728x90

Comprimi

annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Mastering: La guerra dei volumi è finita (almeno online)

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Mastering: La guerra dei volumi è finita (almeno online)

    Se mai avete sentito parlare di questo argomento, sicuramente vi potete ricordate da dove ebbe inizio, o almeno da dove scattò la scintilla: Death Magnetic - 2008. A distanza di 10 anni la questione non è ancora risolta al 100%, però dato l'ingresso e l'importanza di queste nuove piattaforme di streaming (spotify, tidal, apple music, etc.), con conseguente necessità di trovare un'uniformità di volume di riproduzione tra playlist che possono spaziare dalla classica al death metal (per non annoiare il "nuovo ascoltatore" che fatica ad utilizzare i tasti del volume), sono arrivati a formulare nuovi standard (ad es. EBU R128), di cui non voglio annoiarvi qui, perchè in rete è reperibile tonnellate di materiale a riguardo, e soprattutto non è questo lo scopo di questo mio post.

    Quindi, arrivando al dunque... Non importa quanto limiting applichi, le principali piattaforme di streaming abbasseranno il volume del tuo master ai loro standard, comprimendo all'inverosimile i super-loud master, azzerando quel poco di dinamica che vi è rimasta.

    Domanda spontanea: come faccio a sapere come verrà riprodotta la mia canzone online? Bene, se in fase di mastering disponi di un LUFS meter (in modalità integrale), puoi già cercare di avvicinarti il più possibile al volume consigliato da ogni piattaforma (ad es. YouTube >> -12 LUFS), ma siccome ogni piattaforma usa un algoritmo diverso per "abbasare" il livello, sarebbe utile un software che calcoli automaticamente come verrebbe riprodotta su tutte le piattaforme vero?

    Bene, oggi è il tuo giorno fortunato.

    Al seguente sito web http://www.loudnesspenalty.com/, è possibile tutto ciò, gratuitamente e funziona in maniera molto semplice. Carica il tuo file mp3 o wav, e dopo pochi secondi arriva il responso (vedi foto in allegato), indicandoti di quanto verrà abbassato il tuo master sulle varie piattaforme. Lo sviluppatore di questo servizio è Ian Kerr di MeterPlugs.
    Se masticate l'inglese e volete avere più informazioni sul mastering, loudness, etc., vi consiglio di seguire questo podcast http://themasteringshow.com/, curato da uno dei migliori educatori in rete: Ian Sheperd
    File allegati
    https://www.danielemorramusic.com
    https://open.spotify.com/album/35dLCZ3nyrrfZ5x48jNtXr
    https://www.youtube.com/user/dmchannelitaly
    https://www.facebook.com/dmchannelitaly

  • #2
    quello che mi son sempre chiesto.. se invece il master è basso di suo lo alzeranno o lo mantengono così?
    Chitarrista dei Mercato Nero e Prototape

    Commenta


    • #3
      Citazione da Alex.Tomasi Visualizza il messaggio
      se invece il master è basso di suo lo alzeranno o lo mantengono così?
      Ciao, ottima domanda, nel caso di YouTube no, mentre dipende per gli altri casi. Comunque, il punto è che è meglio avere il controllo sul master che delegarlo ad un algoritmo, anche perchè immagina di avere una ballata acustica riprodotta allo stesso livello di un pezzo metal! L'utilità di avere informazioni sui livelli di riproduzione è utile per cercare di fornire possibilmente all'ascoltatore l'audio più simile a quello registrato, salvo ovviamente fattori di compressione audio (ad es. mp3 96 kbps per spotify free, schifezza totale ), ma per ovviare i problemi che avvengono a basso rate, come ad esempio il clipping, si cerca di impostare il ceiling molto basso, comunemente -1.0. Nulla vieta di fare master separati per ogni piattaforma, come ho fatto per il mio disco, dove la versione sul CD stampato ha leggermente più limiting di quella reperibile online (prassi usuale per i CD, ma dipende anche dalla scelta personale).
      https://www.danielemorramusic.com
      https://open.spotify.com/album/35dLCZ3nyrrfZ5x48jNtXr
      https://www.youtube.com/user/dmchannelitaly
      https://www.facebook.com/dmchannelitaly

      Commenta


      • #4
        io solitamente mi tengo abbastanza sotto alla soglia di clipping con tutto prima di usare compressori o limiter , risultando poi un volume master finale un po basso rispetto alla media.. ma lo preferisco così per sentire meglio le dinamiche degli strumenti .. comunque si su youtube non ho trovato molto stravolgimento dei brani , nelle altre piattaforme non so perchè non le uso..
        Chitarrista dei Mercato Nero e Prototape

        Commenta

        240x200 Colonna destra - Post

        Comprimi

        240x90 - Colonna Destra

        Comprimi

        240x480 - Colonna Destra Post

        Comprimi

        240x48

        Comprimi

        240x90

        Comprimi

        240x340

        Comprimi

        Footer 728x90

        Comprimi
        Sto elaborando... Non inviare di nuovo!
        X