728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Esercizi con l'elettrica

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Esercizi con l'elettrica

    Ciao ragazzi,
    Dato che suono da solo un mese l'elettrica e premesso che, lavorando tutto il giorno, la sera ho voglia di suonare solamente senza perdermi in troppe nozioni di teoria, mi consigliate degli esercizi da fare? Le basi teoriche le ho: come si formano gli accordi e come nasce una scala maggiore e minore ad esempio. Ho capito come si forma la pentatonica e mi esercito con la pentatonica minore di la. Su quali scale mi posso esercitare? Tutte le maggiori e le minori? Quali pentatoniche? Altri esercizi da suggerirmi? Grazie mille e buona serata a tutti!!

  • #2
    Quando andavo a lezione, mi fecero fare per molto tempo, in pratica fino a che non la imparai a memoria, la scala pentatonica in tutte le sue posizioni lungo il manico.

    Commenta


    • #3
      Citazione da Federico Marini Visualizza il messaggio
      Quando andavo a lezione, mi fecero fare per molto tempo, in pratica fino a che non la imparai a memoria, la scala pentatonica in tutte le sue posizioni lungo il manico.
      Ma tutte? maggiori e minori?

      Commenta


      • #4
        Iniziai con la pentatonica minore in tutte le 5 diteggiature, poi la scala maggiore, sempre tutte e 5 le diteggiature.

        Commenta


        • #5
          Io ho inziato da autodidatta e ho,preso un paio di lezione,ho fatto qualche pentatonica e provati tutti gli accordi,ma mi annoiavo e ho preferito fare pratica direttamente sulle canzoni che mi piacevano.Ti consiglio di sceglierti le canzoni che ti piacciono partendo da quelle più facili e poi provare a fare quelle via via più difficili.

          Commenta


          • #6
            Seguendo i vostri consigli, la sera mi esercito sulle penatatoniche ..inizio dal principio: do minore, in prima e seconda posizione .. stasera provo la terza e la quarta e mi esercito col metronomo .. cosi per tutte le note e le posizioni. poi passo per le pentatoniche maggiori .. un po' di pentatonica e un po' lo studio di una canzone..

            Commenta


            • #7
              Si è buono fare tutta questa pratica ma e un
              po noiosa.Trovati le canzoni che preferisci in ordine di difficoltà e fai pratica su quelle Se una canzone ti piace molto e molto più facile impararla.

              Commenta


              • #8
                I cinque box classici della pentatonica conviene impararli molto bene, anche perché con solo cinque posizioni hai a disposizione le penta minori e maggiori in qualsiasi tonalità.
                "beh, allora,... andiamo per ordine.. se ad un finale SS. e non P.Pull, si applica un'impedenza sul secondario minore od uguale rispetto alla controreaziione della sfasatrice dell'antani, si ottiene semplicemente che la fase viene restituita alla finale come la somma delle due metà, e pertanto, come si può facilmente desumere, non è che applicando, che so, un'impedenza di xohm in continuo vado a rovinare gli integrati, semplicemente potrei starare il bias.. che so.. volevo fare anche io una supercazzola :p vediamo se funziona, figo fa figo.. Dèunasega!... " (cit. Craftsman)

                Commenta


                • #9
                  I 5 box della pentatonica sono un classico. Li abbiamo fatti tutti.
                  Dopo averla imparata e memorizzata, un ottimo esercizio è quello di suonarla a terzine ascendenti e discendenti. Ti scioglie molto le dita ed è propedeutico ai primi assoli che suonerai.

                  Riguardo il partire subito coi brani, io lo sconsiglio. Un minimo di infarinatura di teoria serve a tutti, anche se poi non andrai a comporre musica. Diversamente, la musica diventa sterile e meccanica, riducendosi a un semplice spostare le dita lungo la tastiera:
                  15° tasto 2° corda, 12° tasto 3° corda, e così via.
                  Citazione da Vigilius
                  una volta le cose vecchie erano vecchie e basta, non vintage

                  Commenta


                  • #10
                    Si un minimo di infarinatura ci vuole qualche scala e gli accordi principali,per sciogliere le dita imparare a premere bene le corde acquisire sicurezza e velocità.Ma appena ti sentì un po’ sicuro ti consiglio di passare allo studio delle canzoni che più ti piacciono,partendo dalla più semplice salendo verso quelle più difficili,all’inizio il confronto tra te e l’originale sarà un po’ impietoso ma poi provando e riprovando il risultato viene.

                    Commenta


                    • #11
                      Almeno le pentatoniche bisogna saperle bene per muoverti lungo tutto il manico, una volta imparate bene potresti provare ad improvvisare su backing track.
                      Suonare le canzoni all'inizio porta solo ad essere un esecutore di cose che nemmeno comprendi.

                      Commenta


                      • #12
                        Concordo con chi ti consiglia di farti prima un bagaglio anche minimo di teoria e scale, qualche pezzo lo puoi pure imparare ma più per rilassarti e renderti la chitarra attraente che per motivi didattici.
                        Secondo me prima di aver imparato per bene le note sulla tastiera, i 5 Box di pentatonica (maggiore e minore sono la stessa cosa, dipende da che fondamentale parti), aver imparato una impostazione corretta del plettro nella mano e una postura corretta per suonare non conviene imparare canzoni per esercitarsi: sarebbe controproducente, impareresti sbagliando in pratica.
                        Tempo qualche ora di esercizio e ti impare due scale, capisci come tenere il plettro (che è una cosa che si cambia continuamente, ma almeno in maniera standard lo devi capire), capisci come posizionarti correttamente col corpo e parti.
                        A quel punto sai almeno che note stanno suonando i musicisti di quella canzone, entri nella musica con un minimo di approccio attivo e non come una scimmia ammaestrata.
                        Art Of Motion, musica in movimento.
                        https://artofmotion.bandcamp.com/releases

                        Commenta


                        • #13
                          Credo che una volta che hai appreso le nozioni fondamentali e hai imparato a suonare in modo sciolto e cominci a sentirti sicuro sta e te scegliere che strada percorrere non credo che esista un metodo unico valido per tutti per la suonare la chitarra ogniuno ha il suo metodo.Credo le scelte fondamentali da fare all’inizio sono autodidatta o con insegnante,fare cover degli artisti che ti piacciono o provare a fare musica tua.Io preferisco il metodo autodidatta e con cover degli artisti che mi piacciono.

                          Commenta


                          • #14
                            Citazione da _cosimo_ Visualizza il messaggio
                            Concordo con chi ti consiglia di farti prima un bagaglio anche minimo di teoria e scale, qualche pezzo lo puoi pure imparare ma più per rilassarti e renderti la chitarra attraente che per motivi didattici.
                            Secondo me prima di aver imparato per bene le note sulla tastiera, i 5 Box di pentatonica (maggiore e minore sono la stessa cosa, dipende da che fondamentale parti), aver imparato una impostazione corretta del plettro nella mano e una postura corretta per suonare non conviene imparare canzoni per esercitarsi: sarebbe controproducente, impareresti sbagliando in pratica.
                            Tempo qualche ora di esercizio e ti impare due scale, capisci come tenere il plettro (che è una cosa che si cambia continuamente, ma almeno in maniera standard lo devi capire), capisci come posizionarti correttamente col corpo e parti.
                            A quel punto sai almeno che note stanno suonando i musicisti di quella canzone, entri nella musica con un minimo di approccio attivo e non come una scimmia ammaestrata.
                            Esattamente come intendevo, in più aggiungo, cerca di suonare le scale alternando la plettrata.

                            Commenta


                            • #15
                              I 5 box della pentatonica sono un classico. Li abbiamo fatti tutti.
                              Dopo averla imparata e memorizzata, un ottimo esercizio è quello di suonarla a terzine ascendenti e discendenti. Ti scioglie molto le dita ed è propedeutico ai primi assoli che suonerai.

                              Riguardo il partire subito coi brani, io lo sconsiglio. Un minimo di infarinatura di teoria serve a tutti, anche se poi non andrai a comporre musica. Diversamente, la musica diventa sterile e meccanica, riducendosi a un semplice spostare le dita lungo la tastiera:
                              15° tasto 2° corda, 12° tasto 3° corda, e così via.
                              VSmolsky, che intendi per "un ottimo esercizio è quello di suonarla a terzine ascendenti e discendenti" ? grazie

                              Almeno le pentatoniche bisogna saperle bene per muoverti lungo tutto il manico, una volta imparate bene potresti provare ad improvvisare su backing track.
                              ​​​​​​Suonare le canzoni all'inizio porta solo ad essere un esecutore di cose che nemmeno comprendi.
                              Federico, perdonami, cos'è' il backing track?

                              Concordo con chi ti consiglia di farti prima un bagaglio anche minimo di teoria e scale, qualche pezzo lo puoi pure imparare ma più per rilassarti e renderti la chitarra attraente che per motivi didattici.
                              Secondo me prima di aver imparato per bene le note sulla tastiera, i 5 Box di pentatonica (maggiore e minore sono la stessa cosa, dipende da che fondamentale parti), aver imparato una impostazione corretta del plettro nella mano e una postura corretta per suonare non conviene imparare canzoni per esercitarsi: sarebbe controproducente, impareresti sbagliando in pratica.
                              Tempo qualche ora di esercizio e ti impare due scale, capisci come tenere il plettro (che è una cosa che si cambia continuamente, ma almeno in maniera standard lo devi capire), capisci come posizionarti correttamente col corpo e parti.
                              A quel punto sai almeno che note stanno suonando i musicisti di quella canzone, entri nella musica con un minimo di approccio attivo e non come una scimmia ammaestrata.
                              Cosimo, infatti il mio punto debole è il plettro .. sto imparando a tenerlo come mi consiglia Varini nei suoi video. La chitarra elettrica la tengo a 45° come se fosse una classica. Questa posizione mi permette una tenuta più comoda anche nell'esecuzione dei barré.

                              Commenta

                              240x200 Colonna destra - Post

                              Comprimi

                              240x90 - Colonna Destra

                              Comprimi

                              240x480 - Colonna Destra Post

                              Comprimi

                              240x48

                              Comprimi

                              240x90

                              Comprimi

                              240x340

                              Comprimi

                              Footer 728x90

                              Comprimi
                              Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
                              X