728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Isolare singoli strumenti da tracce di una brano audio

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Isolare singoli strumenti da tracce di una brano audio

    Ho postato in musica in pillole ma non so se è la sezione più adatta

  • #2
    Bisgna che te che sei un bassista convinci Mattia a creare una sezione per "audio digitale, daw" ;)

    ...comunque mi tocca dire che il titolo di questo thread e' mica tanto chiaro, suppongo tu intendessi qualcosa come:

    isolare estrarre singoli strumenti da traccie di una brano audio

    Cioe' quello che si fa con plug-in come Izotope RX Rebalance: https://www.joshuacasper.com/tutoria...sic-rebalance/ . In realta' se usi quel plug-in c'e' ben poco da spiegare: basta agire sugli sliders e "tirare fuori" quello che ti interessa. Se invece si vuole farlo manualmente lavorando di EQ. o sulle "messe in fase" l'e' un'altra cosa...

    Oppure "cambiare il pitch di un brano audio", che si puo' fare sempre con il plug in o praticamente con qualunque DAW.

    Commenta


    • #3
      Citazione da andream Visualizza il messaggio

      ...comunque mi tocca dire che il titolo di questo thread e' mica tanto chiaro, suppongo tu intendessi qualcosa come:

      isolare estrarre singoli strumenti da traccie di una brano audio

      Esatto

      Commenta


      • #4
        Poi ti invito a esprimerti nel modo più semplice e atipico possibile perché su ste cose so duro a capirle

        Commenta


        • #5
          Titolo modificato e seguo perchè interessa anche a me
          Regolamento Musicoff Forum - Come funziona il Forum - Tutta la verità su Musicoff

          Gli altri canali della community
          YouTubeFacebookInstagramTwitter

          Commenta


          • #6
            Citazione da Rock Visualizza il messaggio
            Poi ti invito a esprimerti nel modo più semplice e atipico possibile perché su ste cose so duro a capirle
            Diavolo, e' un casino quando comincio a fare lo scienziato, fai bene a dirmelo

            Per partire dovreste individuare le keywords relative all'argomento in modo da poterle googlare / cercare su you tube, es:

            - change song pitch step transpose
            - extract rebalance audio track izotope

            Poi si puo' ragionare sul fatto che ad es. sono trasformazioni generalmente a perdita di qualita', quindi se le fate per farvi gli esercizi della vostra playlist casalinga e' cosa semplice, mettersi a correggere le storpiature "a livello professionale" e' cosa piu' difficile.

            Per altro, a quelli che dicono "io faccio tutto a 48Khz di bitrate perche' di piu' non serve": Welcome, ora avete scoperto perche' bisogna tenere bitrates piu' alti nei master, per poterli poi modificare sena perdere tanto in qualita'.

            Commenta


            • #7
              Citazione da andream Visualizza il messaggio
              bisogna tenere bitrates piu' alti nei master, per poterli poi modificare sena perdere tanto in qualita'.
              Perdona la domanda probabilmente futile
              In ambito musicale digitale, si ha una perdita di qualità anche senza utilizzare compressioni lossy?
              Se effettuo un mixaggio digitale, dovrebbe essere lossless; o no?

              Commenta


              • #8
                Citazione da Brummell Visualizza il messaggio
                Perdona la domanda probabilmente futile
                In ambito musicale digitale, si ha una perdita di qualità anche senza utilizzare compressioni lossy?
                Se effettuo un mixaggio digitale, dovrebbe essere lossless; o no?
                Una trasformazione analogica - digitale e' sempre a perdita di informazioni, l'idea e' che aumentando il bitrate questa e' irrilevante per la sensibilita' dell'ascoltatore.

                Il bitrate comunque e': informazioni per quantita' di tempo.
                Se prendi un suono in A puo' essere: hai 440 periodi (hz) di onda sonora (gli armonici e il timbro) per secondo. Tu lo campioni tot volte per secondo con una certa precisione = bitrate e profondita' in bit.

                Ora se tu mi cambi il pitch di un campione, es lo abbassi ergo diminuisci la frequenza, per unita' di tempo avresti bisogno di maggiori informazioni di quelle che hai per avere la stessa densita' di informazioni relative alla forma d'onda. Info che non hai, e dovresti ricampionare. Se invece aumenti la frequenza e' il contrario, scarti delle informazioni (... artefatti vari).
                Analogia: se tu ingrandisci una foto perdi in dettaglio e devi sfumare, se la rimpicciolisci aumenti il dettaglio e puoi aumentare contrasto - sharpness.

                Quindi quando campioni bisogna cercare di pigliare il quantitativo massimo di info che puoi dal suono originale, al netto che poi nella versione ascoltabile finirai per fare un down rate verso quei 44kHz che sono piu' del doppio che un uomo puo' sentire. Poi il fesso dice "Ha io faccio tutto a 48khz a 16bit cosi' non devo comprare il protatile nuovo piu' potente", poi non modifichi niente. Oppure lo studio dove hai registrato si tiene i master originali ad alta frequenza e te non puoi fare un remix senza sembrare un pagliaccio.

                Ma tutte le trasformazioni se non sono "geometriche" (tipo aumento ogni singolo dannato bit di un punto di volume) temo che siano degradative e che potenzialmente inseriscano degli artefatti. La questione e' che puoi partire con "molte info" per poi alla fine doverne avere molte meno.

                Ma tecnicamente il termine "losness" si usa per gli algoritmi di compressione, quindi, humm...
                Imho: le conversioni A-D sono sempre a perdita dati, eventuali spaciugamenti di quei dati sono non tanto a perdita di info (in base al tipo di trasformazione (oltre aliasing, artefatti) che al rapporto tra bitrate iniziale / finale) ma a snaturamento della qualita' "organica" del suono originale -> artefatti digitali (in base alla qualita' dei plug in che usi).

                ...e abbiamo fatto gli scienziati ;)

                Commenta


                • #9
                  Citazione da andream Visualizza il messaggio
                  Non speravo in una spiegazione così dettagliata e ti ringrazio
                  Nella mia domanda davo per scontato che si trattasse di un'operazione fra files digitali (mixing o rendering), dove immagino che le modifiche siano esenti da perdita di informazioni.

                  Commenta


                  • #10
                    Ah be' se tu sei a es. 200 bit e lavori a 200bit allora non hai nessuna perdita di informazioni dal punto di vista informatico. Certo che poi sul cosa "rappresentino" quelle info e come si traduca all'orecchio dell'audiofilo e' un argomento di cui sarebbe interessante discutere!

                    Sempre su ovvio: se te lavori con VST o qualunque cosa che non sia "freezzata" non perdi mai niente ;) , che poi e' un dei motivi per cui e' preferibile lavorare "in the box" rispetto a quelle minchiate "si ma vuoi mettere il mio synth analogico / amp / effetto quanto e' caldo...". Ma gia' sai...

                    Commenta


                    • #11
                      Citazione da andream Visualizza il messaggio
                      qualunque cosa che non sia "freezzata"
                      "in the box.
                      Mi puoi spiegare in due parole il significato?

                      Commenta


                      • #12
                        I freeze e' quando fai il rendering di una o piu' traccie con tutte le automazioni, effetti e altro per snellire il workflow (perche il tuo pc non ce la fa) fai un rendering di automazioni effetti e tutto per snellire e le tratti come audio e non "vettori". Un po' come dire: registri la traccia della chitarra pulita o il midi dello strumento e poi gestisci effetti e altro separatamente, fai un rendering quanto serve.

                        Ergo puoi fare tutte le trasformazioni che vuoi a livello musicale perche' tanto poi fai il rendering alla fine, e gli effetti ambientali (reverb, compressione, amp) altro non sono che l'equivalente della "sfumatura" che faresti dopo aver trasformato un'immagine per renderla omogenea col contesto.


                        "In the box" = fai tutto dentro il DAW, senza componenti esterni (strumenti, amp,effetti...).

                        Commenta


                        • #13
                          Citazione da andream Visualizza il messaggio
                          I freeze e' quando fai il rendering di una o piu' traccie con tutte le automazioni, effetti e altro per snellire il workflow (perche il tuo pc non ce la fa) fai un rendering di automazioni effetti e tutto per snellire e le tratti come audio e non "vettori". Un po' come dire: registri la traccia della chitarra pulita o il midi dello strumento e poi gestisci effetti e altro separatamente, fai un rendering quanto serve.
                          Le mie prove sui DAW sono davvero poche, ma non credevo potessero arrivare a pesare
                          così tanto, da dover snellire un progetto audio.
                          La procedura che hai descritto mi ricorda quella che facevo (poco) 10 anni fa con i video.

                          Commenta


                          • #14
                            Ma al contrario il problema principale dei producer casalinghi e' che la latenza li uccide, gestire le prestazioni realtime di un computer e' una cosa complicata dato che i pc consumer non sono ottimizzati per questo.

                            BTW: leggevo che la nuova versione di Reason sia molto leggera anche su pc deboli.

                            Commenta


                            • #15
                              Probabile io non mi sia mai accorto di ciò, utilizzando giusto 2 tracce: una base e Amplitube. Anche su quest'ultimo posso usare un Amp (con o senza distorsore) e un Reverb. Stop.
                              Amplitube l'ho quasi da subito usato "In the box".
                              Temo si andati un po' OT.

                              Grazie

                              Commenta

                              240x200 Colonna destra - Post

                              Comprimi

                              240x90 - Colonna Destra

                              Comprimi

                              240x480 - Colonna Destra Post

                              Comprimi

                              240x48

                              Comprimi

                              240x90

                              Comprimi

                              240x340

                              Comprimi

                              Footer 728x90

                              Comprimi
                              Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
                              X