728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Non so perché scrivo qui... problema balbuzie

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Non so perché scrivo qui... problema balbuzie

    Salve
    Non so perchè scrivo qui,non so se è la sezione giusta,non so se è il sito giusto per esprimermi su questo problema ma ho visto alcuni post a riguardo e ho pensato di farne uno mio.
    in pratica soffro di questo problema da piccolo,ovvero ho scoperto ciò da quando ero in prima media però li non notavo sta cosa ma poi con gli anni sento peggiorare il mio problema e mi deprime e mi chiude caratterialmente non riesco a comunicare con le persone perchè mi blocco e non riesco ad esprimermi.
    Ora ho 21 anni e non so cosa fare per superare questi problemi,non so a chi rivolgermi,vedo solo tutto negativo e certe volte penso di rassegnarmi e che non ho via di scampo ma alle volte vorrei che tutto ciò finisse.Da piccolo ho avuto problemi respiratori e non se so è dovuto da ciò alle volte sono obbligato a fare respiri più profondi perchè sono stato anche in incubatrice e cio mi porta ad avere questi sospiri,la mia domanda è "riuscirò mai ad uscire da questo tunnel? Vedo tutto negativo ormai"

    Accetto critiche o magari aiuti (si spera)
    Grazie

  • #2
    Ciao Ciro,
    benvenuto tra noi e anzitutto grazie per esserti confidato

    Come esseri umani soffriamo ciascuno per eventi e condizioni personali, ma la misura è comunque importante per chiunque. Perciò ti dico questo: per arduo che sia il problema che ti affligge, a 21 anni hai tutto il tempo per affrontarlo e, come ci auguriamo, venirne a capo
    Sono assolutamente cosciente della percezione di isolamento e di abbattimento che stai vivendo (e ne sia partecipe nel dispiacere come essere umano), e proprio per questo ti invito a non "fidarti" di questa percezione: lo sconforto è capace di tenderci attorno una cortina di fumo assai ingannevole; noi crediamo di essere senza speranza, ma la maggior parte delle volte questo non corrisponde alla realtà oggettiva (per quanto profondo sia il nostro turbamento)

    Ora però veniamo alle cose pratiche, perchè il modo migliore per esorcizzare un malessere è appunto affrontarlo in azioni concrete
    Il problema della balbuzie non è una banale scocciatura, ma un disturbo vero e proprio e come tale va trattato anche dal punto di vista medico. Hai già consultato uno specialista del ramo? Foniatra, logopedista... qualcuno insomma che conosca il disturbo dal punto di vista scientifico e che possa aiutarti a mettere in campo quelle strategie utili per contrastarlo e recuperare serenità
    Regolamento Musicoff Forum - Come funziona il Forum - Tutta la verità su Musicoff

    Gli altri canali della community
    YouTubeFacebookInstagramTwitter

    Commenta


    • #3
      Ciao Ciro,
      se hai 21 anni sei in una fase della tua vita in cui sentirsi parte di un gruppo, essere accettati, avere una intensa vita sociale, è fondamentale. Posso solo immaginare quanto questo problema ti possa portare a isolarti e deprimerti. Il momento in cui non te ne fregherà un tubo di essere accettato, di piacere a tutti, di uscire, di andare a feste e festini, il momento in cui sarai strafelice quando non ti invitano alle serate, è ancora lontano. Ne riparliamo dopo i 30


      Critiche a una persona che non si conosce è impossibile farle, e dare aiuti molto difficile.
      Come già detto, la persona giusta è un professionista. Logopedista in primis, foniatra, probabilmente anche uno psicologo perchè nella balbuzie esiste anche una componente psicologica. Perchè se provo una forte sensazione di vergogna nel parlare con una persona, se temo di essere giudicato negativamente, andrò nel panico e inizierò ad avere difficoltà nell'articolare le parole, arrivando a balbettare. E' un classico che una persona, davanti a una situazione di forte stress, qualcosa di inusuale che lo mette profondamente a disagio, inizi a balbettare.
      Due situazioni mi vengono in mente: parlare di fronte a una platea, dichiararsi alla propria innamorata.
      Sono situazioni che mettono sotto pressione chiunque e ti portano a inciampare, ad avere un discorso poco fluido.

      Il problema è quando una situazione simile si verifica anche con persone che conosci bene all'interno di situazioni di socializzazione che conosci altrettanto bene (famiglia, amici, lavoro, università, locale pubblico).

      Come si svolge la tua vita? Lavori? Studi? Hai amici? Hai una fidanzata? Hai degli hobby?
      Da ragazzo hai subito bullismo a scuola? Sei mai stato preso in giro per il tuo aspetto fisico o per altri motivi? Come è il rapporto con la tua famiglia? Hai avuto un'infanza e una adolescenza serene, o sono state problematiche?
      Comprendo sia difficile socializzare quando ti porto dietro un problema simile, la paura di essere deriso ed emarginato è fortissima, ma l'isolamento di sicuro non ti aiuta perchè ti fa alimentare nuove insicurezze, che a loro volta aggravano la balbuzie, facendoti entrare così un loop infinito.
      Se, come immagino, è qualcosa di origine psicologica, ti servirebbe accrescere la tua autostima e la sicurezza in te stesso.
      Dovresti arrivare a parlare con un tono di voce fermo, calmo, pacato, guardando il tuo interlocutore dritto negli occhi. Scommetto che spesso e volentieri quando parli, guardi a terra oppure da un'altra parte. E scommetto pure che a volte arrossisci. Ho indovinato?

      In ogni caso, ti rinnovo l'invito a parlarne con uno specialista.
      Stare ogni giorno chiuso in casa a rimuginare sulla tua diversità e sul tuo problema, senza fare nulla di concreto, senza agire, non risolverà il problema, nel migliore dei casi. Nel peggiore, lo aggraverà ulteriormente.
      Le cose non cambiano finchè non siamo noi a farle cambiare.
      Citazione da Vigilius
      una volta le cose vecchie erano vecchie e basta, non vintage

      Commenta


      • #4
        Citazione da 5corde Visualizza il messaggio
        Ciao Ciro,
        benvenuto tra noi e anzitutto grazie per esserti confidato

        Come esseri umani soffriamo ciascuno per eventi e condizioni personali, ma la misura è comunque importante per chiunque. Perciò ti dico questo: per arduo che sia il problema che ti affligge, a 21 anni hai tutto il tempo per affrontarlo e, come ci auguriamo, venirne a capo
        Sono assolutamente cosciente della percezione di isolamento e di abbattimento che stai vivendo (e ne sia partecipe nel dispiacere come essere umano), e proprio per questo ti invito a non "fidarti" di questa percezione: lo sconforto è capace di tenderci attorno una cortina di fumo assai ingannevole; noi crediamo di essere senza speranza, ma la maggior parte delle volte questo non corrisponde alla realtà oggettiva (per quanto profondo sia il nostro turbamento)

        Ora però veniamo alle cose pratiche, perchè il modo migliore per esorcizzare un malessere è appunto affrontarlo in azioni concrete
        Il problema della balbuzie non è una banale scocciatura, ma un disturbo vero e proprio e come tale va trattato anche dal punto di vista medico. Hai già consultato uno specialista del ramo? Foniatra, logopedista... qualcuno insomma che conosca il disturbo dal punto di vista scientifico e che possa aiutarti a mettere in campo quelle strategie utili per contrastarlo e recuperare serenità
        Salve e grazie per la risposta,
        In verità mi sono anche recato presso un ospedale siccome ho anche la rinolalia chiusa (se ricordo cosi si chiama) siccome ho la voce un pò nasale ma mi disse il dottore da padre "senti se pensi che con questa operazione ti si cambia la voce dalla A alla Z ti sbagli al massimo potrà cambiare di un pò o per niente mentre per la balbuzia non è compito nostro,mentre se hai problemi gravi a respirare stesso io ti dico di procedere con l'operazione" io gli dissi "sinceramente ormai non faccio nemmeno più caso alla mia respirazione ne trovo cosi tanta difficoltà ovvero se avevo momenti di mancato respiro cosa che non accade ma lo sto facendo perchè pensavo mi risolvesse il mio blocco" lui mi disse "allora è inutile affrontare questa operazione ma devi rivolgerti ad altri"
        Cosi mi rivolsi in un centro nel mio paese di logopedista ma mi risposero che era solo per bambini e ragazzi in giovane età (adolescenza) quindi un'altra risposta negativa che mi fece crollare e da allora sto ancora cosi


        Citazione da VSmolsky Visualizza il messaggio
        Ciao Ciro,
        se hai 21 anni sei in una fase della tua vita in cui sentirsi parte di un gruppo, essere accettati, avere una intensa vita sociale, è fondamentale. Posso solo immaginare quanto questo problema ti possa portare a isolarti e deprimerti. Il momento in cui non te ne fregherà un tubo di essere accettato, di piacere a tutti, di uscire, di andare a feste e festini, il momento in cui sarai strafelice quando non ti invitano alle serate, è ancora lontano. Ne riparliamo dopo i 30


        Critiche a una persona che non si conosce è impossibile farle, e dare aiuti molto difficile.
        Come già detto, la persona giusta è un professionista. Logopedista in primis, foniatra, probabilmente anche uno psicologo perchè nella balbuzie esiste anche una componente psicologica. Perchè se provo una forte sensazione di vergogna nel parlare con una persona, se temo di essere giudicato negativamente, andrò nel panico e inizierò ad avere difficoltà nell'articolare le parole, arrivando a balbettare. E' un classico che una persona, davanti a una situazione di forte stress, qualcosa di inusuale che lo mette profondamente a disagio, inizi a balbettare.
        Due situazioni mi vengono in mente: parlare di fronte a una platea, dichiararsi alla propria innamorata.
        Sono situazioni che mettono sotto pressione chiunque e ti portano a inciampare, ad avere un discorso poco fluido.

        Il problema è quando una situazione simile si verifica anche con persone che conosci bene all'interno di situazioni di socializzazione che conosci altrettanto bene (famiglia, amici, lavoro, università, locale pubblico).

        Come si svolge la tua vita? Lavori? Studi? Hai amici? Hai una fidanzata? Hai degli hobby?
        Da ragazzo hai subito bullismo a scuola? Sei mai stato preso in giro per il tuo aspetto fisico o per altri motivi? Come è il rapporto con la tua famiglia? Hai avuto un'infanza e una adolescenza serene, o sono state problematiche?
        Comprendo sia difficile socializzare quando ti porto dietro un problema simile, la paura di essere deriso ed emarginato è fortissima, ma l'isolamento di sicuro non ti aiuta perchè ti fa alimentare nuove insicurezze, che a loro volta aggravano la balbuzie, facendoti entrare così un loop infinito.
        Se, come immagino, è qualcosa di origine psicologica, ti servirebbe accrescere la tua autostima e la sicurezza in te stesso.
        Dovresti arrivare a parlare con un tono di voce fermo, calmo, pacato, guardando il tuo interlocutore dritto negli occhi. Scommetto che spesso e volentieri quando parli, guardi a terra oppure da un'altra parte. E scommetto pure che a volte arrossisci. Ho indovinato?

        In ogni caso, ti rinnovo l'invito a parlarne con uno specialista.
        Stare ogni giorno chiuso in casa a rimuginare sulla tua diversità e sul tuo problema, senza fare nulla di concreto, senza agire, non risolverà il problema, nel migliore dei casi. Nel peggiore, lo aggraverà ulteriormente.
        Le cose non cambiano finchè non siamo noi a farle cambiare.
        Salve e grazie della risposta,
        Bhè si un discorso in pubblico non riesco a farlo vado totalmente in panico oppure quando devo andare a comprare qualcosa non riesco,oppure quando devo fare una semplice ricarica non la dico a voce ma segno il numero su un fogliettino sono cose banali ma che vorrei riuscirle a svolgerle "normalmente"
        Nella vita lavoro insieme ad un'altra persona e alle volte vado in panico se mi chiedi "vai a dire questo a (es.Pincopallino) oppure se semplicemente mi dice vai a comprare questo" dialogo con lui e spesso anche mi fermo oppure cerco di cambiare parola.In famiglia bhè parliamo si ma non parlo mai di me perchè mi fa stare male piuttosto sento e cerco di trovare soluzione per altri.Si 2 mesi fa sono stato fidanzato,ora mi sto conoscendo con un'altra persona (anche se tante cose che vorrei dirle non le dico e spesso penso di lasciarla andare perchè non voglio farle assistere al mio problema) e li non notavo questa cosa anche se certe volte non dicevo alcune parole per paura di bloccarmi poi l'ho lasciata io perchè non era per me.Si ho amici una comitiva che mi pensa ma sono spesso il più chiuso e se parlo e solo di altri e loro pensano che io non parlo perchè sono un tipo chiuso e poi mi ringraziano sempre perchè gli ho fatto scoprire gli amici falsi.A scuola non ho ricevuto proprio un vero e proprio bullismo ma alcuni mi dicevano che io ero brutto ma ora mi dicono il contrario anche se non riesco ad avere autostima di me.
        In adolescenza avevo i miei genitori che si litigavano tutte le sere invece dopo che mamma ha subito un operazione tutto si è calmato e ora si sostengono entrambi ora non so se ciò ha fatto male a me.
        Quando parlo cerco sempre di distogliere lo sguardo o guardare altri punti cosi penso che diminuisco il mio blocco ma questo non succede ad arrossire è raro solo se mi parlano tipo che mi piace qualcuno.
        Si per questo sto cercando di girare su internet per vedere se ho qualche modo per diminuire questa cosa o magari farla sparire del tutto anche se poco ci credo.
        Chiuso in casa non resto quasi mai anzi lavoro ogni giorno,esco sempre siccome ho un gruppo e alle volte cerco di divertirmi,solo quando ho adrenalina non mi blocco (amo quei momenti)..

        Buona Serata e grazie a tutti

        Commenta


        • #5
          Direi che sei stato sfortunato coi medici che hai incontrato, ma non soffermiamoci su chi non ha saputo darti un valido supporto

          Anzi, direi che a fronte di esperienze così scadenti è fondamentale che tu trovi lo specialista adatto e all'altezza di aiutarti: non indugiare oltre, più rimandi e più sarà complicato farlo.
          In Italia i medici competenti ed empatici non mancano, si tratta soltanto di cercarli: hai il sacrosanto diritto di ricevere un adeguato supporto per il tuo disturbo, che come tale va appunto trattato in maniera adeguata e per nulla superficiale

          Ricorda questo: non siamo nati per tribolare, non c'è cosa da lasciare intentata quando si tratta del nostro benessere
          Regolamento Musicoff Forum - Come funziona il Forum - Tutta la verità su Musicoff

          Gli altri canali della community
          YouTubeFacebookInstagramTwitter

          Commenta


          • #6
            Citazione da 5corde Visualizza il messaggio
            Direi che sei stato sfortunato coi medici che hai incontrato, ma non soffermiamoci su chi non ha saputo darti un valido supporto

            Anzi, direi che a fronte di esperienze così scadenti è fondamentale che tu trovi lo specialista adatto e all'altezza di aiutarti: non indugiare oltre, più rimandi e più sarà complicato farlo.
            In Italia i medici competenti ed empatici non mancano, si tratta soltanto di cercarli: hai il sacrosanto diritto di ricevere un adeguato supporto per il tuo disturbo, che come tale va appunto trattato in maniera adeguata e per nulla superficiale

            Ricorda questo: non siamo nati per tribolare, non c'è cosa da lasciare intentata quando si tratta del nostro benessere
            Salve e grazie della risposta,
            Si infatti oggi ho preso mezza giornata proprio per dedicarmi a me stesso ed ho parlato con una logopedista che è addetta con i bambini e mi ha detto di prenotare una visita di foniatrica e poi se poteva anche trattare lei questa tipo di terapia mi avrebbe aiutato però io ho detto se devo fare visite private per non aspettare sono disposto a pagare perchè non voglio perdere altro tempo..Spero sia un buon inizio
            Voi che ne dite?
            Buona serata a tutti

            Commenta


            • #7
              Mi sembra un ottimo inizio: è un piccolo passo ma importantissimo, ora bisogna farlo diventare una lunga e produttiva camminata
              Regolamento Musicoff Forum - Come funziona il Forum - Tutta la verità su Musicoff

              Gli altri canali della community
              YouTubeFacebookInstagramTwitter

              Commenta


              • #8
                Citazione da 5corde Visualizza il messaggio
                Mi sembra un ottimo inizio: è un piccolo passo ma importantissimo, ora bisogna farlo diventare una lunga e produttiva camminata
                Buonasera e grazie per la disponibilità,
                Ora attendo il giorno della visita e vi farò sapere com'è andata

                Grazie ancora

                Commenta


                • #9
                  Avanti tutta
                  Regolamento Musicoff Forum - Come funziona il Forum - Tutta la verità su Musicoff

                  Gli altri canali della community
                  YouTubeFacebookInstagramTwitter

                  Commenta

                  240x200 Colonna destra - Post

                  Comprimi

                  240x90 - Colonna Destra

                  Comprimi

                  240x480 - Colonna Destra Post

                  Comprimi

                  240x48

                  Comprimi

                  240x90

                  Comprimi

                  240x340

                  Comprimi

                  Footer 728x90

                  Comprimi
                  Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
                  X