascia un commento:


  • Robocell
    ha risposto
    Re: Attenuatore di potenza: quale prendere?

    Ciao,

    Hai ragione.
    Ma non volevo denigrare.
    Ti chiedo scusa, mi sono lasciato fraintendere.
    E' utile però, secondo me, far notare certe cose.

    Un attenuatore passivo, non "scurisce il suono".
    Un carico resistivo non si comporta da filtro passa basso.
    Non è vero che non esiste nulla in grado di comportarsi linearmente.

    E' vero tuttavia che se un circuito è inadatto a svolgere un certo compito, qualcosa si nota.
    In questo caso, è questione di impedenze e loro accoppiamento.
    L'amplificatore deve "vedere" una rete elettrica che non influisca sulla risposta in frequenza.
    In caso contrario, si degrada la risposta.

    Immaginiamo di utilizzare un attenuatore classico (che poi è perfetto!) costituito da due resistenze (vedi figura)
    Se i valori delle due resistenze sono calcolati male, può accadere di ottenere perdite in frequenza e/o errato valore di attenuazione.

    Non si tratta quindi di un filtro passa basso (che è invece costituito da almeno una R ed un C) ma di altro.
    Il pot della chitarra, per esempio, è un filtro passa basso variabile, costituito da R e C e dipendentemente da come è costituito, può comportarsi "linearmente" oppure no.
    L'attenuatore in figura invece, per non funzionare, deve essere calcolato male.

    Se la rete elettrica è dimensionata a dovere, il circuito risulta perfetto per eseguire il compito, ovvero attenuare.
    Accade, tuttavia, che un altoparlante sollecitato con potenza troppo bassa non si comporti allo stesso modo di quando è pilotato a dovere.

    Per esempio...
    Se l'ampli eroga 30W, l'altoparlante riproduce tutte le frequenze (Spettro) con pressione acustica sufficiente da renderle ben udibili.
    Se fra l'ampli e l'altoparlante è posto un attenuatore e la potenza che giunge allo speaker è di 1 o 2W, può accadere che l'altoparlante non sia più in grado di muovere aria in zona bassa ed il risultato timbrico è quello di un suono medio-alto, freddo e duro.

    Insomma, quando si verifica un certo fenomeno particolare o un comportamento anomalo nella nostra catena di amplificazione, la spiegazione è spesso da attribuire ad errori di calcolo e/o manovra e non attribuibile a chissà quale potere occulto delle apparecchiature e degli elementi che le costituiscono.

    Ciao

    Lascia un commento:


  • Piero_93
    ha risposto
    Re: Attenuatore di potenza: quale prendere?

    Citazione da Robocell
    Ciao,

    "Quelli passivi tendono sicuramente a scurire il suono, è ovvio. Un carico resistivo fa da filtro passa basso, un po' come il potenziometro del volume della chitarra, che quando lo chiudi taglia leggermente le frequenze più alte (e qui non c'è treeble bleed che tenga). Purtroppo in qualunque modo tu vada ad interagire con il segnale lo modifichi in qualche modo: non esiste niente che abbia una risposta perfettamente lineare."

    L'affermazione qui sopra, dimostra quanto sia importante essere anche solo informati, prima di esprimersi.
    Nulla di più errato, infatti.
    Mancano le basi tecniche, come si può esporre un parere del genere..se non a valle della mancanza dei concetti di base..?!

    Ciao
    Scusa eh, però puoi anche dirlo in un modo più tranquillo e magari riportare anche la correzione, visto che ne sai tanto. In questo modo invece che dare dell'ignorante a una persona che neanche conosci la critica diventa utile e costruttiva, non pensi?

    Comunque, a parte questo... io non sono particolarmente ferrato in elettronica, ma siccome anche io devo costruirmi un attenuatore (in vista dell'acquisto di un ampli più potente) ne ho parlato con mio padre (perito elettronico e audiofilo) e mi sono fatto spiegare un po' come funzionano, con anche qualche schema. Evidentemente devo aver capito male la spiegazione. Se magari riesci a spiegarmelo meglio e fare qualche esempio mi fai un piacere!

    Lascia un commento:


  • Robocell
    ha risposto
    Re: Attenuatore di potenza: quale prendere?

    Ciao,

    "Quelli passivi tendono sicuramente a scurire il suono, è ovvio. Un carico resistivo fa da filtro passa basso, un po' come il potenziometro del volume della chitarra, che quando lo chiudi taglia leggermente le frequenze più alte (e qui non c'è treeble bleed che tenga). Purtroppo in qualunque modo tu vada ad interagire con il segnale lo modifichi in qualche modo: non esiste niente che abbia una risposta perfettamente lineare."

    L'affermazione qui sopra, dimostra quanto sia importante essere anche solo informati, prima di esprimersi.
    Nulla di più errato, infatti.
    Mancano le basi tecniche, come si può esporre un parere del genere..se non a valle della mancanza dei concetti di base..?!

    Ciao

    Lascia un commento:

240x200 Colonna destra - Post

Comprimi

240x90 - Colonna Destra

Comprimi

240x480 - Colonna Destra Post

Comprimi

240x48

Comprimi

240x90

Comprimi

240x340

Comprimi

Footer 728x90

Comprimi
Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
X