728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi

MotoGp, Superbike & Motociclismo Topic Unico

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • MAXrr
    ha risposto
    zoso85 Non sono laureato in psicologia; la testa la lascio valutare da chi ne ha facoltà.

    Ecco la pagella da me postata su DDG






    PAGELLE CATALANE Promossi e bocciati del Gran Premio della Catalunya 2020, che ha consegnato a Fabio Quartararo e Joan Mir le chiavi del futuro della MotoGP. Sono loro i primi due in classifica di questo pazzo campionato, con il francese vincitore e lo spagnolo secondo. Si rivede Rins sul podio, buona gara per Morbidelli, Miller e Bagnaia, bocciati Vinales e Rossi, il primo perché inconsistente, il secondo invece perché ha gettato alle ortiche l'occasione della vita, con le due cadute di Misano e di Barcellona. Tutti i voti nel dettaglio nelle nostre pagelle del Montmelò.



    FABIO QUARTARARO - VOTO 10 La gara perfetta! Il francese è protagonista di una buona partenza , ma una volta scivolato dietro a Rossi non l'ha lasciato scappare e, anzi, si è messo lì paziente, e quando ha sentito che la moto rispondeva come voleva, lo ha ripreso, passato ed è andato a riprendere pure Morbidelli. Il crollo della gomma dietro è arrivato, ma quando è arrivato lui era già troppo lontano per chiunque. Ora è di nuovo in testa al mondiale, se si corresse sempre in Spagna sarebbe a punteggio pieno (75 punti tra Jerez e Barcellona), e mancano ancora quattro tappe iberiche tra Aragon e Valencia. Auguri ai rivali...

    JOAN MIR - VOTO 9 Non ci giriamo intorno, è uno dei più seri candidati al mondiale, probabilmente il più serio insieme a Quartararo. La moto lo asseconda, soprattutto quando gli altri perdono prestazione, e lui finisce nei primi quattro da cinque gare consecutive. Anche oggi dopo una buonissima partenza (da 8° a 5°) ha aspettato paziente sul bordo del Llobregat (il fiume di Barcellona) e raccolto tutti i rivali, uno ad uno nel finale. È mancato un giro in più e avrebbe festeggiato vittoria e leadership iridata.



    ALEX RINS - VOTO 8 Finalmente il Rins che conosciamo. La spalla non gli dà tregua da inizio anno, ma lui stavolta è stato perfetto, giungendo sul podio dalla lontanissima 13° casella. Anche per lui una gara in fotocopia con quella di Mir, fosse partito più avanti avremmo assistito probabilmente a una bella doppietta della Suzuki. La vetta iridata è lontana ben 48 punti, ma se continua così potrà togliersi delle belle soddisfazioni.

    FRANCO MORBIDELLI - VOTO 7,5 Gara generosissima per Franco Morbidelli, che scatta bene dalla pole e tenta la fuga, chiedendo però troppo ai suoi pneumatici. Un errore quando era ancora in piena lotta con Quartararo per la vittoria lo fa andare lungo e superare da Rossi, poi arrivano le due Suzuki e non può fare nulla con la gomma ormai finita. Il quarto posto è un buon risultato, ma ora in classifica deve recuperare 31 punti al compagno di team.



    JACK MILLER - VOTO 7 Il più bravo ducatista del weekend, su una pista che ha mandato quasi tutti i piloti di Borgo Panigale in confusione. Lui è invece sempre stato lì, dalle qualifiche terminate in quarta posizione, alla quinta piazza arpionata con i denti, rispondendo anche al sorpasso dell'arrembante compagno di squadra che stava rinvenendo fortissimo dalle retrovie. È maturato molto e la Ducati ha fatto bene ad affidargli la moto ufficiale per la prossima stagione. In classifica ora è sesto ma a due soli punti da Morbidelli.

    FRANCESCO BAGNAIA - VOTO 7 Se solo non avesse buttato tutto con le qualifiche. Partendo dalla 14° posizione Pecco ha dovuto compiere una gara di paziente attesa, andando a recuperare nel finale tante posizioni. Aveva persino messo nel mirino un posto sul podio, visto che nel finale girava più veloce delle Suzuki, ma un piccolo errore in fase di rimonta (è andato lungo in una staccata) non gli ha permesso di fare meglio che sesto.



    MAVERICK VINALES - VOTO 3 Se vuole vincere il mondiale, davvero non può fare gare così. Una settimana sembra imbattibile, la settimana dopo è l'ombra di sé stesso. Il quinto posto in griglia era comunque un discreto trampolino di lancio verso un buon risultato, ma lui sprofonda in partenza e resta ai margini della zona punti tutta la gara. Se arriva nono è solo grazie alle tante cadute. Ora è terzo nel mondiale e nulla è perso, ma passi falsi come questo minano non soltanto la classifica, ma anche la sua fiducia.

    VALENTINO ROSSI - VOTO 4 Questa fa malissimo. In due gare, tra Misano-2 e Barcellona, Rossi saluta i sogni iridati che il destino gli aveva fatto assaporare. Non è una utopia: senza questi due errori, tutta farina del suo sacco, Rossi era da mondiale a 41 anni. Al Montmelò è stato perfetto fino alla caduta, e la sensazione è che per il finale di gara avesse salvato la gomma leggermente meglio di Quartararo. Gli stava rosicchiando centesimi su centesimi, poi si è steso nel cambio di direzione, è finito nella ghiaia e tutto è finito lì.



    ANDREA DOVIZIOSO - VOTO SV Il voto è solo per la gara, perché se avessimo dovuto dare il voto al weekend è 2. Aveva fatto una partenza mostruosa, balzando dalla 17° posizione allo scarico di Zarco, partito sesto. Ma questi si è sdraiato, e lo ha centrato in pieno. Senza colpe alla domenica, ma se parti nelle ultime file, ti esponi ancor di più a rischi del genere.

    GLI ALTRI IN BREVE

    TAKAAKI NAKAGAMI - VOTO 7 Il sette è il suo numero. Settimo oggi in gara, con un fortissimo finale in cui è rinvenuto dalla 11° piazza. Settimo in classifica generale e sette il voto alla sua performance. Dopo la caduta del Dovi resta il più alto in classifica ad aver concluso tutte le gare, e sempre nella top ten.

    DANILO PETRUCCI - VOTO 6 Qualche segnale di vita da Danilone, su una pista però dove lo scorso anno fu ottimo terzo, lottando fino alla fine con Rins. Siamo lontani da quei tempi, ma l'ottavo posto gli dà fiducia per il futuro.

    CAL CRUTCHLOW - VOTO 6,5 Con tutto quello che gli è capitato, tra braccio e caviglia gonfia, il decimo posto è un gran bel risultato.

    BRAD BINDER - VOTO 5 Poco incisivo, con questa KTM si può fare ben di più e l'11° posto visti i tanti caduti davanti, è un po' deludente. Sarà quantomeno contento per la prima vittoria del fratellino in Moto3.

    ALEIX ESPARGARO - VOTO 5,5 Gara un po' opaca per Aleix Espargaro, che l'ha rovinata ieri cadendo in qualifica. Aveva l'opportunità di partire più avanti e di concludere in top ten.

    ALEX MARQUEZ - VOTO 5 Lui al traguardo ci arriva, ma sulla sua pista preferita è solo 13°, prendendo paga da Nakagami (14 secondi più avanti) e Crutchlow.

    MIGUEL OLIVEIRA - VOTO 4 Il terzo ritiro della stagione è tutta colpa sua, si stende quando era in lotta per una buona posizione nella top ten.

    POL ESPARGARO - VOTO 4 Se il prossimo anno in Honda HRC vorrà dar fastidio a Marquez dovrà prima di tutto evitare di cadere così tanto. Era sesto quando si è steso, per l'ennesima volta quest'anno.

    IKER LECUONA - VOTO 4,5 Gara anonima per Iker, mai in lotta e staccatissimo da tutte le altre KTM. Beirer farebbe bene a pensare a un Dovizioso...

    TITO RABAT - VOTO 5 Il fanalino di coda delle Ducati, oggi arriva quantomeno a punti, mettendosi dietro i soli tester Smith e Bradl. (Un Luca Marini farebbe molto, molto meglio...)

    BRADLEY SMITH - VOTO 5 Non una gara da ricordare. Penultimo e staccato 1''5 dalla zona punti. Ha fatto di meglio, anche recentemente.

    STEFAN BRADL - VOTO 4 Ultimo, ultimissimo e non regge più neanche la scusa che è un tester, qualche anno fa era molto più competitivo.

    JOHANN ZARCO - VOTO 4 Francamente per una volta non ce la sentiamo di dare una colpa a Zarco nell'incidente con Dovizioso: semplicemente si è sdraiato come hanno fatto altri, ma alla prima curva... ed era partito sesto. Sprecando così le buone occasioni, non può prentendere che gli affidino una Ducati del team ufficiale.

    https://www.daidegasforum.com/forum/...o-di-catalunya

    Lascia un commento:


  • zoso85
    ha risposto
    A me ha stupito Vinales ai microfoni che dice che con la Yamaha se non parti dalla prima fila non puoi vincere e non puoi arrivare davanti. A me il problema sembra più nella sua testa: ottimo pilota se corre da solo ma poco incisivo quando lo metti insieme ad altri 20 centauri scatenati.

    Lascia un commento:


  • MAXrr
    ha risposto
    Te ghè reson i ciapen I rat

    Al to Rossi al gheva da sta calm...ormai lèndai la quaia

    Chi i saren, te vegnarè a DDG a parlà de moto

    Lascia un commento:


  • Stingray V
    ha risposto
    Più che thriller sembra un campionato di ciàpanò (per i non lombardi Traversone, variante a non prendere del Tressette), viste le tantissime occasioni sprecate
    Concordo sulle Suzuki molto equilibrate in gara.

    Ciao

    Lascia un commento:


  • MAXrr
    ha risposto
    Ha vinto 3 gare in un campionato Thriller...pètà a tirar le somme

    Lascia un commento:


  • ACE65
    ha risposto
    Citazione da MAXrr Visualizza il messaggio
    Da supporter di Fabio ho paura del giovane Joan
    Io spero tanto di sbagliarmi ma ho paura che Fabietto non sia altro che la versione francese di Maverick

    Ciao

    Lascia un commento:


  • MAXrr
    ha risposto
    Da supporter di Fabio ho paura del giovane Joan

    Lascia un commento:


  • ACE65
    ha risposto
    Moto3: giuro mi arrendo sono troppi e sono troppi che possono vincere ogni gara, non riesco a stargli dietro
    Moto2: Marini sta diventando uno bravo con sale in zucca, se a Misano mi aveva dato l’impressione di avere il braccino corto, anche se in realtà ha ottenuto il massimo con una gomma sbagliata( ma non avrebbe dovuto sbagliarla) qui in Spagna si è dimostrato imbattibile.
    MotoGp: più che della gara farei un commento generale e vario. Nell’anno della mancanza dell’odioso cannibale, nessuno riesce a dominare, le nuove gomme della Michelin sono riuscite nell’ardua impresa di rendere il mondiale in una serie di gare ad eliminazione. Il primo a farne le spese è stato proprio Marquez. Mondiale finito anche per Rossi e Dovizioso, se al primo non abbiamo nulla da dire visto il passato e l’età, al secondo ne avrei una marea, uno dei più grandi Perdenti di successo della categoria, nell’anno in cui potrebbe finalmente coronare il sogno del mondiale si è perso totalmente, rendendo così il suo abbandono alla Ducati per nulla doloroso. Chi vincerà questo benedetto mondiale? Io qualche idea me la sto facendo, e penso che la coppia Suzuki sia quella messa meglio, hanno una moto che non mangia troppo le gomme, potente il giusto e pure guidabile il giusto. Ha solo il difetto sul giro secco, e quindi partono sempre indietro, ma li credo che sia un problema di tutto il pacchetto moto e pilota che debbano ancora carburare. Male malissimo Yamaha, oserei dire come sempre, avevano l’opportunità di fare doppietta ma come sempre non amano dare la stessa moto a tutti e quindi è finita così. Ma i giappi sono così da sempre, e grazie che almeno Fabietto ha una 2020, ridicoli. Ducati nel marasma, perso Dovizioso che almeno come collaudatore era decente, si stanno perdendo, sono all’esatto opposto della Suzuki, hanno come sempre un motore super potente ma mangiano le gomme come se non ci fosse un domani. Così i risultati sono lì a far vedere la pochezza del pacchetto messo in pista.

    ciao

    Lascia un commento:


  • MAXrr
    ha risposto
    ACE65 Se leggi la mia opinione promuovo Pecco. Riguardo al vicecampione del mondo...

    Randy Mamola 4 volte vice e una marea di rospi ingoiati. Ma lui è un Re senza corona, Dovi no.

    Ciao

    Lascia un commento:


  • ACE65
    ha risposto
    Non sono d’accordo con i voti:
    Bagnaia 4...troppo poco per un ragazzino che è il solo a riuscire a guidare una Ducati come si deve, io gli avrei dato 6

    Morbidelli 5.. ma scherziamo? Ha passato tutta la settimana sul cesso, (intossicazione alimentare presa durante i festeggiamenti di domenica sera) alla quarta curva viene sbattuto fuori e fa una mega rimonta io gli avrei dato 7

    Dovizioso 6,5? Ma ci si droga? Per uno che è per la milionesima volta il vicecampione del mondo mi aspetto una posizione sempre tra i primi non in gita per Misano, il mio voto è 5, e sono buono.

    Ciao

    Lascia un commento:


  • MAXrr
    ha risposto
    Marini ha cannato montando a differenza degli altri una HARD al posteriore. Nessun braccino..

    Bagnaia ha dimostrato di essere il grande attore di casa Taglioni, relegando a comparse gli ufficiali.
    La caduta ci sta...cadeva il divino australiano, può farlo anche lui.

    KTM...la regia di Pedrosa ha dato buoni frutti.



    L'altra pagella


    Joan Mir, 9

    Chiude secondo, ma la sua è stata la gara perfetta. Rincorsa importante, sorpassi da numero uno e una Suzuki sempre più potente. Giovane, bravo e stoffa da numero uno.

    Maverick Vinales, 8

    Vince e grida al mondo che ce l’ha fatta. Leone in qualifica e primo gradino del podio di Misano-bis. La domanda, sibillina per carità, è questa: avrebbe portato a casa lo stesso risultato se Bagnaia, Quartararo e via via gli altri non si fossero rovinati la giornata?

    Pol Espargarò, 7

    Sa stare nella battaglia quando lo attaccano e sa attaccare bene quando capisce che la Ktm può dare fastidio a chiunque. Gara spettacolare e intensa. Bravo.

    Andrea Dovizioso, 6,5

    Gli manca il passo giusto nel Gp che avrebbe dovuto sfruttare per dare una spinta decisiva alla sua rincorsa al Mondiale. I problemi del Dovi si fanno sentire tutti e il suo Gp risulta un po’ meno anonimo anche per la raffica di ritiri. E alla fine incassa comunque punticini preziosi.

    Fabio Quartararo, 6

    Meno lucido. Troppo teso. Per niente calcolatore. Nonostante la discesa di una gara che poteva riconsegnargli la testa della classifica mondiale, è costretto ad accontentarsi e rimanere dietro (anche se solo di un punto) a Dovizioso. Occasione sprecata perché un podio, nel suo caso, era davvero il minimo.

    Franco Morbidelli, 5

    Tutta in salita la sua giornata. Sbavature, sportellate… insomma l’esatto contrario della settimana scorsa. Alla fine si gestisce bene, passa sotto il traguardo in una posizione dignitosa, ma davvero avrebbe potuto fare molto di più.

    Francesco Bagnaia, 4

    Aveva la gara in mano, come sabato aveva in mano la pole. Pecco getta al vento un’occasione unica e spettacolare. Stava andando a vincere e lo avrebbe meritato. Poi ‘chiude’ la moto in quel cambio di direzione e il suo sogno si frantuma. Che rabbia.

    Valentino Rossi, 4

    Gomma dura, partenza buona, qualche rischio di troppo e addio Misano. Vale fa tutto una manciata di minuti dopo il semaforo verde. Lo scivolone che lo porta nella ghiaia fa male a tutti, ma soprattutto a lui che poi ammaina la bandiera e chiude la sua domenica con il ritiro. Che delusione.

    Lascia un commento:


  • ACE65
    ha risposto
    Finalmente dopo millemila pole position, TopGun riesce finalmente a vincerne una certo una grossa mano la offre Pecco, sdraiandosi, ma dato che chi cade non ha mai ragione...ottima la rimonta di Mir e la coriacea resistenza dell’Espargaro di KTM. Male ma male i Ducatisti ufficiali, come male il nonno che si sdraia Morbido invece dopo una settimana passata sul ....e dopo che l’Espargaro di Aprilia lo c’entra in pieno riesce a fare un’ottima rimonta, forse dico forse avrebbe potuto giocarsi il podio, ma con i se e con i ma non si va da nessuna parte.
    Moto2 ancora una gara da italiani, ma il braccino corto di Marini gli complica le cose.
    Moto3 vince Fenati con l’husquarna del team di Max, prima vittoria nel moto mondiale per la marca Svedese, che una volta aveva la sede a Varese.
    SuperBike Rea si avvia a vincere il mondiale Redding non riesce neanche a recuperare un misero punto, Rinaldi rompe il motore, Davies vince finalmente, e appare un’americano sul podio, Gerloff era ora.

    Ciao

    Lascia un commento:


  • MAXrr
    ha risposto
    .....

    Lascia un commento:


  • MAXrr
    ha risposto
    ACE65 Se non va per campi e Fabio non ritrova la serenità, quest'anno potrebbe vincerlo.

    Lascia un commento:


  • ACE65
    ha risposto
    Dovi è un casino, non si trova per nulla con la gomma nuova, non è concentratissimo perché deve decidere il suo futuro, però per ora non sta facendo grossi errori,....vedremo.

    Ciao

    Lascia un commento:

240x200 Colonna destra - Post

Comprimi

240x90 - Colonna Destra

Comprimi

240x480 - Colonna Destra Post

Comprimi

240x48

Comprimi

240x90

Comprimi

240x340

Comprimi

Footer 728x90

Comprimi
Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
X