728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il rock in Italia

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Il rock in Italia

    Oggigiorno è sempre più difficile, per chi suona rock/metal trovare "successo" nel mondo della musica italiana, è possibile che ormai i nuovi gruppi rock abbiana la porta chiusa? Conviene scrivere canzoni in lingua italiana o è necessario puntare direttamente al successo fuori patria, scrivendo in inglese?

  • #2
    Seguo poco (se non pochissimo) il contesto attuale, proprio per questo mi accodo con interesse al topic, sono davvero curioso di leggere punti di vista e testimonianze
    Regolamento Musicoff Forum - Come funziona il Forum - Tutta la verità su Musicoff

    Gli altri canali della community
    YouTubeFacebookInstagramTwitter

    Commenta


    • #3
      io ti parlo della realtà dove sono io, se fai inediti scordati di trovare date, qui fanno solo suonare cover bands e tribute bands, ai concorsi spacciati per rock vogliono solo del banale pop da cantautore.. o meglio solo il cantante con la base ( i talent show hanno abituato male la gente ).. quindi si... meglio puntare sull'estero
      Chitarrista dei Mercato Nero e Prototape

      Commenta


      • #4
        Citazione da Alex.Tomasi Visualizza il messaggio
        io ti parlo della realtà dove sono io, se fai inediti scordati di trovare date, qui fanno solo suonare cover bands e tribute bands, ai concorsi spacciati per rock vogliono solo del banale pop da cantautore.. o meglio solo il cantante con la base ( i talent show hanno abituato male la gente ).. quindi si... meglio puntare sull'estero
        Mh promettente ahah, In zona mia forse è anche peggio, cioè un locale o due fanno suonare anche chi ha inediti ma si và da un pubblico di 10 persone a uno di 30 a dirla lunga Non vedo un futuro roseo per chi voleva, come me, scrivere la musica in italiano

        Commenta


        • #5
          Io vengo dal Friuli Venezia Giulia e qui da noi, sia a livelli amatoriali che un po' più alti, posso dire che il 95% dei gruppi fa cover oppure tributi. Io ho un gruppetto hard rock-metal che è uno dei pochissimi in zona che propone anche un repertorio proprio (più o meno 50% e 50% tra inediti e cover). Parlo a livello di rock-hard rock-metal...sugli altri generi non saprei dire, magari la musica propria riesce a fare più strada. La cosa triste è che i gruppi cover che vanno per la maggiore, a livello di semiprofessionismo diciamo, propongono sempre e solo le stesse cover trite e ritrite (Highway to hell, Smoke on the Water etc etc) e sinceramente a me non viene nessuna voglia di andarli a sentire. Noi cerchiamo di proporre un repertorio un po' più interessante, fornendo delle interpretazioni nostre di alcuni pezzi magari famosi ma che non si sentono ogni sacrosanta serata live. Altra cosa triste che noto è che non c'è tanta meritocrazia: gli stessi identici palchi vengono calcati da ragazzini alle prime armi, da gente sul mio livello o da gente molto molto più brava di me. Ed anche il riscontro di pubblico è più o meno uguale: noi nel particolare ci "salviamo" perché abbiamo un seguito abbastanza fisso di amici scatenati (grazie anche alla bibita) e perchè il repertorio è "ballabile" pur essendo metal-rock. Ma vedo gruppi formati da gente veramente super che suonano davanti a 7 persone.

          Commenta


          • #6
            Citazione da Music Gambler Visualizza il messaggio

            Mh promettente ahah, In zona mia forse è anche peggio, cioè un locale o due fanno suonare anche chi ha inediti ma si và da un pubblico di 10 persone a uno di 30 a dirla lunga Non vedo un futuro roseo per chi voleva, come me, scrivere la musica in italiano
            pensa uno dei miei gruppi facciamo pezzi nostri in italiano, l'altro solo strumentale, se riusciamo a trovare una data all'anno ( a gratis, al massimo ci offrono il bere ) è già tanto! con la cover band che avevo prima ( che purtroppo ha scelto la strada del banale pop rock e quindi mi son tolto ) avevamo minimo una data a settimana e pagata pure bene!
            Chitarrista dei Mercato Nero e Prototape

            Commenta


            • #7
              Mi unisco chiedendovi una cosa che mi ha fatto discutere con un bel po di musicisti nella mia zona (bari e dintorni); ma suonate gratis? Perchè?

              Commenta


              • #8
                Citazione da Lyonhard Visualizza il messaggio
                Mi unisco chiedendovi una cosa che mi ha fatto discutere con un bel po di musicisti nella mia zona (bari e dintorni); ma suonate gratis? Perchè?
                Profondamente ingiusto, però secondo me la passione e la voglia talvolta fanno brutti scherzi....

                Provo a spiegarmi meglio; Io non ho praticamente mai avuto un gruppo, se non proprio qualche esperienza davvero breve e che non ha comunque portato serate (almeno con me).
                Per me la cosa non è un reale problema perchè amo estremamente suonare ma non ho mai desiderato farne un lavoro o, che so, trarne un guadagno economico.

                Per via di quanto spiegato sono sempre stato libero di declinare (per non dire mandare a ******) "offerte" furbe di proprietari di locali che ti chiedono di suonare per un panino ed una birra (bionda 0,3 eh, sia chiaro!) ma d'altro canto questo mio isolarmi mi fa ritrovare di tanto in tanto a vivere dei veri e proprio periodi di secca musicale... non parlo con nessuno di musica, non suono con nessuno neanche per divertimento e situazioni simili, e questo effettivamente un pò mi pesa.
                Ecco in quei periodi potrei suonare tranquillamente anche gratis, solo per il gusto di poter fare qualcosa che amo; Ovviamente so che il discorso è un pò fallace e non andrebbe proprio fatto per una questione di principio/etica, ma credo dipenda strettamente dalla tipologia di musicista (cioè amatoriale) che sono

                Fine

                Commenta


                • #9
                  Citazione da Lyonhard Visualizza il messaggio
                  Mi unisco chiedendovi una cosa che mi ha fatto discutere con un bel po di musicisti nella mia zona (bari e dintorni); ma suonate gratis? Perchè?
                  Per lo stesso motivo per cui quando sei una pippa del campionato dilettanti portoghese, basta che ti paghino la trasferta in pullman e scendi in campo zitto e mosca, ma quando diventi CR7 chiedi 500.000 euro per sorridere 5 secondi davanti alla telecamera.

                  E' sempre una questione di valore intrinseco del singolo e dei flussi di denaro che riesce a far muovere, che nel caso di CR7 si misurano in abbonamenti Sky, merchandise e biglietti allo stadio, nel caso di un gruppo si misurano in panini e birre.
                  Citazione da Vigilius
                  una volta le cose vecchie erano vecchie e basta, non vintage

                  Commenta


                  • #10
                    perchè altrimenti suoniamo solo in sala prove per noi.. che ha anche poco senso..però di fatto i gruppi con inediti dalle mie parti non li hanno mai pagati, pagano solo le cover band e tribute band.. a meno che non dimostri di avere un seguito consistente che porti guadagno al locale.. ma se suoni solo in sala prove la vedo impossibile crearsi un seguito..
                    Chitarrista dei Mercato Nero e Prototape

                    Commenta


                    • #11
                      Secondo me un emolumento, anche simbolico, ci vuole, altrimenti è una mancanza di rispetto.
                      I gestori di locali che non ti conoscono vogliono giustamente sentire qualcosa di tuo prima della serata e se il gruppo fa pietà o è fatto di ragazzini in calore che vogliono solo scimmiottare dei musicisti non li chiama a suonare, molto semplice; se un gruppo che suona nel tuo locale è stato invitato da qualcuno di fiducia e fa scappare la gente da quanto fa schifo ce la prendiamo con la persona di fiducia, ma dal momento in cui io, gestore del locale, acconsento a far suonare un gruppo qualcosa devo pagare, non solo pizza e birra.
                      È una forma di rispetto per la fatica, per il lavoro, per lo spostamento di persone e oggetti, che è infinitamente meno di quanto effettivamente costa la propria attività ai musicisti ma è un riconoscimento, anche 50-100€.
                      Se un locale non se li può permettere non chiami gruppi a suonare, non è obbligatorio e tanti nei locali vanno avanti da tempo con il sottofondo musicale dell’impianto (che poi parliamone dell’impianto dei locali, parliamone )
                      Art Of Motion, musica in movimento.
                      https://artofmotion.bandcamp.com/releases

                      Commenta


                      • #12
                        Per scrivere in inglese bisogna conoscerlo bene, a livello che se vai in un paese anglofono non hai nessun problema a comunicare (eventualmente gestire un live parlando in inglese sul palco). In Italia il rock non è mai stato di moda, però c'era una buona nicchia che lo seguiva e andava anche a sentire gente che faceva roba inedita per locali. Oggi in Italia siamo veramente in una situazione preoccupane per la musica live inedita.

                        Io ho suonato per locali e festival in Spagna, Belgio, Olanda e Francia e la situazione è migliore, però anchè lì si fa fatica a riempire un locale anche se, che ci sia poca o molta gente, comprano CD, ti ascoltano per tutto il live e si divertono anche se non conoscono i pezzi. Nen c'è stata data dove non ci chiedessero il bis e qualcuno voleva anche autografi sul cd o il plettro che hai usato durante la serata. In Italia queste cose non mi accadono mai (parliamo sempre di band di musica inedita).

                        In Italia secondo me manca questa nicchia di appassionati veri della musica che si interessano anche a band non blasonate e che il week end vanno a vedersi i gruppi che suonano in giro. Purtroppo, però, anche se all'estero è un po' meglio, la gente che segue i live ha dai 50 anni in su circa, questo significa che quando non ci saranno più quelle generazioni c'è il rischio che muoia tutto davvero.
                        Regolamento Musicoff Forum - Come funziona il Forum - Tutta la verità su Musicoff

                        Gli altri canali della community
                        YouTubeFacebookInstagramTwitter

                        Commenta


                        • #13
                          Sull'argomento, dopo circa 12 anni che suono dal vivo, non ho ancora sviluppato un punto di vista definitivo...sono combattuto. Secondo me la premessa è che lo spettacolo che tu vai a proporre sia degno di questo nome ed abbia un buon contenuto qualitativo: no ragazzini, no alcolizzati sul palco, no ridicole emulazioni di rock star varie, gente magari non fenomenale tecnicamente ma preparata a quello che sta facendo. Detto ciò, è ingiusto che un gestore di un locale "guadagni su di te" senza spendere nulla. D'altro canto, se parliamo di un contesto amatoriale come il mio, dove la gente suona perché si diverte e non ha bisogno di guadagnare dalla musica perché fa altri lavori e dove i musicisti non si esercitano 8 ore al giorno, io non sono molto d'accordo su discorsi che sento spesso del tipo: "io non suono gratis perché...con tutti i soldi che ho speso per chitarre e amplificatori!". Se io ho l'hobby dello sci, non è che credo sia giusto che qualcuno mi paghi lo skipass o il giubbotto pesante. Altro discorso è il fatto che ora come ora non è facilissimo trovare locali in cui suonare e quindi piuttosto che non suonare per una questione "di principio" io suonerei anche gratis (magari ogni tanto) o poco più, ma è un mio punto di vista. Inoltre, il gestore del bar in ogni caso un servizio me lo fa: mi mette a disposizione un posto dove potermi esibire, me lo prepara, mi fa un po' di pubblicità etc etc e magari mi dà la cena gratis. Quindi forse il punto di incontro è questo: se i chilometri di viaggio non sono eccessivi, potrebbe bastare la cena gratis e un piccolo compenso...diciamo 100 euro per il gruppo che poi diventano 20 euro a testa. Per me è già onesto in un contesto amatoriale. Se poi c'è maggiore disponibilità economica, ben venga. Tutto il discorso con la premessa che i gestori dei bar/locali, mediamente e senza generalizzare, non sono personaggi che gradisco molto.

                          Commenta


                          • #14
                            Citazione da _cosimo_ Visualizza il messaggio
                            Secondo me un emolumento, anche simbolico, ci vuole, altrimenti è una mancanza di rispetto.
                            I gestori di locali che non ti conoscono vogliono giustamente sentire qualcosa di tuo prima della serata e se il gruppo fa pietà o è fatto di ragazzini in calore che vogliono solo scimmiottare dei musicisti non li chiama a suonare, molto semplice; se un gruppo che suona nel tuo locale è stato invitato da qualcuno di fiducia e fa scappare la gente da quanto fa schifo ce la prendiamo con la persona di fiducia, ma dal momento in cui io, gestore del locale, acconsento a far suonare un gruppo qualcosa devo pagare, non solo pizza e birra.
                            È una forma di rispetto per la fatica, per il lavoro, per lo spostamento di persone e oggetti, che è infinitamente meno di quanto effettivamente costa la propria attività ai musicisti ma è un riconoscimento, anche 50-100€.
                            Se un locale non se li può permettere non chiami gruppi a suonare, non è obbligatorio e tanti nei locali vanno avanti da tempo con il sottofondo musicale dell’impianto (che poi parliamone dell’impianto dei locali, parliamone )
                            Per anni ho pensato anche io la stessa cosa.
                            Siamo andati a lezione, ci siamo esercitati per migliaia di ore, abbiamo comprato strumenti di livello, abbiamo sbattuto la testa contro difficoltà tecniche che apparivano insormontabili, abbiamo speso centinaia di euro in sala prove, la benzina per giungere fino al locale, e poi cosa ricaviamo? Nulla? Una birra media, un panino, e al massimo una pacca sulle spalle?

                            Se la vedi così sembra quasi che il proprietario sia un negriero che si approfitta di te. Che voglia impadronirsi a delle tue capacità musicali senza riconoscerti un compenso anche minimo.


                            Se la vedi dal lato di chi ti ospita, la situazione è diversa.
                            Io in un tipico lunedì sera, nota giornata di fiacca per i locali, faccio al massimo 30 tavoli e fatturo (vado a naso) non più di 700€.
                            Se un lunedì sera qualunque vieni tu col tuo gruppo, vi do 50€ a testa per riconoscere la vostra capacità di musicisti, l'impegno, la serietà, gli anni di studio e blabla...e faccio comunque 30 tavoli, capisci da solo che lato gestore locale, non è un affare.
                            Anche se siete soltanto 4, devo togliermi 200€ di tasca per darli a voi. E voi cosa mi avete dato in cambio?

                            Al gestore del locale non interessa comprare la vostra musica o la vostra performance, nè il vostro tempo.
                            O meglio, gli interessa nella misura in cui riuscite a far lievitare i suoi affari. Il suo obiettivo è far soldi non diffondere la cultura musicale. Non è una Onlus o una associazione culturale no-profit.
                            Se vuole sentire della buona musica, compra un CD o la ascolta gratuitamente su Spotify.

                            E' come se una società di calcio spende 100 milioni per 2 fuoriclasse che dovrebbero fargli vincere il campionato, e poi la squadra si classifica nuovamente 8° come nella stagione precedente.
                            Anche i due fuoriclasse si sono impegnati, hanno tenuto una certa alimentazione, si sono allenati tutti i giorni, ma se la squadra è rimasta ancora una volta fuori pure dalla zona Europa League?

                            E' a tutti gli effetti un investimento che soggiace alla regole di mercato.
                            Se il ROI è nullo, quello è un investimento a perdere.

                            Sembra crudele dirlo, ma il mondo non premia l'impegno. Premia i risultati.
                            Il voto che vi davano a scuola era basato sulla conoscenza degli argomenti, o sul numero di ore passate davanti al libro?

                            Chi riesce a sfuggire alle becere logiche di mercato, sono quei gruppi che suonano nei teatri e fanno pagare 10-20€ a biglietto.
                            Problema: quelli che riescono ad arrivare a simili livelli sono pochi, e hanno dietro un service luci/audio di un certo livello con luci, lasers, schermi LCD enormi, tecnici che montano/smontano il palco. Nulla che sia alla portata di un gruppo esordiente.


                            Citazione da zoso85 Visualizza il messaggio
                            In Italia secondo me manca questa nicchia di appassionati veri della musica che si interessano anche a band non blasonate e che il week end vanno a vedersi i gruppi che suonano in giro. Purtroppo, però, anche se all'estero è un po' meglio, la gente che segue i live ha dai 50 anni in su circa, questo significa che quando non ci saranno più quelle generazioni c'è il rischio che muoia tutto davvero.
                            In Italia in che regioni hai suonato?
                            Hai trovato differenze tra nord-centro-sud?
                            Citazione da Vigilius
                            una volta le cose vecchie erano vecchie e basta, non vintage

                            Commenta


                            • #15
                              Quando parlo di gruppi locali che riescono a suonare facendosi pagare il biglietto, intendo roba a questi livelli



                              A luglio partirà nuovamente il loro tour estivo (pure quest'anno con Machan Taylor, ex-corista anni '80 dei Pink Floyd), e nuovamente saranno 10€ a capoccia.
                              Citazione da Vigilius
                              una volta le cose vecchie erano vecchie e basta, non vintage

                              Commenta

                              240x200 Colonna destra - Post

                              Comprimi

                              240x90 - Colonna Destra

                              Comprimi

                              240x480 - Colonna Destra Post

                              Comprimi

                              240x48

                              Comprimi

                              240x90

                              Comprimi

                              240x340

                              Comprimi

                              Footer 728x90

                              Comprimi
                              Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
                              X