728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il basso a 6 corde: parliamone.

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Il basso a 6 corde: parliamone.

    Nel nostro Forum mi pare che manchi una discussione generale sull'uso e sulla funzione/utilità del basso a 6 corde. Proviamo a farne un buon confronto di idee ed esperienze. 8)

    Parto col dire che personalmente non ho mai messo mano su un sei corde: questo è dovuto dalla mia scarsa frequentazione di negozi, non certo dal poco interesse nei confronti di questo strumento. Una lacuna, in un certo senso, che spero di colmare quanto prima. Il mio apprezzamento per adesso, come ben sapete, è rivolto verso i TRB prima serie (il "Faso" e il signature di Patitucci), ma da anni ho in mente anche un progetto di liuteria riguardante un sei corde fretless dal carattere elettro-acustico.
    Il 6 corde: un lusso? Forse. Una necessità? Non proprio. Anzitutto partirei dalla quinta corda, il cosidetto Low B. Nel mio stile la quinta corda è non dico fondamentale ma quasi, soprattutto se si parla di musica originale nella quale sono padrone delle linee che suono. Questo poi non significa che trovo limitante suonare un quattro corde, semplicemente mi piacciono molto le possibilità aggiuntive date dal Si Basso, sia in termini di estensione che di diteggiature; sono capace di suonare alcuni pezzi soltanto sui primi cinque tasti di quarta e quinta corda, tanto mi piacciono quelle frequenze.
    E la prima corda? Qui il discorso a mio parere cambia molto. Col Do si comincia a viaggiare su registri molto meno da bassisti, che in determinati contesti trovo decisamente inutili ai fini dell'accompagnamento: non suonerei mai sulla prima corda all'interno di un groove consistente, e credo che il discorso sia valido per tutti i miei colleghi. La questione cambia andando su generi più leggeri: ad esempio apprezzerei molto la possibilità di spaziare (soprattutto in verticale) nell'ambito di un walking jazzistico, o magari addirittura l'uso di bicordi (se non tricordi) in presenza di determinate figure ritmiche (non so perchè mi viene in mente la musica latino-americana). Se poi entriamo in un contesto solistico ecco che a mio parere il Do diventa molto utile per questioni espressive, soprattutto se parliamo di bassi fretless: ci sono ambiti musicali dove il basso elettrico può esprimersi in assoli e parti melodiche anche complesse, e trovo che in quel caso poter salire di frequenze sia un'arma in più.
    In definitiva, trovo che sia un tipo di basso da possedere in base all'utilizzo che se ne fa: da questo dipende la differenza tra necessità e lusso. E ovviamente ciò non toglie che si possa benissimo suonare qualunque cosa con un semplice 4 corde, a patto che (e questo vale per ogni strumento, indipendentemente dalla quantità di corde, tasti e così via) ci sia dietro un bassista capace.

    Cosa ne pensano i MusicOffili? Spero che si possa avviare una discussione proficua ed interessante.



    Regolamento Musicoff Forum - Come funziona il Forum - Tutta la verità su Musicoff

    Gli altri canali della community
    YouTubeFacebookInstagramTwitter

  • #2
    Re: Il basso a 6 corde: parliamone.

    Citazione da 5corde
    Se poi entriamo in un contesto solistico ecco che a mio parere il Do diventa molto utile per questioni espressive, soprattutto se parliamo di bassi fretless: ci sono ambiti musicali dove il basso elettrico può esprimersi in assoli e parti melodiche anche complesse, e trovo che in quel caso poter salire di frequenze sia un'arma in più.
    PERSONALMENTE mi hanno sempre fatto abbastanza ribrezzo i soli (o in generale le parti) in cui il basso vai in 3 ottava.
    Il suono che ne risulta non è piacevole
    I pochi soli che mi piacciono sono quelli in cui il basso resta nel suo registro di lavoro normale.

    Detto questo non faccio partire personalmente nessuna crociata contro i 6 corde. Ma ho constatato personalmente che far suonare bene tutte le frequenze di un 6 corde (soprattutto le alte, di cui parlavo anche prima) è impresa non dico impossibile ma quasi. Non a caso moltissimi bassisti usano già poco la corda del sol o tendono a lavorare solo sulle de ottave più gravi del basso.

    Commenta


    • #3
      Re: Il basso a 6 corde: parliamone.

      Citazione da jacker
      PERSONALMENTE mi hanno sempre fatto abbastanza ribrezzo i soli (o in generale le parti) in cui il basso vai in 3 ottava.
      Il suono che ne risulta non è piacevole
      Non sono completamente in disaccordo su questo, ma per il semplice fatto (seppur scontato) che non è semplice far "suonare bene" un solo di basso, sia per l'osticità dell'approccio strumentale che per la difficoltà di farlo emergere dal contesto. Ma trovo che ci si possa lavorare, a patto di possedere gusto e capacità, e di suonare con musicisti altrettanto in gamba.

      Citazione da jacker
      moltissimi bassisti usano già poco la corda del sol o tendono a lavorare solo sulle de ottave più gravi del basso.
      Nella maggioranza dei casi sono uno di questi, infatti. E' per questo che personalmente ne faccio un discorso "di genere", perchè non mi ci vedrei proprio con un sei corde nei contesti musicali che vivo attualmente; viceversa l'avrei visto adatto ad altri progetti cui ho partecipato in passato.

      Regolamento Musicoff Forum - Come funziona il Forum - Tutta la verità su Musicoff

      Gli altri canali della community
      YouTubeFacebookInstagramTwitter

      Commenta


      • #4
        Re: Il basso a 6 corde: parliamone.

        I soli di basso a mio avviso dovrebbero essere assoli di BASSO
        A parte rare eccezioni (e io non sono tra quelle) quanso si sente un solo di basso questo perde tutte le pecuniarità e la bellezza del nostro strumento.
        E diventano una rincorsa ad andare nei registri più alti con risultati (a mio avviso) poco piacevoli soprattutto perché sembra che il salire di frequenze sia direttamente proporzionale al numero di note poi suonate.

        Ma li si entra nel gusto personale.
        Le rare volte che mi capita di dover improvvisare un assolo io m'impongo sempre di non andare oltre la seconda ottava (più che altro per una questone di suono).
        Ma li si va sul personale e soggettivo.

        In tutti i contesti in cui mi sono trovato (che sono veramente i più disperati) non ho mai sentito l'esigenza di altra strumentazione.
        Più che altro sentivo l'esigenza di gusto ed esperienza.

        Commenta


        • #5
          Re: Il basso a 6 corde: parliamone.

          Quando ero pischello ci fu la moda del sei...tutti col sei, dal liscio al rock, pensando che più note = più espressività.
          Poi è passata la moda, e anche i "tennici" son ritornati quasi tutti al 4 (o 5).

          Se uno si trova bene col sei, a mio avviso fa bene ad usarlo...sicuramente le note alte non è che abbiano chissà che spazio nella musica "normale", quindi alla fine il 95% dei seicordisti è un cinquecordista che ogni tanto fa due note "in alto".

          Ne ho avuto uno in prestito 6 mesi, ci giocavo, ci suonavo, ma sicuramente non fa per me (e per la mia musica).
          supponente qualunquista di ristrette vedute che non va oltre l'accordatura standard

          Commenta


          • #6
            Re: Il basso a 6 corde: parliamone.

            D'accordo con tutto quello che ha scritto 5corde
            Bassi: Dingwall ABZ 5, ESP Horizon II 5 Amplificatori: Markbass F1 Limited Edition, Epifani UL310 Effetti: Darkglass Microtubes B7K

            Regolamento Musicoff Forum - Come funziona il Forum - Tutta la verità su Musicoff

            Gli altri canali della community
            YouTubeFacebookInstagramTwitter

            Commenta


            • #7
              Re: Il basso a 6 corde: parliamone.

              Bella idea la Discussione.

              Allora io son un 5cordista 24 tasti convinto ma ultimamente mi stà prendendo molto il 4 corde e con pochi tasti... sia per la didattica che per il suonare in generale

              Il 6 l'ho avuto per un Pò come ricorderete .

              Allora spesso i 6 hanno un ottimo B ma un C vetroso e chittarrino, ne ho provati parecchi cosi

              Il Suono il timbro della C non mi piace per niente, io faccio parecchi soli ma il timbro del G e del D dopo il nono tasto è a mio avviso molto piu piacevole che il timbro su G e C nelle prime o mezze posizioni del 6 corde e poi la terza ottava...ohhhh mamma mia ...

              molti amici sei cordisti hanno il 6 per come suona il B e ci fanno 2 note ogni tanto magari in accordi .

              Patitucci mi piace molto con il 6 ma mi piaceva di Più con il Ken Smith
              viva la Vitamina &quot; F &quot;<br /><br />www.myspace.com/giannigadau<br /><br />www.giannigadau.it

              Commenta


              • #8
                Re: Il basso a 6 corde: parliamone.

                Citazione da jacker
                A parte rare eccezioni (e io non sono tra quelle) quanso si sente un solo di basso questo perde tutte le pecuniarità e la bellezza del nostro strumento.
                E diventano una rincorsa ad andare nei registri più alti con risultati (a mio avviso) poco piacevoli soprattutto perché sembra che il salire di frequenze sia direttamente proporzionale al numero di note poi suonate.
                Questo è il motivo per cui non apprezzo la solistica di (per usare un esempio a tema) Patitucci...
                Le note più acute a mio parere andrebbero "fatte cantare", è per questo che mi stuzzica molto l'idea di un 6 corde fretless. Sono d'accordo sul fatto che purtroppo questo è una vera rarità.

                Citazione da jacker
                Le rare volte che mi capita di dover improvvisare un assolo io m'impongo sempre di non andare oltre la seconda ottava (più che altro per una questone di suono).
                Quello anch'io, ma per il semplice fatto che al livello tecnico in cui mi trovo mi risulta più piacevole eseguire un assolo "groovoso" che lavorare di fino...

                Citazione da spontbass
                sicuramente le note alte non è che abbiano chissà che spazio nella musica "normale", quindi alla fine il 95% dei seicordisti è un cinquecordista che ogni tanto fa due note "in alto".
                Esatto, ora come ora nel mio caso sarebbe un grande spreco. Nel momento in cui tornerò a contesti più adatti allora potrò farci seriamente un pensierino...

                Citazione da Sbociol
                D'accordo con tutto quello che ha scritto 5corde
                gif

                Citazione da difiancu
                Bella idea la Discussione.
                Grazie Gianni!

                Citazione da difiancu
                Il 6 l'ho avuto per un po' come ricorderete .
                Il memorabile Mayones BE!

                Citazione da difiancu
                Allora spesso i 6 hanno un ottimo B ma un C vetroso e chittarrino, ne ho provati parecchi cosi
                Sì, questo è un dettaglio che in effetti non andrebbe sottovalutato e sul quale dedicherò attenzione quando avrò modo di provare.

                Regolamento Musicoff Forum - Come funziona il Forum - Tutta la verità su Musicoff

                Gli altri canali della community
                YouTubeFacebookInstagramTwitter

                Commenta


                • #9
                  Re: Il basso a 6 corde: parliamone.

                  Concordo con alcuni punti di vista espressi in questo topic e meno con altri.

                  In primis, sicuramente la corda del C è difficile da far suonare e, spesso, diversi bassi scadono nel problema citato da Gianni. Spessissimo mi capita di cimentarmi in esercizi che si estendono su tre ottave e il suono è difficilissimo da far risultare coerente in base alle corde che si vanno a toccare.
                  Altro punto su cui c'è da discutere parecchio è l'uso della 6a corda, almeno per me, estremamente diverso a seconda di un frettato o di un fretless.
                  Innanzi tutto il fretless "canta" molto di più sulle note, quindi un solo con il fretless, a mio avviso, potrebbe essere arricchito positivamente da alcuni eccenti dati sulla sesta corda.
                  E' chiaro che andare a comporre un'assolo SOLO ed ESCLUSIVAMENTE sulle corde più acute, in qualunque posizione, è un qualcosa che snatura enormemente il suono del basso, note acute si, ma con un senso e con coerenza.
                  Personalmente, quando compongo un assolo, tendo a farlo partire da posizioni intorno al VIII-IX tasto delle corde del A o del D e poi, nel caso, a estendere, ma rimango sempre intorno a quelle posizioni, mitragliate di note possono anche essere fatte, se hanno senso, come tutto, del resto!
                  Oltretutto un solo di basso, in pratuicamente ogni contesto, per sua natura necessita (Sempre secondo me) di una ritmica sotto che riempia bene ma che sia molto poco intricata (A meno di usare distorsioni sul nostro strumento, ovvio) perché altrimenti il solo diventa molto poco fruibile...

                  Il frettato, invece, lascia maggiore spazio anche all'esecuzione di accordi particolari e tapping a due mani.
                  Ovviamente sono tecniche che si possono eseguire con eguale risultato anche su un 4. Semplicemente da un'altra posizione o con registri più gravi e meno canterini...tutto qui.
                  Ancora, la sesta corda può essere utilizzata come "pedale" o come accento su determinate ritmiche..a me capita molto spesso di mettere note acute come "rinforzo" su un fraseggio o, semplicemente, come scelta armonica.
                  Onestamente, ora come ora, non riesco ad immaginarmi in un determinato contesto senza il 6 corde.
                  E' anche vero, e non ho la minima difficoltà (Perché dovrei?!?! ) ad ammetterlo, se devo "divertirmi" con la drum machine o con il batterista a fare Funky o a slappare, preferisco un 4 corde frettato, senza troppi fronzoli e quando avevo (Ahimè bel periodo, seppur breve) il gruppo Rock-Blues, andavo con il 4 corde (In quel caso fretless, ma il timbro da JB ci stava troppo bene...e poi adoro il fretless!! ) e non sarei mani andato con il 6!
                  E' altrettanto vero, però, che quando mi metto a svgarmi come descritto sopra in ambito Jazz (Non che sia capace a suonarlo...come Funky e come il Metal, del resto! ) preferisco avere in mano uno dei miei due 6 corde...e tento in tutti i modi di usare fraseggi che vadano anche sulla sesta corda!! Non perché sia OBBLIGATO..mi piace, tutto qui!

                  Nel corso di Basso a 6 corde della Hal Leonard c'è una premessa semplicissima all' "invenzione" dei 6 corde: una maggiore possibilità di adottare posizioni verticali estese sul manico.
                  CHAOS PLAGUE - Progressive Death Metal[b]

                  Commenta


                  • #10
                    Re: Il basso a 6 corde: parliamone.

                    Mi sembrava strano che Teone non fosse ancora intervenuto...
                    Alla fin fine direi che abbiamo punti di vista decisamente assimilabili in merito.

                    Regolamento Musicoff Forum - Come funziona il Forum - Tutta la verità su Musicoff

                    Gli altri canali della community
                    YouTubeFacebookInstagramTwitter

                    Commenta


                    • #11
                      Re: Il basso a 6 corde: parliamone.

                      Bel topic

                      Devo dire che concordo con il 90% delle affermazioni fatte.

                      Personalmente, sono un 5 cordista convinto, ma ho avuto e tuttora possiedo anche bassi a 6 corde (e ovviamente a 4).

                      In questi mesi, penso spesso di vendere il mio Status 6 corde, strumento IMHO bellissimo, ma che istintivamente mi ritrovo sempre a suonare come un 5 corde con una corda di troppo.

                      La sesta corda nei bassi fretted, non riesco a farmela piacere e ad integrarla nel mio modo di suonare, che non è ne virtuoso, ne particolarmente melodico/armonico.

                      Nei bassi fretless, come dice TEO, la sesta corda è tutta un altra storia e probabilmente preferirei anche un fretless 5 corde con il Do alto , rispetto ad uno con il SI basso.

                      Commenta


                      • #12
                        Re: Il basso a 6 corde: parliamone.

                        Citazione da ciubecca71
                        Bel topic
                        Grazie, amico!

                        Citazione da ciubecca71
                        probabilmente preferirei anche un fretless 5 corde con il Do alto , rispetto ad uno con il SI basso.
                        E' una possibilità che ho valutato attentamente, ma alla fine ho realizzato che la mia amata quinta corda mi mancherebbe troppo...

                        Regolamento Musicoff Forum - Come funziona il Forum - Tutta la verità su Musicoff

                        Gli altri canali della community
                        YouTubeFacebookInstagramTwitter

                        Commenta


                        • #13
                          Re: Il basso a 6 corde: parliamone.

                          Citazione da ciubecca71
                          Nei bassi fretless, come dice TEO, la sesta corda è tutta un altra storia e probabilmente preferirei anche un fretless 5 corde con il Do alto , rispetto ad uno con il SI basso.
                          La senzasione di uno slide fretless dal C al F sulla corda del LowB è un qualcosa a cui, una volta provato, non si può rinunciare!!! 8) 8) 8)

                          E per tutto il resto:

                          [img width=600 height=368]http://musicametal.blogosfere.it/images/agosto2008/mastercard.jpg[/img]



                          CHAOS PLAGUE - Progressive Death Metal[b]

                          Commenta


                          • #14
                            Re: Il basso a 6 corde: parliamone.

                            mah io sapete che sono un 'puritano' ma non per mentalità, quanto per concezione ed utilizzo del basso...
                            in un contesto, con non sia un contesto solista, o sviluppato per un solista, quindi con arrangiamenti fatti per bassisti solisti, quindi nessuno di questo forum per dirla papale papale, bastano 4 corde...
                            per fare groove, bastano 4 corde, 5 se ti ci trovi col lowB e vuoi viaggiare comodo e chic...
                            il basso imho è concepito come groove machine, come anello di congiunzione tra ritmica e armonia, non per certi registri (il C alto snatura tutto ciò) che non ci competono...
                            Ad esempio io già litigo sempre col tastierista che a volte mi entra sulle frequenze, che gli mozzerei la manina sinistra, dove le metto tutte ste note??
                            che ci devo fare??
                            A me basta un Mi pompante che faccia smuovere gli intestini stile bifidus activis, e qualche notilla qua e la come abbellimento, grrove fatto...ed inoltre io uso al 99,999999999% solo 3 corde....
                            sarò bassista anomalo, retrogrado...
                            oppure lo usi perchè fa scena...ma questa è n'altra cosa...
                            (Mi riferisco ad esempio ad un video del primissimo giovanotti, in cui saturnino suonava ad un festivalbar un 6 corde Wal, ovviamente non attaccato all'impianto sonoro )
                            I just wonna make a better place, with myown, with myown two hands...
                            Sandberg TM5 supreme - Ibanez Musician MC900 - Fender Precision 50s
                            Eden WTX-500 - Eden D210XLT8

                            Commenta


                            • #15
                              Re: Il basso a 6 corde: parliamone.

                              Citazione da vio
                              A me basta un Mi pompante che faccia smuovere gli intestini stile bifidus activis
                              Ci stai dicendo che il basso fa cag*are?

                              Commenta

                              240x200 Colonna destra - Post

                              Comprimi

                              240x90 - Colonna Destra

                              Comprimi

                              240x480 - Colonna Destra Post

                              Comprimi

                              240x48

                              Comprimi

                              240x90

                              Comprimi

                              240x340

                              Comprimi

                              Footer 728x90

                              Comprimi
                              Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
                              X