728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il test del rivoluzionario Sennheiser Ambeo VR MIC

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Il test del rivoluzionario Sennheiser Ambeo VR MIC



    Un microfono decisamente particolare, un test di Giacomo De Caterini

    Ne è passato di tempo, da quando nei polverosi corridoi dell'Istituto di Matematica dell'Università di Oxford si aggirava un gruppo di scapigliati studenti un po' geniali, il cui hobby e la frequentazione assidua della Oxford University Tape Recording Society avrebbe non solo cambiato le loro vite per sempre, ma anche la storia del suono, registrato e riprodotto, per come lo conosciamo oggi. La figura trainante di quel gruppo era il matematico Michael Gerzon, che insieme soprattutto all'amico Peter Craven, concepì a cavallo degli anni '60 e '70 la teoria dell'Ambisonic: in parole semplici, un modo geniale per registrare le informazioni sonore a 360 gradi, utilizzando solo 4 microfoni (opportunamente posizionati). La brillante invenzione permetteva anche la possibilità di una manipolazione totale a posteriori della registrazione: in sostanza, una volta registrato con quel metodo, attraverso un complesso sistema di elaborazione del segnale, si potevano simulare di fatto un gran numero di tecniche microfoniche diverse, e variare a piacimento una serie di parametri normalmente associati alla tecnica microfonica usata (aspetti tradizionalmente non più modificabili in seguito a una registrazione 'classica'...).
    (Continua a leggere)


    A cura di: Giacomo De Caterini

240x200 Colonna destra - Post

Comprimi

240x90 - Colonna Destra

Comprimi

240x480 - Colonna Destra Post

Comprimi

240x340 - Colonna Destra

Comprimi

Unconfigured Ad Widget

Comprimi

Footer 728x90

Comprimi
Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
X