728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

L'angolo della musica

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Brummell
    ha risposto
    Questo ragazzino francese è davvero incredibile:


    Lascia un commento:


  • Brummell
    ha risposto
    Citazione da MarianoC Visualizza il messaggio
    quando nel tuo video ci sono Steve Vai e Quincy Jones a reggere un cartello con le sigle degli accordi, giochi proprio un altro campionato rispetto a tutti gli altri
    Visto ieri

    Lascia un commento:


  • 5corde
    ha risposto
    Citazione da MarianoC Visualizza il messaggio
    giochi proprio un altro campionato rispetto a tutti gli altri
    Altro che Champions League

    Lascia un commento:


  • MarianoC
    ha risposto


    quando nel tuo video ci sono Steve Vai e Quincy Jones a reggere un cartello con le sigle degli accordi, giochi proprio un altro campionato rispetto a tutti gli altri

    Lascia un commento:


  • 5corde
    ha risposto
    Gli giro intorno da un po' senza ancora essere riuscito ad ascoltare, domani cercherò di rimediare

    Lascia un commento:


  • Brummell
    ha risposto
    Conosco da poco questa formazione.
    Beh, i musicisti non mancano.
    Jeff Scott Soto lo conobbi con i primi 3 album di Yngwie e devo dire che dopo 30 anni è davvero bravo.
    Sto rivalutando anche Bumblefoot (conosco poco), che pare finalmente scrollarsi di dosso la fama di shredder.



    Quasi dimenticavo di menzionare Billy Sheean. Probabilmente perchè sono da sempre acritico nei suoi confronti. Bravissimo e personalissimo.
    Ricordo che già fine anni '80 insegnava al B.I.T. (Bass Institute of Technology) ed erano gli allievi a dirgli cosa stava suonando, perchè non conosce la musica
    Ah, oggi ha 66 anni.

    Lascia un commento:


  • Brummell
    ha risposto
    Citazione da MarianoC Visualizza il messaggio
    Intanto ti ringrazio per l'esauriente risposta

    Hai messo davvero tanta "carne al fuoco", che merita una risposta approfondita, ma non sono in grado di farlo
    Mappperò, ci provo.
    Da prendere come risposta improvvisata (fisiologico nel Jazz, abilità che amo e perseguo da sempre).

    Buddy Rich, icona?
    Sì!

    T.Williams?
    E' uno dei mie preferiti!
    Non sono un esperto e l'ho conosciuto (colpevolmente?) grazie alle partecipazioni con A.Holdsworth.
    Fra i due batteristi ci sono decenni di differenza e non trovo davvero motivo di confrontarli.

    Il Conservatorio.
    Da sempre considerato una fucina di professionisti: mappperchè?
    Perchè è vero.
    Beh, io (ho fatto solo il primo anno) lo considero come una garanzia delle capacità didattiche.
    Nel film è del tutto realistica la sessione speciale, essendo appunto straordinaria.

    Lascia un commento:


  • MarianoC
    ha risposto
    Citazione da Brummell Visualizza il messaggio
    Ciao
    Non ho avuto la tua stessa impressione. Vuoi dirci cosa hai trovato di anomalo?
    Allora, premesso che lo trovo un bel film, che poteva essere ambientato nel mondo della danza, dello sport o anche della matematica, e che appunto l'ho trovato molto bello dal punto di vista del rapporto maestro/allievo, diciamo che conoscendo quel mondo da dentro (ho fatto il conservatorio jazz alcuni anni fa e mi sono appena reiscritto per prendere il diploma in pop/rock), sia nella sua prospettiva italiana, che europea che statunitense (non in prima persona in questo caso, ma ho molti amici e colleghi che hanno studiato o studiano in usa quindi ho potuto conoscere quel mondo e come è organizzato parlando spesso con gente ce c'è stata), ho trovato una serie di cose che sono totalmente fiction. Per riassumere:

    -le premesse: un giovane musicista di New York che ha come mito Buddy Rich???? Buddy Rich è stato una figura importante più per il suo ruolo di bandleader e per i suoi legami con lo showbiz, che per la sua bravura di batterista. Anche accettando il fatto che un giovane di oggi possa avere come mito un musicista del passato (che è un pò come un giovane che va alla scuola calcio oggi e invece che ispirarsi a Messi o Ronaldo ha come idolo Daniele Massaro.....) nella generazione di Buddy Rich i batteristi importanti erano Tony Willams e Elvin Jones, e avrebbero avuto assai più senso come ispirazione musicale. Ma il punto è che ai giovani piacciono i giovani, non i nonni......Se entro in una QUALUNQUE classe di conservatorio di batteria del mondo e chiedo "quali sono i batteristi al quale ti ispiri?" le risposte sarebbero: Mark Guiliana, Chris Dave, Brian Blade, Nate Smith eccetera....tutta gente relativamente giovane e assolutamente attiva sulla scena di oggi. I ventenni ascoltano le cose che per loro sono fresche e interessanti, non la musica che era fresca e interessante quando a essere ventenni erano i loro nonni..... Sopratutto a New York, che è sostanzialmente la capitale delle avanguardie artistiche e musicali del mondo. Buddy Rich sembra proprio fuori luogo

    -la rappresentazione della vita scolastica: un insegnante così sarebbe passabile di denuncia in 0.2 secondi. La politica del terrore a scuola è qualcosa di estremamente datato, sopratutto (di nuovo), a New York, nel mondo anglosassone e nordeuropeo in generale. Posto che il livello è altissimo e la competitività enorme, ci si è resi conto da decenni che in un ambiente rilassato è divertente si studia di più e si produce di più. Esattamente com'è noto che se studi fino a sanguinare è IMPOSSIBILE che tu possa migliorare, perché il miglioramento richiede cura del corpo, che è il nostro primo strumento. Esattamente come un atleta che corre fino a rompersi i legamenti e i piedi non migliorerà mai ma anzi finirà la carriera, un musicista che si fa venire la tendinite o altro avrà solo peggioramenti, non miglioramenti. Nessuno studia in quel modo

    -la musica.....questa è la parte peggiore. Andando a vedere chi ha scritto la colonna sonora, è un compositore che non ha mai fatto o ascoltato jazz, e si sente. La maggior parte delle musiche sono la parodia del jazz di una volta, figurarsi del jazz che si suona a new york entrando in un jazz club ora....trovi cose come queste:



    che è la roba che va a new york, non certo sta roba qua


    che è la parodia dello Sturbucks Jazz di cui appunto, si parla nel film. Diciamo che condivido appieno quest'analisi



    Insomma, Whiplash lo trovo un bellissimo film a livello di storia, ma descrive la vita della musica del jazz e dello studio al conservatorio in maniera totalmente non aderente alla realtà, stereotipata e banale

    Lascia un commento:


  • Brummell
    ha risposto
    Nei primi anni '80, nell'ondata dei gruppi Heavy britannici, apparvero gli americani W.A.S.P.!
    A parte il nome spregiudicatamente razzista, portarono uno stile diverso che non passò inosservato.
    A Firenze fecero un concerto dove aprirono ai Judas Priest (o i Maiden, non ricordo).
    Grande potenza.
    Potrei paragonarli a come furono i Pantera 10 anni dopo.
    Per il piacere dei metallozzi:



    Ricordo che, i soliti teppistelli (idioti), lanciarono qualcosa sul palco e colpirono Chris Holmes (peraltro niente male come chitarrista). Si infuriò e lanciò anatemi vari nella sua lingua e mostro minacciosamente il dito.
    Sempre i teppistelli, cominciarono a lanciar di tutto contro di lui e dovette proseguire (e finire) il concerto protetto/nascosto dal muro di casse Marshall.

    Lascia un commento:


  • Brummell
    ha risposto
    Citazione da MarianoC Visualizza il messaggio
    un film molto bello sul rapporto maestro/allievo, un pessimo film sul jazz, i conservatori e la musica, rappresentati in maniera totalmente distorta e slegata dalla realtà
    Ciao
    Non ho avuto la tua stessa impressione. Vuoi dirci cosa hai trovato di anomalo?

    Lascia un commento:


  • 5corde
    ha risposto


    A parte gli scherzi, gli smanettamenti di questi ultimi giorni mi hanno pastrocchiato la cache locale in diversi modo, con conseguenti anomalie di entità leggera ma comunque fastidiosa. Se vedi che i problemi diventano ciclici fai una bella pulizia lato browser, dovrebbe andare tutto a posto

    Lascia un commento:


  • Brummell
    ha risposto
    Citazione da 5corde Visualizza il messaggio
    Sicuro di non avere altri quote "in canna"?
    Sì.
    Cmq ho appena riprovato e funziona.
    Temo di doverti dar ragione:

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   esorcistafilm.jpg 
Visite: 22 
Dimensione: 90.7 KB 
ID: 2171240

    Lascia un commento:


  • 5corde
    ha risposto
    Sicuro di non avere altri quote "in canna"? Se sono due o più, il testo da citare non viene caricato finché non clicchi sul pulsante "Invia risposta" in alto a sx

    Lascia un commento:


  • Brummell
    ha risposto
    Stavo tentando di quotare Cosimo, ma dopo 3 (tre) volte, ho rinunciato.
    Temo ci sia ancora qualche bug (non appare il quote di Cosimo).

    Lascia un commento:


  • Brummell
    ha risposto
    Citazione da _cosimo_ Visualizza il messaggio
    Non mi parlate di Mark Lettieri per favore, giovedí sera ero al jazz festival a Firenze...
    Mal comune mezzo gaudio?
    Certamente no.
    Metà anni '90 d'estate, mi successe alla Versiliana (vivo in Versilia).
    Dopo 40' (circa) cominciò a piovere e, come da contratto, l'avvenimento venne interrotto.
    Va beh, era solamente...
    Pat Metheny (trio acustico).

    Lascia un commento:

240x200 Colonna destra - Post

Comprimi

240x90 - Colonna Destra

Comprimi

240x480 - Colonna Destra Post

Comprimi

240x48

Comprimi

240x90

Comprimi

240x340

Comprimi

Footer 728x90

Comprimi
Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
X