728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Ritchie Blackmore. Ecco perché iniziò a suonare Stratocaster

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ritchie Blackmore. Ecco perché iniziò a suonare Stratocaster

    Ritchie Blackmore: ecco perché iniziò a suonare la Stratocaster



    La storia dell’iconico sound dei Deep Purple, affonda le radici nel profondissimo carisma di ogni singolo membro della band; ognuno dei quali, oggi, rappresenta una massima influenza nel suo ambito. Il leggendario chitarrista storico della band, Ritchie Blackmore, non è di certo da meno; venendo etichettato da molti, come il padre della chitarra solista moderna. In questo senso, Ritchie Blackmore è stato un vero e proprio visionario. Un innovatore che ha rivoluzionato radicalmente il modo dei musicisti di approcciarsi alla chitarra, attraverso un sound sofisticato, meticoloso e profondamente tecnico.

    Lo stile chitarristico di Ritchie Blackmore è semplicemente iconico. La sua, è una delle poche chitarre riconoscibili sin dalle prime note. Ritchie Blackmore è una leggenda vivente che, ha costruito la sua prorompente identità artistica sulla base di pochi asserti fondamentali che, ai nostri giorni, si affermano nell’immaginario collettivo come simboli incontrastati della storia del Rock. Uno dei punti fondamentali nel sound di Ritchie Blackmore, è la Fender Stratocaster; l’iconica chitarra che, da circa sessant’anni ormai, lo accompagna sui palchi di tutto il mondo e in tutte le avventure musicali di cui è stato e, continua ad essere, glorioso protagonista. In questo articolo, riportiamo la storia del sodalizio tra Ritchie Blackmore e la Fender Stratocaster e, il motivo principale per cui scelse questa chitarra a dispetto di molte altre. Perché Ritchie Blackmore suona una Fender Stratocaster?

    All’inizio della sua avventura con i Deep Purple, Ritchie Blackmore venne visto con una chitarra semi-acustica Gibson 335. Di li a poco, il leggendario chitarrista avrebbe posto una firma indelebile su un sodalizio che, ancora oggi, continua a far sognare milioni di persone, avvicinando migliaia di giovani al mondo della chitarra e del Rock. Il rapporto catartico che si creò tra Ritchie Blackmore e la Fender Stratocaster, li ha resi praticamente inseparabili. Ogni fan dell’opera del chitarrista, lo ricorda per il suo costante utilizzo di questo modello storico. Ma perché Ritchie Blackmore scelse la Strato?

    Nel corso di diverse interviste, il formidabile chitarrista dei Deep Purple spiegò di essersi innamorato delle linee sinuose della Stratocaster vedendo Jimi Hendrix imbracciarla sul palco. Blackmore ha affermato che lo stile della Strato, per lui, trasudi Rock N’Roll da tutti i pori. L’amore di Blackmore per la Fender, quindi, nacque per motivi puramente estetici all’inizio; per poi rimanere folgorato dal suono tagliente tipico del modello e, di cui le chitarre munite di pickup Humbucker come le Gibson, erano incapaci.


    Ritchie rese indissolubile il suo legame con la Stratocaster quando un suo amico, che aveva lavorato come roadie per Eric Clapton, gli lasciò per sole 60 Sterline, una Fender Stratocaster appartenuta proprio a Slowhand e che, questi, gli aveva lasciato poiché aveva deciso di non utilizzarla più. “Avevo un amico che un giorno mi disse di avere una Fender con il truss-rod rovinato, mi chiese se fossi interessato e, alla fine, gliela comprai per 60 sterline”, spiegò Blackmore. È possibile ascoltare questo strumento in azione insieme ad un pedale Wah nel singolo dei Deep Purple del 1969, intitolato Emmaretta.


    https://www.r3m.it/ritchie-blackmore...atocaster/amp/
    La musica aiuta ad infrangere ogni barriera!

  • #2
    La musica aiuta ad infrangere ogni barriera!

    Commenta


    • #3
      La musica aiuta ad infrangere ogni barriera!

      Commenta


      • #4
        Ho letto il libro biografico (non ufficiale) dedicato a Ritchie Blackmore. Pare che trovasse la Strato uno strumento più difficile da suonare della sua 335, ma che la considerasse una sfida e un modo per un talentuoso di emergere rispetto ad altri chitarristi.

        Il vero peccato è che non ci sia mai stato un vero accordo tra la Fender e Blackmore per la produzione di una vera signature. Esiste la Strato tribute, che però è una serie limitatissima equivalente a una Masterbuilt, e poi la messicana che in primo luogo non è all'altezza della qualità di signature come quelle di Malmsteen, Clapton, Johnson ecc., e in secondo luogo è rappresentativa di un periodo successivo della carriera di Blackmore, mentre sarebbe stata interessante una che richiamasse quelle che ha suonato nella prima parte della carriera.

        Detto questo, non essendo Blackmore uno smanettone di effettistica, ma essenzialmente un tradizionalista tutto chitarra e ampli, mi chiedo come ottenesse quel suono tipo violino durante le parti soliste.

        Commenta

        240x200 Colonna destra - Post

        Comprimi

        240x90 - Colonna Destra

        Comprimi

        240x480 - Colonna Destra Post

        Comprimi

        240x48

        Comprimi

        240x90

        Comprimi

        240x340

        Comprimi

        Footer 728x90

        Comprimi
        Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
        X