728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Dissonanze, dove inserirle?

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Dissonanze, dove inserirle?

    I love Musicoff

    Amichetti del forum, mi chiedevo, dato che sto in periodo di ripresa studi psichedelici e alternativi e mi sono accorto che le dissonanze armoniche sopra citate molte volte suonano più delle armonie giuste "per usare un termine sbagliato".
    mi chiedevo oltre a vari video fatti discretamente bene sui vari argomenti del tipo:
    - suonare in-out
    - improvvisazione sulla scala cromatica
    - etc...

    c'è un libro o una serie di spartiti con esempi pratici sul dove è più opportuno creare "sbagli armonici" ? oltre ad ascoltare quanta più roba ovviamente

  • #2
    Re: Dissonanze, dove inserirle?

    Guarda, un libro del genere non lo conosco, credo che si tratti di interiorizzare quelle dissonanze a livello di orecchio così come interiorizzi una normale progressione armonica o una scala. io, almeno, provo a fare così.. il risultato è questo, e a me piace

    https://www.youtube.com/watch?v=cxScVqijrkE

    per qualcosa di chitarristico invece ti consiglio questo

    https://www.youtube.com/watch?v=5pg-sm8I1zQ

    Commenta


    • #3
      Re: Dissonanze, dove inserirle?

      Di libri ce ne sono tantissimi, forse troppi.
      Se dovessi sceglierne tre da portare su un'isola deserta, sicuramente sceglierei questi:

      http://www.amazon.it/Advancing-Guita.../dp/0881885894

      http://www.amazon.it/Jazz-Theory-Boo.../dp/1883217040

      http://www.amazon.com/Chromatic-Appr.../dp/3892210306

      Sono testi di un'importanza epocale, non te ne pentirai.
      Matteo "Willi" ProcopioChitarra Rock

      Regolamentazione MusicOff Forum
      Tutta la verità su MusicOffRegolamento MusicOff ForumRegolamento Mercatino

      Altri servizi della community
      Canale YouTube MusicOff Canale Facebook MusicOff

      Commenta


      • #4
        Re: Dissonanze, dove inserirle?

        Questi libri non li conoscevo... Devo procurarmeli!

        Commenta


        • #5
          Re: Dissonanze, dove inserirle?

          Può sembrare strano, ma trattare le "dissonanze" richiede -esattezza-. Se con "dissonanze" intendi le tensioni che, come tu hai notato, danno molto "colore" al fraseggio , allora è indispensabile fare un passo indietro verso ciò che sta alla base del linguaggio Tonale.

          Essendo passato completamente allo studio del sassofono mi sono reso conto che il primo scoglio per un chitarrista è passare dal linguaggio "orrizzontale" ( sulle scale ) a quello "verticale" ( basato sugli accordi ).
          Le due cose, ovviamente, prima o poi dovranno sovrapporsi e combinarsi con equilibrio per un linguaggio quantomeno piacevole.

          Approcciando con consapevolezza le note Cordali, ponendole sul time e sulla metrica con criterio, ci si rende presto conto che se con la stessa consapevolezza si pongono sui tempi forti delle note che non appartengono alla quadriade sulla quali stai suonando, quelle note generano dei colori più o meno forti, a volte molto suggestivi, a volte sgradevoli.

          Queste note poste sui tempi forti devono essere però "risolte", generalizzando molto, sul bit forte successivo.
          "Generalizzando molto" perchè nulla vieta con il tempo e con l'esperienza di risolvere le tensioni con modalità e tempi sempre più estremi... anche se, prima o poi, esse devono comunque "tornare a casa".
          L'ultimo Coltrane ne è un esempio... feroce!

          Diverso è parlare di "suonare" OUT che prevede invece l'utilizzo di Upper Structures, ovvero il suonare sopra un giro armonico sovrapponendo ad esso un altro giro armonico mediante l'utilizzo delle sostituzioni armoniche.
          Anche in questo caso, si passa da sostituzioni immediate ad altre molto estreme.

          I medoti di Joshep Viola sullo studio degli accordi ti dà le basi "grammaticali" per gestire tutti gli aspetti della musica tonale... basi INDISPENSABILI per affrontare concetti moderni come il suonare OUT, Upper Structures, suonare solo sulle tensioni ecc ecc...
          Citazione da "Jimi Hendrix"
          Blues is easy to play, but not to feel

          Commenta


          • #6
            Re: Dissonanze, dove inserirle?

            Io ho passato anni cercando di codificare "dissonanze" assortite, ascoltando una moltitudine di brani analizzandone i soli che prevedevano questo tipo di approccio e comparando soli differenti su giri armonici simili, alla fine son riuscito anche grazie all'aiuto di un validissimo insegnante (che studiò a suo tempo con M. Garrison) ad individuare una buona serie di utilizzi e sviluppare un personale "prontuario" su metodi e materiale utilizzabile; il problema grosso (parlo da bassista) poi è stato quello di metter in pratica tutto ciò, dovendo aver a che fare, nelle jam, con musicisti spesso egocentrici e poco "altruisti" i quali nelle fasi di solo bassistiche, ti inchiodano irrimediabilmente alla struttura senza possibilità di divagare sul tema. A mio avviso (come scrive Mark Levine sul suo libro di teoria jazz, al capitolo "suonare fuori"), l'approccio nonchè il risultato finale sono legati molto anche al gusto... se suona bene è giusto, sennò è sbagliato.... poi comunque c'è sempre qualche cosa che per uno può suonare giusto e per un altro no, resta il fatto che sul web c'è un sacco di roba anche valida...). Personalmente, quando ne ho la possibilità, sui fraseggi generalmente mi piace spostare poche note, creando delle dissonanze magari appena accennate, o suonando una frase in, ripedendola spostando alune note, e risuonandola in..., poi più che improvvisare sulla scala cromatica cerco di utilizzare molto le scale diminuite e l'infinita quantità di pattern che queste possono generare, o le esatonali stesso discorso, è comunque un universo anche 'sto argomento. PS: io ho sempre in mente, quando si tira in ballo questo argomento il brano di Coltrane "Blues to you", a mio avviso uno dei pezzi più "storti" ma geniali, che abbia mai sentito (nell'ambito dei blues)
            Ibanez BTB 1306 Prestige, Wood&Tronics Chronos

            Commenta

            240x200 Colonna destra - Post

            Comprimi

            240x90 - Colonna Destra

            Comprimi

            240x480 - Colonna Destra Post

            Comprimi

            240x48

            Comprimi

            240x90

            Comprimi

            240x340

            Comprimi

            Footer 728x90

            Comprimi
            Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
            X